Che Tipo di Atto Devi Fare?

Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Molise Lazio Abruzzo Umbria Marche Toscana Liguria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Piemonte Lombardia Valle d'Aosta
Regione
Provincia
Tipologia
Selezionare la provincia nella quale intendi fare l'atto.


Contatti rapidi con consulenti notarili in tutta Italia

Quali sono le Competenze del Notaio?


competenza notaio Il Notaio ha molteplici competenze in differenti materie e in differenti settori tra le quali possiamo ricordare che essendo il Notaio considerato una parte dello stato deve obbligatoriamente esercitare il suo ruolo al di sopra delle parti e in modo assolutamente imparziale. Il Notaio ha l’obbligo di verificare il contenuto degli atti che vengono sottoposti alla sua attenzione e appurare che non vi siano disposizioni vietate dalla legge.

CHI È IL NOTAIO?


Il Notaio è un Pubblico Ufficiale quindi può essere considerato una parte dello stato a cui viene delegato l'esercizio di talune funzioni che il notaio esercita in nome dello Stato. Per questo motivo gli atti notarili sono definiti atti pubblici. In quanto Pubblico Ufficiale il Notaio è al di sopra delle parti ed esercita le sue funzioni in modo assolutamente imparziale.

Il notaio è un pubblico ufficiale istituito per ricevere gli atti tra vivi (cioè vendite, permute, divisioni, mutui ecc.) e di ultima volontà (cioè testamenti), attribuire loro pubblica fede, conservarli e rilasciarne copie, certificati (e cioè riassunti) ed estratti (e cioè copie parziali) (art. 1 legge not.). L'atto redatto dal notaio è un atto pubblico, perché il notaio è autorizzato ad attribuirgli pubblica fede (perciò è un pubblico ufficiale) e come tale ha una particolare efficacia legale: quello che il notaio attesta nell'atto notarile (es.: che ha letto l'atto davanti alle parti, o che una persona ha fatto o ha sottoscritto una dichiarazione davanti a lui) fa piena prova (cioè deve essere considerato vero, anche dal giudice), salvo che sia accertato il reato di falso. La legge prescrive l'atto notarile per quegli atti e contratti dei quali vuol garantire al massimo grado la legalità, l'identità delle parti e la conformità alla loro volontà, perché li considera di maggiore importanza: per il loro contenuto economico-sociale o per la loro complessità (es.: vendite, divisioni, mutui ed altri contratti immobiliari, atti costitutivi di società commerciali e modificativi di statuti sociali, costituzioni di associazioni che intendono ottenere la personalità giuridica, ecc.); per gli effetti che producono in relazione allo stato civile di una persona (es.: riconoscimento di un figlio naturale); per l'interesse pubblico alla libera manifestazione della volontà di una persona ed alla sua precisa traduzione in linguaggio giuridico (es.: testamento, donazione).

**Fonte sito web del notariato.

Le competenze del Notaio e il suo ruolo nei confronti del cittadino


Quando ci rivolgiamo al Notaio per le sue competenze


Abbiamo visto sopra in termini tecnici quale sia la competenza del Notaio e dunque i motivi per cui dovremmo rivolgerci a questo professionista. Alcuni esempi potrebbero però aiutarci a comprendere meglio di cosa si occupa e perché ci dobbiamo (quando c’è un obbligo di legge) o ci dovremmo (quando questo obbligo invece non è previsto) rivolgere a questo professionista.
Le competenze del Notaio infatti sono molteplici e non è sempre facile muoversi con sicurezza in un campo che con tutta probabilità non ci è familiare come appunto quello del Notariato. Vediamo dunque insieme alcune delle principali competenze del Notaio applicate a quelli che sono i campi più comuni, nel senso che riguardano molte persone sia nella vita privata sia in quella lavorativa.
In ogni caso, quando ci troviamo a dover affrontare problematiche di qualsiasi tipo nel campo di competenza del Notaio, potrebbe essere sempre buona cosa informarsi per tempo riguardo se e quando sia il caso di coinvolgerlo, così da farci chiarire ogni dubbio e non incorrere in errori dovuti magari all’inesperienza.

Tra le competenze del Notaio, il rogito, cioè il contratto di compravendita di un immobile


Una delle competenze del Notaio che senza dubbio interessano un gran numero di persone è quella che riguarda i rogiti, cioè i contratti di compravendita immobiliare. Quando vogliamo comprare casa infatti – ci sarà ormai noto – dobbiamo rivolgerci al Notaio per uno specifico atto: questo atto si chiama rogito ed è molto di più un mero documento formale. Oltre ad avere un importante valore legale, è anche frutto delle verifiche effettuate dal Notaio sulla regolarità catastale e sull’effettiva disponibilità dell’abitazione. Facciamo un esempio, mettiamo di comprare una casa per scoprire solo in un secondo momento che vi sono delle parti abusive, che al catasto non compaiono. O ancora, di venire a sapere che nel nostro terreno esiste un diritto di passo di cui non eravamo a conoscenza. O che sull’immobile grava un’ipoteca di cui non sapevamo nulla e così via. Ebbene, grazie all’intervento del Notaio possiamo scongiurare queste eventualità, in quanto tra le competenze del Notaio vi è proprio anche quella dell’effettuazione di queste importanti verifiche. Inoltre saremo sicuri che l’atto redatto dal Notaio sarà inattaccabile, rispettoso di tutti i termini di legge, completo e chiaro: una volta correttamente registrato sempre a cura del Notaio, potremo dire che l’abitazione sarà a tutti gli effetti nostra e rimarrà così determinata anche all’interno dei documenti pubblici, grazie ai quali è possibile costruire a ritroso la storia di un’abitazione.

La competenza del Notaio in ambito testamentario


competenze notaio

Una competenza del Notaio certo molto nota è quella nell’ambito delle forme testamentarie. Se è vero che esiste una forma di testamento (il testamento olografo) che non necessita di un intervento notarile, è altrettanto vero che ne esistono altre due (il testamento segreto e il testamento pubblico) che richiedono l’intervento attivo del Notaio e forniscono maggiori garanzie che la nostra volontà sia veramente rispettata al momento della nostra morte.
Partiamo dunque dal testamento olografo, quello che come dicevamo poco sopra non rientra nell’ambito di competenza del Notaio. Questa tipologia di testamento non richiede altro che un supporto in grado di raccogliere le volontà (tipicamente naturalmente si tratta di uno o più fogli) e che la persona sia in grado di scrivere. Due condizioni fondamentali – pena la nullità dell’atto stesso – sono infatti che il testamento sia scritto di proprio pugno dalla persona e che sia firmato in originale. Scrittura e firma devono avere i caratteri di riconoscibilità: in altre parole, devono corrispondere a quelli abitualmente usati dalla persona. Altra condizione, che non determina come le altre l’immediata nullità del testamento olografo, ma potrebbe causare grossi problemi e, in determinate condizioni, il suo annullamento, è la data: il testamento olografo deve essere datato.
Quali sono i rischi di questo tipo di testamento? Primo, potrebbe non essere trovato. Sarebbe bene dunque che ne venisse informato qualcuno di fiducia o che fosse fisicamente consegnato a qualcuno che possa renderlo noto alla nostra morte. Secondo, potrebbe non essere pubblicato: per diverse ragioni, sia in cattiva sia in buona fede, la persona cui l’abbiamo consegnato potrebbe non renderlo noto o perderlo. A questo punto potremmo pensare di darne più copie a più persone, naturalmente premurandoci che le disposizioni siano sempre le stesse (attenzione, non può essere fotocopiato, deve essere riscritto a mano). Ancora, questo tipo di testamento è più facilmente contestabile: eredi scontenti, se avessero dubbi sulla sua veridicità, potrebbero impugnarlo.

Qui entra dunque in gioco la competenza del Notaio: se vogliamo avere maggiori tutele, il testamento segreto e il testamento pubblico ce le offrono. Il testamento segreto non è altro che un testamento consegnato in busta chiusa al Notaio in presenza di testimoni. Può anche essere lo stesso testamento olografo che viene sigillato e affidato al Notaio, ma in questo caso può anche essere scritto al computer o con qualsiasi altro mezzo: è infatti la consegna al Notaio che gli conferisce valore. Questi redigerà uno specifico atto di ricevimento e si occuperà di renderlo pubblico al momento della nostra morte: saremo dunque sicuri che nessuno potrà contestare il fatto che quel testamento corrisponda alle nostre volontà e che sarà reso noto.
Ultima forma testamentaria è quella del testamento pubblico: anche questo richiede la competenza del Notaio e anzi, proprio il potersi avvalere appieno di questa competenza è uno dei suoi punti di forza. Nel testamento pubblico, il Notaio ascolta infatti le volontà della persona in presenza di due testimoni, chiarisce eventuali dubbi e fa presenti possibili problemi (ad esempio nel caso in cui le disposizioni andassero a ledere quote legittime degli eredi) e trascrive il tutto con modalità chiare e precise, che non lascino adito a dubbi sulle volontà che vi sono riportate, il tutto naturalmente senza mai influenzarle o cercare di farlo. In questo caso, avremo dunque non solo la certezza della sua pubblicazione e del fatto che sia accertato che corrisponde a quanto vogliamo, ma anche di uno scritto chiaro e incontrovertibile. Unica pecca: la riservatezza. Se possiamo contare su quella del Notaio, che vi è obbligato per deontologia professionale, per quanto riguarda i testimoni si tratta certo di un atto di fiducia.

Le competenze del Notaio in ambito societario


Tra le diverse competenze del Notaio in ambito societario ci limiteremo qui ad accennare a quelle che riguardano l’apertura delle società: che si tratti di società di persone, società di capitali o finanche società cooperative è infatti necessario rivolgersi al Notaio per l’atto costitutivo e per la stesura dello Statuto, un documento di fondamentale importanza nella vita di una società. Anche le imprese familiari, per le quali non è previsto uno specifico obbligo di rivolgersi al Notaio, passano in realtà spesso da questo professionista: se si vuole accedere alle agevolazioni fiscali che di fatto rendono conveniente questo tipo di società è infatti necessario uno specifico atto notarile.