inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Sabrina F Il Miglior modo per chi cerca il Notaio e vuole Risparmiare.
Non credevo fosse possibile trovare anche ...
Kevin J. Tks for your service, I live in London and I bought a vacation home in Italy. Your Notary has been very seriou ...
Tommaso R. Trovare il Notaio su Internet: possibile e comodo E’ il primo approccio, non sapevo che esistesse un serviz ...
Maria Chiara A. Stavo cercando su internet un Notaio che offrisse un servizio online e ho scoperto il vostro sito. Complimenti ...
Enzo C. Preliminare.. Compromesso che fare? Registrarlo o andare direttamente all'atto. Ho fatto questa domanda nella ...
Silvia De. La procura di un notaio non può costare così tanto! Per questo ho cercato un notaio più economico su questo ...
Mario L. Utile e veloce, ogni promessa è stata mantentuta e addirittura superata, il Notaio mi ha risposto 4 ore dopo ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Luca M. Non è facile trovare il notaio meno caro a Roma, ma questo sito mi ha aiutato. ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Cosa si paga al momento del rogito?

Pagamenti dal Notaio

quali sono i pagamenti da sostenere al rogito peer comprare casaQuando si deve procedere alla stipula di un atto notarile, la principale preoccupazione per l’acquirente e per le parti in generale è relativa alla spesa da affrontare. Quando parliamo di spese ci riferiamo non solo alla somma da versare al Notaio a titolo di onorario nonché di spese fiscali, bensì anche ai pagamenti che vengono effettuati dalle parti e che trovano causa nell’atto rogitato.

I pagamenti da effettuare sono vari e devono essere eseguiti in alcuni casi anche prima del rogito, ma la maggioranza delle somme sono da versare il giorno della stipula. Questo cambia a seconda dell’atto da stipulare ovviamente, per cui prendiamo in considerazione in primo luogo il tipico atto di compravendita finalizzato all’acquisto di una casa. Cosa si paga al momento del rogito e cosa invece si può pagare prima o addirittura dopo.

Pagamenti in caso di acquisto

Qualora le parti si rechino dal Notaio per stipulare un atto di tipo oneroso, quale la compravendita, è necessario effettuare dei pagamenti. Una persona acquista una casa per un corrispettivo in denaro che viene pagato al momento del rogito davanti al Notaio. Tale pagamento avviene solitamente alla fine della lettura dell’atto, prima delle firme finali e può essere corrisposto con i diversi mezzi di pagamento concordati dalle parti. Per cui può avvenire la consegna dell’assegno, oppure della copia del bonifico o nei casi in cui sia consentito dalla legge per pagamenti minori, anche in contanti.

Non sempre si paga tutto il prezzo al momento del rogito, in quanto molto spesso le parti prima della compravendita redigono un compromesso, ovvero un contratto preliminare. In quella sede di solito vengono versati degli acconti, che saranno poi imputati al prezzo finale. In questo caso parte di pagamento viene effettuata anche prima del rogito.

Disciplina antiriciclaggio

Dal 2006 è in vigore la disciplina antiriciclaggio in virtù della quale in sede di atto notarile è necessario controllare tutti i pagamenti, attraverso l’inserimento nell’atto di tutti i dati degli assegni o dei diversi mezzi utilizzati. È necessario, inoltre, far sottoscrivere alla parte che ha versato in denaro una dichiarazione in carta semplice con la quale la stessa dichiara di avere versato una determinata somma di denaro a favore del venditore davanti al Notaio; occorre dichiarare altresì come è stata percepita ( ad esempio, somma presa da stipendio, da attività di impresa, da donazione ecc.). In questo modo si consente una maggiore tracciabilità dei pagamenti, garantendo nel complesso maggiore certezza a tutta l’operazione.

Può avere spese il venditore?

Sappiamo che colui che affronta le spese in caso di acquisto di una casa ovvero di atto di compravendita è l’acquirente. Anche in questo caso, tuttavia, è possibile che il venditore sia chiamato ad effettuare qualche pagamento al momento del rogito. L’ipotesi più classica e anche molto diffusa riguarda l’ipotesi in cui il venditore venda una casa che ha ricevuto in eredità.

In questo caso, spetta a lui pagare la spesa della trascrizione dell’accettazione tacita dell’eredità, ovvero un adempimento necessario per potere successivamente trascrivere l’atto di compravendita senza che vi siano stralci nella successione degli acquisti immobiliari. La spesa va dai 400 ai 600 euro a seconda dei casi.

Pagamenti al momento del rogito di altri atti

Dal Notaio non ci si reca solo per stipulare un atto di compravendita, per cui il pagamento che avviene davanti al Notaio non si limita ad essere quello del prezzo di acquisto. In primo luogo, è possibile stipulare atti di tipo societario. Se si tratta di un atto costitutivo di società, ad esempio, i soci si recano dal Notaio per dare vita ad una nuova società e devono versare i conferimenti iniziali.

Può accadere che prima della stipula i soci abbiano già provveduto ad effettuare i bonifici su un unico conto, poi intestato alla società. Provvederanno, quindi, a portare copia di questi pagamenti al Notaio, che a sua volta ne farà menzione nell’atto. Al contrario, le parti potrebbero decidere di effettuare il pagamento davanti al Notaio sia dei conferimenti iniziali, che di quelli successivi. Si pensi ad esempio al verbale di aumento di capitale: i soci decidono di aumentare il capitale della società versando nuovi conferimenti. Tali conferimenti se sono in denaro verranno pagati al momento del rogito.

Atti senza alcun pagamento tra le parti

Oltre agli atti dal contenuto oneroso, è possibile stipulare anche atti che non prevedono pagamenti tra le parti. In questi casi occorre solo pagare la spesa del Notaio. Si pensi agli atti relativi alle successioni ereditarie, tra cui il testamento pubblico. Ancora, se i coniugi si recano dal Notaio per stipulare un fondo patrimoniale con cui vincolano uno o più beni al soddisfacimento dei bisogni della famiglia, non devono alcun pagamento. Gli atti con cui i coniugi decidono di modificare il proprio regime patrimoniale, prevedendo ad esempio la separazione dei beni in luogo della comunione legale, non danno luogo a pagamento tra le parti. Infine, anche gli atti a titolo gratuito, quali la donazione, prevedono solo il pagamento delle spese notarili ma nessun pagamento tra le parti.

Pagamento delle spese notarili

Oltre ai pagamenti tra le parti, l’acquirente o la parte dovuta deve pagare al momento del rogito le spese notarili. Le spese notarili, in virtù del preventivo precedentemente fornito alle parti, comprendono sia l’onorario del Notaio più IVA, sia le spese fiscali. Ad esempio, nell’onorario è compresa l’imposta di registro per l’acquisto di una casa. Questo pagamento avviene complessivamente a favore del Notaio  con bonifico oppure con assegno e non viene suddiviso. Ciò vuol dire che il Notaio riceve in un’unica somma sia l’onorario (comprendente anche le spese di visure e altro), sia le spese fiscali. Sarà lui stesso successivamente a versare nelle casse dello Stato le imposte pagate dai privati.

richiesta preventivo notaio online
Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.
Potrebbe interessarti:
Per il NotaioEquo Compenso NotaioIl Notaio Che CambiaIl Notaio di FiduciaCompetenza e Libera ConcorrenzaQuando si paga Notaio
richiesta al notaio