Che Tipo di Atto Devi Fare?

Sardegna Sicilia Calabria Basilicata Puglia Campania Molise Lazio Abruzzo Umbria Marche Toscana Liguria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Piemonte Lombardia Valle d'Aosta
Regione
Provincia
Tipologia
Selezionare la provincia nella quale intendi fare l'atto.


NotaioFacile.it il Portale N.1 per Contattare il Notaio

invia ora la tua richiesta gratuita al notaio il modo piu facile e veloce per trovare il notaio il notaio risponde gratis i notai rispondono entro 48 ore notaio gratis e senza registrazione sito numero uno per preventivo notaio il notaio che risponde economico sito specializzato in ambito notarile contatta il notaio gratis
commenti notaio

Quando e perché si istituisce un Fondo Patrimoniale e ruolo del Notaio



fondo patrimoniale

Il Fondo Patrimoniale è uno strumento forse poco conosciuto e che, anche alla luce di abbastanza recenti letture della normativa a proposito, ha forse perso un po’ il suo smalto, divenendo meno attraente per le famiglie. Si tratta comunque di una possibilità da tenere in considerazione, i cui vantaggi per la situazione specifica della famiglia vanno approfonditi caso per caso parlandone in modo approfondito con il Notaio.

Vediamo comunque di cosa si tratta e quali possono essere i vantaggi che consente a chi lo istituisce. Innanzitutto cosa è: il Fondo Patrimoniale è appunto un fondo che viene destinato alla protezione di beni destinati esclusivamente a far fronte ai bisogni della famiglia. I beni che vengono inseriti nel fondo sono dunque da una parte vincolati a questo utilizzo specifico, dall’altro sono protetti da eventuali creditori che vantino appunto dei crediti, ma per motivi estranei a quelli che vengono definiti “i bisogni della famiglia”. Il problema spesso nasce proprio nell’interpretazione di questo punto, in quanto non è semplice determinare cosa rientri in questa definizione e cosa no. Ad esempio (questo è spesso il nodo principale), essendo l’attività lavorativa svolta per soddisfare i bisogni della famiglia tramite il reddito che se ne ricava, chi vanti dei crediti riguardanti l’attività professionale di uno dei coniugi potrà rivalersi dunque anche sul Fondo Patrimoniale? Diverse sentenze della Corte di Cassazione sembrano indirizzare la lettura della legge verso interpretazioni sempre più restrittive, rendendo ancora più necessario dunque rivolgersi a un Notaio per comprendere se sia davvero il caso di istituirlo e in che termini: questo professionista potrà chiarirci le idee su vantaggi e limiti di questo strumento, rapportandolo alla nostra specifica situazione.

notaio per fondo patrimoniale

Abbiamo detto che il Fondo Patrimoniale viene istituito per far fronte ai beni della Famiglia: questo istituto è infatti considerato centrale da parte della legge italiana ed è dunque da favorire e proteggere, così da garantirle la maggiore stabilità possibile. Ecco il perché del Fondo Patrimoniale: non potendo sapere con certezza cosa riserveranno gli anni a venire, possiamo decidere di proteggere questi beni, che potranno essere “attaccati” solo da chi vanta crediti nei confronti della famiglia stessa. Nel Fondo Patrimoniale possono essere inseriti beni immobili, beni mobili registrati e titoli, indipendentemente dal fatto che la proprietà di essi sia in capo a entrambi i coniugi o a solo uno di essi. Il Fondo Patrimoniale viene costituto alla presenza di testimoni, richiede uno specifico atto notarile e viene annotato ai margini dell’atto di matrimonio e correttamente registrato. In questo modo la sua istituzione e la sua consistenza sono chiare e determinate sia temporalmente sia quantitativamente.

Beni immobili e mobili e titoli facenti parte del Fondo Patrimoniale potranno essere utilizzati solo per far fronte ai bisogni della Famiglia e, come abbiamo detto, potranno essere oggetto delle mire di eventuali creditori solo e unicamente se i crediti in questione sono connessi alla Famiglia stessa.

Più complesso il caso in cui un credito fosse sorto prima della costituzione del Fondo Patrimoniale. Facciamo appunto l’esempio in cui uno dei coniugi, che possiede un immobile, contragga un debito e che in un secondo momento istituisca un Fondo Patrimoniale in cui viene inserito l’immobile. A questo punto il creditore potrebbe sostenere che l’istituzione del fondo è pregiudizievole nei suoi confronti, che il debitore era conscio di questo pregiudizio e, nel termine temporale dei cinque anni dall’istituzione del fondo stesso, chiedere quella che viene definita in termine tecnico Azione Revocatoria. Se la sua richiesta venisse accolta, il creditore potrebbe quindi a questo punto rivalersi sul bene in oggetto.

Sebbene istituire un Fondo Patrimoniale potrebbe sembrare dunque un passaggio facile e anche vantaggioso per la famiglia, come abbiamo avuto modo di accennare con gli esempi sopra la sua applicazione è tutt’altro che semplice e anzi sempre più spesso oggetto di interpretazioni ed eccezioni. Ecco dunque che la consulenza notarile, sempre consigliata e auspicabile, diventa qui davvero irrinunciabile: i fattori da prendere in considerazione sono infatti molti, così come sono da approfondire i motivi che spingono i coniugi a decidere l’istituzione di un Fondo Patrimoniale. Sono in linea con i principi fondamentali di protezione della Famiglia, come prevede lo spirito della legge, o hanno in realtà scopi diversi che poco c’entrano con essa? Chiarirsi bene le idee sulle motivazioni alla base di tale decisione e anche dunque su cosa potremo o non potremo aspettarci è il primo passo per prendere una decisione consapevole e ragionata. Diverse sono state infatti le visioni distorte che hanno portato negli anni molte famiglie a istituire tale tipo di fondo per motivazioni che poco avevano a che fare con lo spirito della legge in oggetto.

Intervento in atto di persone fisiche
check Carta d’identità o patente  
check Tesserino del codice fiscale  
check Estratto per riassunto dell’atto di nascita  
check Copia dell’atto di separazione dei beni  
check Copia dell’atto di precedente fondo patrimoniale  
check Copia autentica della procura Per intervento di procuratore
check Permesso di soggiorno Per extracomunitari
     
Documenti inerenti l’oggetto del fondo patrimoniale
check Rogito o sentenza Titolo di acquisto
check Dichiarazione di successione Se l’acquisto è avvenuto per
successione
check Se si tratta di unità immobiliare Certificato catastale e planimetria con confini
check Certificato catastale e planimetria con confini Se si tratta di terreno

Memo per l'atto di fondo patrimoniale
  • Verificare il regime patrimoniale coniugale delvenditore alla data del suo acquisto

L'elenco dei documenti riportato è generico. Sarà cura del Notaio richiedere la tipologia di documentzione necessaria e specifica a seconda delle casistiche.
Ti sembra complicato: chiedi informazioni direttamente al Notaio