Iscrizione al Registro Imprese dopo rogito di apertura società

Costituzione di una società dal notaio

Iscrizione al Registro Imprese dopo rogito di apertura societàAprire una società dal notaio, che sia una società di persone o una società di capitali, richiede una riflessione attenta in ordine alle attività da svolgere, al capitale da investire e alla composizione della compagine sociale.

L’atto costitutivo viene redatto dal notaio che provvederà ad inserire tutti gli elementi necessari per una valida costituzione e ad accogliere la volontà dei soci in relazione alle eventuali clausole statutarie che possano, al meglio, disciplinare i rapporti tra i soci.

Quando si costituisce una società, prima di poter iniziare l’attività a nome della stessa, è necessario rispettare un preciso iter anche dopo la firma dal notaio. Ecco cosa c’è da sapere sull’iscrizione nel Registro delle Imprese dopo il rogito notarile.

Iscrizione nel Registro Imprese: a che serve?

Il Registro delle Imprese può essere definito come un registro informatico, effettivamente operativo dal 1996, che contiene i dati relativi a tutte le imprese e società presenti sul territorio italiano e di altri soggetti previsti dalla legge.

L’iscrizione al Registro delle Imprese può avere uno scopo costitutivo (senza la stessa la società non può operare, in particolare per le società di capitali) oppure dichiarativo (rendere conoscibile ai terzi l’operazione).

Tramite l’accesso al Registro delle Imprese, è possibile verificare lo stato giuridico di una società e pertanto, la cosiddetta visura camerale, rappresenta un valido strumento per comprendere le caratteristiche di una società tutte le volte in cui bisognerà operare nell’ambito di una modifica societaria.

Come si divide il Registro delle Imprese

Il Registro delle Imprese si articola in due sezioni, l’ordinaria e la speciale. Nella sezione ordinaria, in tema di aperture di società, devono iscriversi le società di persone e le società di capitali, le società cooperative, i consorzi con attività esterna e le società consortili. Nella sezione speciale, invece, in tema di società, vengono iscritte le società semplici, le start up innovative, imprese sociali, società tra professionisti.

Chi provvede all’iscrizione nel Registro delle Imprese

Quando si decide di avviare la propria attività sottoforma di società, può accadere di essere preoccupati per tutti gli aspetti legati all’atto costituivo dal notaio, in particolare a ciò che è necessario fare prima e dopo il rogito notarile.

L’iscrizione nel Registro delle Imprese della società neocostituita dal notaio è un passaggio fondamentale che avviene dopo aver firmato l’atto e viene curata direttamente dal notaio.

Pertanto sarà il notaio stesso a occuparsi di tale aspetto contestualmente al deposito dell’atto costitutivo e l’ufficio deve provvedere all’iscrizione, verificata la sola regolarità formale della documentazione. 

Deposito atto costitutivo

L'obbligo di provvedere al deposito grava sul notaio e, in via sussidiaria, sugli amministratori. Ogni amministratore singolarmente può richiedere il deposito. La previsione che ciascun socio possa provvedere al deposito, in caso di inerzia del notaio o degli amministratori, si giustifica in base all'interesse del socio al perfezionamento dell'atto costitutivo.

Quando si fa l’iscrizione della società al Registro delle Imprese

L’iscrizione nel Registro delle Imprese curata dal notaio non avviene solo nel caso di apertura della società, ma in tutti i casi in cui si determina una modifica.

Anche nel caso in cui si provveda ad un aumento del capitale, a una riduzione, così come a una fusione, scissione o trasformazione societaria bisognerà rispettare tale adempimento. Nel caso di operazioni straordinarie come fusione, scissione e trasformazione, trattandosi di iter più lunghi, composti da più fasi, è importante affidarsi al notaio per comprendere come procedere in virtù della complessità delle operazioni.

Cosa fa il notaio prima dell’iscrizione nel Registro delle Imprese

Oggigiorno è previsto un iter ben preciso che prevede la stipula dell’atto costitutivo della società dal notaio e successivamente l’iscrizione nel Registro delle Imprese. In passato invece era previsto un ulteriore passaggio che era l’omologazione da parte del Tribunale, adempimento soppresso dalla legge 340/2000.

La disciplina attuale prevede che il notaio provveda a garantire la legittimità dell’atto, attraverso un controllo di legalità finalizzato ad escludere gli atti proibiti dalla legge. Questo tipo di controllo coincide proprio con quello che prima era effettuato dal Tribunale.

Controlli del notaio per l’iscrizione al Registro delle Imprese della società

Una volta assodato che il notaio è l’unico soggetto preposto al controllo dell’atto costitutivo, non intervenendo più l’omologazione da parte del Tribunale, è opportuno chiarire in cosa consiste il suo ruolo.

In particolare il notaio non entra nel merito della convenienza economica, né dell’opportunità della scelta effettuata dai soci, ma si limita solamente ad un controllo di legalità e non di merito che viene definito come controllo formale e non sostanziale in relazione alle clausole contenute all’interno dell’atto costitutivo. Ciò significa che il notaio non potrà ricevere delle clausole che siano incompatibili con il tipo di società prescelto, così come non potrà ricevere delle clausole che siano contrarie alle norme imperative.

Controllo dell’Ufficio del Registro delle Imprese

Una volta che il notaio abbia presentato quanto necessario per l’iscrizione della società nel Registro delle Imprese, sarà l’Ufficio stesso a effettuare un ulteriore controllo sulla regolarità formale della documentazione presentata. In tale verifica è compreso l’accertamento della competenza territoriale dell’ufficio del registro e della legittimazione del soggetto che chiede l’iscrizione, nonché il riscontro circa la redazione dell'atto ad opera del notaio.

Preventivo notarile costituzione di società

Nel caso in cui si voglia aprire una società dal notaio, che sia una società di persone o una società di capitali, tramite la piattaforma di NotaioFacile, è possibile richiedere un preventivo notarile gratuito, senza sostenere alcun tipo di costo relativo alla registrazione o all’iscrizione al sito.

In pochi semplici passaggi, fornendo le informazioni necessarie e rispondendo alle domande offerte dal form, sarà possibile inviare la propria richiesta che sarà curata direttamente da un notaio, senza intermediazioni di esperti del settore societario, collaboratori o dottori di studio.

Il servizio, oltre ad essere totalmente gratuito, non prevede alcun tipo di impegno e pertanto si può procedere in assoluta libertà. L’ulteriore vantaggio consiste nel poter scegliere la città più vicina in cui si intenderebbe stipulare allo scopo di risparmiare tempo e denaro negli spostamenti per la ricerca di un notaio.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio