Notaio Torino

Notaio a Torino: scegliere il proprio studio in una grande città


Scegliere un Notaio a Torino, come spesso avviene quando si parla di grandi città, può essere da una parte un’opportunità e dall’altra metterci di fronte al proverbiale imbarazzo della scelta: per fare una scelta consapevole occorre innanzitutto sapere quali sono i compiti del Notaio e dunque perché dobbiamo rivolgerci a questo professionista. Una cosa che può sembrare scontata, ma che, alla prova dei fatti, forse così chiara non è: e voi, se vi fermate un attimo a pensare al ruolo del Notaio, sapete davvero cosa fa questo professionista o avete solo delle nozioni superficiali e non chiare?

Se siete alla ricerca di un Notaio a Torino è perché con tutta probabilità sta per accadere qualcosa di importante nelle vostre vite: state per comprare una casa, ad esempio, oppure avete deciso che è arrivato il momento di redigere un testamento, o ancora volete fare una donazione verso i vostri figli (o siete i destinatari di tale donazione), o ancora state per aprire una società oppure volete fare una procura o avete deciso all’interno del matrimonio di passare dalla comunione alla separazione dei beni o viceversa… sono queste alcune delle questioni di cui si occupa il Notaio, evenienze anche molto diverse tra loro, ma che hanno una cosa in comune: si tratta di questioni importanti sia per la vita del privato sia – anche se naturalmente in modo meno stringente – per il buon funzionamento della società stessa. Pensiamo, ad esempio, che caos nascerebbe se il patrimonio immobiliare nazionale non fosse ben gestito in quanto a proprietà, passaggi di mano, responsabilità e quant’altro: nascerebbero problemi su problemi, controversie, malcontenti. Ecco, uno dei compiti del Notaio è proprio questo (ma non il solo): redigere degli atti che siano in tutto e per tutto rispondenti alle normative di legge, chiari e incontrovertibili e registrarli debitamente così che tutto sia facilmente verificabile e non vi siano dubbi, sia che si tratti di una compravendita immobiliare sia che si tratti di altre, altrettanto importanti, questioni.

Come scelgo il mio Notaio a Torino?

Come si accennava poco sopra, la scelta del Notaio a Torino così come nelle altre grandi città è questione forse più complessa di quel che si potrebbe pensare: se nei paesi più piccoli si è forse portati a scegliere tra i pochi Notai che vi operano (anche se, ricordiamolo, la scelta è assolutamente libera, non siamo obbligati a rivolgerci al Notaio più vicino o comunque a quello che esercita nella nostra città), quando si hanno a disposizione decine, se non addirittura centinaia di studi notarili da una parte si ha il vantaggio di disporre di molta scelta, dall’altra diventa più importante dotarsi degli strumenti necessari per fare una scelta che sia consapevole e non dettata dal caso.
Potremmo infatti essere tentati di basare la nostra decisione esclusivamente su due fattori intuitivi: il costo e la posizione. Il primo è facilmente verificabile chiedendo preventivi a diversi studi notarili, per quanto riguarda il secondo è sufficiente consultare una qualsiasi mappa per verificare quale tra i Notai di Torino sia il più comodo rispetto alla nostra abitazione o al nostro posto di lavoro o ad altri parametri personali. Certo, si tratta di elementi di cui tenere conto, ma come abbiamo già avuto modo di dire se ci soffermiamo un attimo a pensare al ruolo che riveste il Notaio ci accorgiamo subito che non dovrebbero essere gli unici né probabilmente quelli determinanti: trovare il professionista che fa al caso nostro dovrebbe essere più una scelta dettata dal parametri individuali di valutazione della qualità del servizio.
Perché parliamo di parametri individuali? Perché ognuno ha esigenze, caratteristiche e predisposizioni diverse, per cui tra i diversi Notai di Torino quello che è perfetto per nostro cugino o per il nostro collega di lavoro non è detto che sia anche quello che fa al caso nostro in termini di relazione e rapporto che si viene a creare. E se è vero che i parametri personali sono quelli più difficili da stabilire – in quanto non indicibili e non misurabili in modo empirico – non per questo sono meno importanti di altri, anzi: d’altra parte, ricordiamoci che molte delle scelte che facciamo anche nella nostra vita quotidiana rispondono proprio a parametri di questo tipo, sia che ne siamo consapevoli o meno.

Notai a Torino: scelgo in città o altrove?

Si tratta di una domanda che ci si sente spesso rivolgere, in particolare quando si tratta di compravendite immobiliari che coinvolgono persone che abitano in diverse città. Spieghiamoci meglio: sto comprando casa a Torino, ma abito in un’altra città. Devo rivolgermi a un Notaio di Torino o posso scegliere uno studio più vicino a me? Oppure, viceversa, abito a Torino, ma sto comprando casa altrove: posso rivolgermi a un Notaio torinese o dovrò spostarmi in uno studio presso la città dove si trova l’immobile?
In entrambi i casi la risposta è la stessa: la scelta è libera, posso rivolgermi a un qualsiasi Notaio sul territorio italiano ricordandomi però che sarò io (e la mia controparte) a dovermi recare presso il luogo dove esercita il Notaio. Buonsenso dice che, se mi rendo conto che la mia scelta, quale che essa sia, mette in difficoltà la mia controparte, sarebbe bene prendere accordi prima per evitare scontri.