Società di persone e ruolo del notaio

Società di persone: il ruolo del notaio, cosa sono, come scegliere


Si parte spesso da un’idea che si desidera realizzare, da una visione imprenditoriale, o a volte anche solo dalla necessità di “inventarsi” un lavoro al di fuori dei contratti da dipendente. Qualunque sia il motivo per cui volete aprire una società, ecco qualche nozione su ruolo del notaio, quali sono e come scegliere.

Ci sono diversi motivi per aprire una società, sia essa a socio unico o in collaborazione con altre persone: l’ideale sarebbe naturalmente abbracciare una specifica visione imprenditoriale o seguire un’idea che si desidera realizzare, ma capita spesso che sia un’alternativa al lavoro dipendente, specie in momenti di crisi, o anche che ci si ritrovi più o meno per caso perché lì ci ha portato la vita. Qualunque sia il motivo per cui ci accingiamo ad aprire una società il ruolo del notaio, cosa sono le diverse forme societarie e come scegliere sono tre punti che è meglio avere chiari (e sull’ultimo potrà essere proprio in notaio, insieme al commercialista, a darci le indicazioni che ci servono, ma andiamo con ordine).

Parliamo qui di società di persone (affronteremo in uno specifico articolo più avanti altre forme societarie) che sono di tre tipi: le società semplici (S.s.), le società in nome collettivo (S.n.c.) e le società in accomandita semplice (S.a.s.). Si tratta di società che hanno una gestione semplificata rispetto alla società di capitali e che quindi risulta più semplice aprire e gestire, ma che hanno anche costi minori: il limite di queste forme è la responsabilità illimitata dei soci, che rispondono in toto di quanto fatto dalla società stessa, anche con i propri beni personali. Questo cosa significa? Semplicemente, che se la società dovesse contrarre dei debiti che non può pagare, il creditore potrebbe chiedere che a saldarli sia uno qualsiasi dei soci anche con i propri averi, siano essi soldi o proprietà. Questo è senza dubbio un limite delle società di persone, in particolare quando è necessario prevedere degli investimenti importanti, ma ben compensato appunto dai minori costi e dalla maggior semplicità di gestione. Come scegliere? Proprio qui ci viene in aiuto la consulenza societaria del notaio, che potrà anche rapportarsi direttamente con il commercialista che avete scelto.

Ruolo del notaio nella costituzione di società di persone

Tra i diversi compiti del notaio, la consulenza e la redazione di atti costitutivi di società di persone occupa di certo un posto di rilievo, così come le modifiche delle partecipazioni sociali, i trasferimenti di sede o qualunque altra cosa intervenga in un secondo momento a modificare l’assetto societario. Parliamo qui dunque del ruolo del notaio nella costituzione di società di persone: innanzitutto, naturalmente, dovrà verificare il rispetto delle normative in materia e dare pubblicità agli atti trascrivendoli nel registro delle imprese. Il suo compito non si limita però certo a questo: grazie a una consulenza specifica il notaio può essere un valido aiuto sia nella creazione sia nella miglior gestione della società, così da guidarci verso la soluzione migliore rispetto il nostro progetto, le nostre esigenze, quello che prevediamo per il futuro. Anche eventualmente consultandosi con il commercialista, sarà poi in grado di redigere atti costitutivi che prevedano tutte le clausole necessarie al buon funzionamento della società, inserendo anche eventuali clausole specifiche per la nostra situazione, naturalmente sempre nel rispetto delle leggi.

Società di persone: il ruolo del notaio, cosa sono, come scegliere ultima modifica: 2017-09-12T17:13:58+00:00 da Alessandra