Il Notaio per comprare casa

Prezzi e tassi bassi: ecco cosa fa il Notaio se vuoi comprare casa


Abbiamo visto nei giorni passati come i tassi per i mutui non siano mai stati così bassi come in questo periodo e come sia necessario rivolgersi al Notaio per il Rogito: ma cosa fa esattamente il Notaio se vuoi comprare casa? Quali sono le sue funzioni? Vediamole insieme per fare chiarezza e avviarci alla nostra nuova abitazione in tutta tranquillità e sicurezza

Qualche giorno fa proprio su questo blog abbiamo visto come i tassi sui mutui per comprare casa non siano mai stati così bassi: per chi desidera acquistare una nuova abitazione, anche complice il mercato immobiliare che ancora langue facendo sì che le abitazioni abbiano prezzi più accessibili rispetto a qualche anno fa, il momento di approfittarne dunque è questo. Abbiamo anche visto nello stesso articolo di come sia necessario rivolgersi al Notaio sia per il Rogito sia per l’eventuale atto di mutuo che ci consenta di affrontare una spesa così ingente come quella di un immobile. Ma cosa fa esattamente il Notaio quando vogliamo comprare casa? Qual è il suo ruolo e cosa dobbiamo aspettarci? Vediamolo insieme per arrivare all’acquisto della nostra nuova abitazione con tutte le informazioni che possono farci comodo e chiarirci le idee: seppur non si tratti di un argomento nuovo in questo blog, la (giustissima) curiosità in merito è sempre alta ed è dunque il caso di mettere in chiaro i punti fondamentali della questione approfittando proprio di questa congiuntura favorevole per chi vuole acquistare (molto meno per chi vuole vendere).

Il Notaio per comprare casa

Un punto dunque è chiarissimo: per comprare casa ci vuole il Notaio. Sia che desideriamo aprire un mutuo, magari approfittando dei tassi di interesse davvero bassissimi (si aggirano intorno al un totale dell’1,5% per il tasso fisso), sia che abbiamo la liquidità necessaria per risolvere la questione in altra maniera, il passaggio dal Notaio per il Rogito è indispensabile. Si tratta di una mera formalità o ci sono motivi specifici per cui la legge prevede questo obbligo? Naturalmente la risposta è la seconda: il Notaio – che, lo ricordiamo, è pubblico ufficiale – riveste diverse funzioni tutte di grande importanza sia per noi sia nei confronti dello Stato.
Una delle principali è il controllo della regolarità dell’abitazione, che deve essere correttamente accatastata: come abbiamo già avuto modo di dire, a nessuno piacerebbe acquistare un’abitazione per poi scoprire che presenta delle parti abusive o che non è stata correttamente divisa nelle diverse traversie che può aver vissuto nel corso dei decenni. La legge va oltre: il rischio di avere queste brutte sorprese non c’è, perché non è possibile rogitare un’abitazione non regolarmente accatastata. La verifica della regolarità avviene tramite una dichiarazione ufficiale rilasciata dal venditore al Notaio: se aveste dei dubbi in proposito, chiedete anche una perizia di parte per essere più tranquilli. In ogni caso le schede catastali verranno allegate al Rogito, così che non sia possibile che sfuggano eventuali macro incongruenze.
Una verifica che invece il Notaio fa in autonomia quando si sta per comprare casa sono quelle rispetto la sussistenza di ipoteche e/o diritti di terzi sull’abitazione stessa: anche in questo caso, ci assicureremo così che sulla casa non gravino debiti e che non vi sia qualcuno che possa chiederci ad esempio il diritto di passo o altri vincoli, così come che non ci siano altri proprietari anche parziali che possano far valere i loro diritti.
Ancora, quando compriamo casa il Notaio stenderà l’atto che riporta tutte le caratteristiche salienti dell’abitazione e i termini del contratto in base al quale l’abitazione passa nelle nostre mani; si occupa di riscuotere tasse e imposte che verranno poi versate allo Stato a nome nostro; registrerà nel modo più consono l’atto di modo che il passaggio di proprietà sia ufficiale e provvederà anche a conservarlo per usi e necessità futuri.

Il supporto del Notaio quando compriamo casa

Dopo aver visto in breve quali sono i principali compiti del Notaio per comprare casa, facciamo un veloce focus anche su quale sia il supporto che questo professionista ci può dare. Il primo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di contattare il Notaio prima di firmare il compromesso di vendita che ci impegna a comprare la casa sulla quale abbiamo messo gli occhi. Mostriamogli in contratto che ci viene chiesto di sottoscrivere e chiediamogli di fare le dovute verifiche prima di firmare alcunché: potrà anche consigliarci, se è il caso, di prevedere perizie di parte che possano metterci al riparo da sgradite sorprese o di modificare il preliminare di compravendita se contiene delle clausole poco chiare o troppo a nostro sfavore. In ogni caso, potremo comprendere al meglio cosa comporta ciò che stiamo firmando e anche gli eventuali rischi in esso contenuti.
L’acquisto di una casa è un passo importante e, soprattutto, un’eventualità abbastanza rara con cui verremo a contatto poche volte nella vita, o forse anche una sola volta: per questo è facile immaginare che la nostra preparazione in merito, data propria la scarsa o nulla esperienza, non sia delle migliori. Quando stiamo per comprare casa, il Notaio può essere uno dei nostri migliori amici: ricordiamoci di consultarlo.

Prezzi e tassi bassi: ecco cosa fa il Notaio se vuoi comprare casa ultima modifica: 2018-09-22T17:55:59+00:00 da Alessandra