Consulenza notarile: quando e perché chiederla

Consulenza notarile: perché è importante? Ecco il ruolo del notaio


Ci si trova spesso a chiedersi perché dovremmo rivolgerci a una consulenza notarile e, quindi, a interrogarsi sul ruolo del notaio nei diversi atti. Ecco qualche risposta

Consulenza notarile: preziosa, eppure spesso sconosciuta. O quantomeno confusa. In altre parole: perché mai dovrei chiedere una consulenza notarile? Per cosa mi può essere utile? Il ruolo del notaio è infatti spesso non chiaro ai più, che sanno di doversi rivolgere a questo professionista per determinati atti, ma non hanno più che una vaga idea di quali siano i suoi compiti e quindi del perché lo stanno pagando. Per capire perché una consulenza notarile potrebbe essere in realtà una risorsa preziosa, è dunque il caso di fare un passo indietro e comprendere il ruolo e la figura del notaio.
Innanzitutto partiamo dicendo che il notaio, pur svolgendo la propria professione liberamente, è un pubblico ufficiale. Questo significa che si pone come garante di legalità nei confronti tanto del cittadino quanto dello Stato e che quanto da lui redatto e sottoscritto ha un alto valore legale nel corso degli anni. Chiedere una consulenza notarile è dunque innanzitutto un modo per essere sicuri che quanto stiamo facendo sia in tutto e per tutto conforme alle leggi in vigore. D’altra parte, se la questione andrà poi regolamentata tramite un atto notarile, fare le cose “per bene” sin dall’inizio è una bella sicurezza anche per non perdere tempo: se infatti vi fosse qualcosa di illegale o comunque non regolamentare, il notaio fermerebbe le pratiche fino alla sistemazione delle questioni in sospeso, che possono anche richiedere diverso tempo per essere riportare nell’alveo della legalità, sempre che sia possibile farlo.
Ricordiamoci poi che il notaio, proprio per il motivo sopra esposto, può anche essere considerato il massimo esperto in determinati ambiti quali possono essere ad esempio quelli della compravendita di immobili o delle successioni e dei testamenti. Vogliamo dunque sapere come impostare le nostre azioni in uno di questi ambiti, assicurandoci che non vi siano problemi in futuro e naturalmente di non fare nulla che vada contro la legge? Una consulenza notarile può davvero fare al caso nostro.
Poi sono naturalmente anche altri i compiti in capo al notaio (per fare un esempio, in quanto sostituto d’imposta deve riscuotere per conto nostro tasse e imposte e versarle allo Stato, ma deve anche assicurarsi che gli atti siano debitamente depositati e conservarli nel tempo), ma da quanto detto sopra risulta chiaro quanto la consulenza notarile possa essere più importante di quanto sembri.

Consulenza notarile: l’esempio del caso immobiliare

La consulenza notarile in campo immobiliare è uno dei casi più interessanti, in quanto si tratta di un’eventualità che molte famiglie si trovano ad affrontare. Si può ad esempio dare il caso di un immobile di proprietà che si vuole passare ai figli o anche a uno solo dei figli: meglio optare per una donazione o una vendita? Quali sono opportunità e rischi? Come disporre dei propri beni in modo che in futuro non vi siano problemi anche gravosi? A queste e a molte altre domande può rispondere una consulenza notarile. Così come a tutte quelle che ci si pone (o ci si dovrebbe porre) prima di acquistare una qualsiasi abitazione: insomma, cerchiamo un notaio di fiducia e rivolgiamoci per tempo alla sua consulenza. Ne guadagneremo in tempo, tranquillità e forse anche in denaro.

Consulenza notarile: perché è importante? Ecco il ruolo del notaio ultima modifica: 2016-11-25T17:25:23+00:00 da Alessandra