notaio per il mutuo

Compro casa: il Notaio per il Mutuo


Stai per comprare casa? Allora dovrai con tutta probabilità fare i conti anche con il mutuo. Il contratto di mutuo deve essere redatto e sottoscritto da un Notaio, di norma contestualmente a quello di compravendita. Ecco cosa fa il Notaio per il mutuo, la sua funzione di consulenza e tutto quanto può esservi utile per acquistare la vostra nuova casa con le idee chiare.

Quando si sta per comprare casa è abbastanza comune rivolgersi a una banca per ottenere quello che in termine tecnico si chiama mutuo ipotecario, anche se siamo soliti chiamarlo semplicemente “mutuo”. Questo tipo di contratto prevede infatti l’iscrizione di un’ipoteca sull’abitazione che stiamo per acquistare da parte della banca e, in base a questa garanzia, la banca provvede a erogare la somma necessaria all’acquisto della casa stessa. In tutto questo, qual è il ruolo del Notaio per il mutuo? La prima parte – che di norma chi sta chiedendo il mutuo non vede, in quanto viene gestita dalla banca stessa – riguarda appunto l’istituto di credito: questi provvederà infatti a rivolgersi a un Notaio perché prepari una relazione preliminare sullo stato del bene, che deve naturalmente risultare in regola. Oltre a richiedere la relazione notarile, la banca farà fare anche delle perizie sul bene oggetto del mutuo e valuterà la situazione finanziare della o delle persone che lo stanno richiedendo, decidendo quindi se concederlo senza ulteriori richieste, se concederlo con garanzie o se non concederlo proprio.

Dal Notaio per la sottoscrizione del Mutuo

Prendiamo il caso in cui la banca abbia deciso di concederci il finanziamento: a questo punto dovremo rivolgerci al Notaio per il mutuo, che di norma viene sottoscritto contestualmente all’atto di compravendita della casa stessa. Questa è la fase in cui saremo direttamente coinvolti (anche perché spetterà a noi sostenere le spese notarili di entrambi gli atti). Tutti gli accordi presi, la cifra erogata, le modalità di restituzione, i tassi applicati, i vincoli e le penali stabiliti ecc. saranno debitamente riportati nell’atto notarile, che regolamenterà dunque in tutto e per tutto il nostro rapporto con la banca relativamente alla questione “mutuo”. In caso nascessero delle controversie riguardo qualsiasi aspetto del mutuo, sarà questo documento a far fede. Il Notaio provvederà anche a iscrivere l’ipoteca così che risulti agli atti.

Come possiamo facilmente verificare, i passaggi per l’erogazione del mutuo sono diversi e richiedono – sia nella prima fase a cura della banca sia in quella successiva per l’effettiva sottoscrizione dell’atto – l’intervento del Notaio e determinati tempi tecnici perché queste verifiche possano essere svolte e gli atti redatti e sottoscritti: teniamone debitamente conto quando ci apprestiamo a comprare casa, così da non rischiare di calcolare male i tempi e incorrere in problemi che non avevamo previsto.
Sarebbe buona cosa richiedere sempre una consulenza notarile specializzata che ci aiuti a determinare il modo migliore per procedere sia per la richiesta del mutuo sia – e anzi ancora di più – per la gestione stessa della compravendita immobiliare, che come abbiamo visto può presentare alcuni aspetti che si tende spesso a sottovalutare.

Compro casa: il Notaio per il Mutuo ultima modifica: 2018-02-15T18:15:27+00:00 da Alessandra