Può donare il beneficiario di amministrazione di sostegno?

Beneficiario di amministrazione di sostegno

puo donare il beneficiario di amministrazione di sostegnoQuando si parla di amministrazione di sostegno si fa riferimento a una tutela giuridica prevista dalla legge in favore di soggetti che, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.

Attualmente tale istituto è molto utilizzato in quanto permette di personalizzare la tutela attraverso un decreto su misura in base alla situazione in cui si trova il beneficiario.

Il beneficiario di amministrazione di sostegno, se nel provvedimento di nomina non sono state previste le limitazioni proprie dell’interdetto, ad esempio, può personalmente fare testamento, può contrarre matrimonio e riconoscere un figlio naturale. Ma può fare una donazione dal notaio? Vediamolo insieme.

Cosa può fare dal notaio il beneficiario di amministrazione di sostegno

Una domanda molto frequente, che viene posta al notaio una volta che viene nominato dal giudice tutelare un amministratore di sostegno, è quali sono gli atti che un beneficiario di amministrazione di sostegno può compiere dal notaio.

Non è possibile dare una risposta univoca in quanto, a differenza di altre forme di tutela, è di particolare importanza il decreto di nomina e il suo relativo contenuto. Infatti tale documentazione rappresenta il punto di riferimento per comprendere quale siano gli atti che possono essere compiuti dalla persona tutelata da sola, senza l’assistenza di alcuna persona, così come quali siano, invece, gli atti per i quali sia necessario l’assistenza o la rappresentanza dell’amministratore di sostegno.

Chi può fare la donazione

Nell’ambito delle donazioni il legislatore è molto preciso nell’affermare che i soggetti dichiarati incapaci come i minori, gli interdetti e gli inabilitati, non possono effettuare le donazioni.

Si tratta di frenare la cosiddetta prodigalità, evitando che si spoglino di beni spontaneamente, senza avere la piena contezza e consapevolezza dell’atto che si sta compiendo. Discorso diverso, alla luce anche degli ultimi orientamenti della Corte di Cassazione, merita il beneficiario di amministrazione di sostegno, come adesso vedremo.

Perché il beneficiario di amministrazione di sostegno può donare?

Come già anticipato in favore dell’amministrazione si sostegno sono previste delle tutele cucite su misura, a seconda del tipo di problematica che presenta la persona: talvolta viene nominato anche soltanto per un’assistenza ad alcuni atti, in virtù di patologiche condizioni fisiche che non consentono di essere nelle migliori condizioni.

Di recente si è affermato più volte, all’interno delle decisioni dei giudici sia di Corte di Cassazione, che della Corte Costituzionale, che il beneficiario di amministrazione di sostegno deve essere considerato di regola come un soggetto capace.

Tale affermazione ribalta alcuni precedenti orientamenti: in passato era diffuso l’orientamento che negasse la possibilità al beneficiario di amministrazione di sostegno di donare, in quanto l’atto di donazione implica un impoverimento dello stesso, senza ricevere alcun corrispettivo e non sempre può avere la capacità di comprendere l’atto che si sta compiendo.

Beneficiario di amministrazione di sostegno e donazione

In virtù di un nuovo orientamento, il beneficiario di tale forma di tutela conserva la capacità di donare, salvo eventuali espresse limitazioni del provvedimento di ci sono norme che lo vietino. Come abbiamo visto, infatti, il decreto di nomina rappresenta il documento da controllare per comprendere quali siano gli atti che possono essere compiuti senza l’assistenza, con l’assistenza o anche in rappresentanza.

Come si fa la donazione del beneficiario di amministrazione di sostegno

Al pari di qualsiasi altra donazione se il beneficiario di amministrazione di sostegno vuole compiere tale atto deve recarsi dal notaio per firmare l’atto insieme al donatario, ossia a colui che riceve la donazione.

Naturalmente è obbligatoria la presenza di due testimoni che devono avere i requisiti previsti dalla legge notarile: in particolare si deve trattare di due persone che non siano interessate all’atto e che abbiano tutte le caratteristiche previste dalla legge, tra cui non essere parenti delle parti entro un determinato grado.

Tipi di donazione del beneficiario di amministrazione di sostegno

Una volta affermato che il beneficiario di amministrazione di sostegno può effettuare le donazioni dal notaio, senza l’assistenza dell’amministratore di sostegno, in quanto previsto dal decreto di nomina, questi può effettuare qualsiasi atto di liberalità, che abbia ad oggetto del denaro, oppure dei beni immobili, come locali commerciali, terreni e case.

Ciò che quindi va necessariamente controllato è il decreto di nomina che rappresenta la chiave indispensabile per comprendere quali siano gli atti da poter compiere, senza l’assistenza dell’amministratore di sostegno.

Quanto costa la donazione del beneficiario di amministrazione di sostegno

La donazione è un atto molto diffuso nella prassi, principalmente in ambito familiare, in quanto consente di raggiungere alcuni effetti, anticipando la successione della persona che intende donare. A tal proposito nel caso in cui si tratti di parenti molto stretti, come ad esempio parenti in linea retta, da padre a figlio, è possibile risparmiare in quanto la legge prevede delle imposte e delle tasse differenti.

Indipendentemente se sia una persona beneficiaria di amministrazione di sostegno o sia una persona pienamente capace, è sempre opportuno rivolgersi a un notaio per un preventivo notarile, in quanto si avranno le idee chiare sui costi da sostenere.

Tramite questa piattaforma è possibile richiedere un preventivo gratuito notarile senza dover assumere alcun tipo di impegno, né dover pagare costi di registrazione e iscrizione. In pochi brevi passaggi, si potrà richiedere un preventivo nella città italiana che si preferisce in modo totalmente gratuito entrando in contatto diretto con un notaio senza alcuna intermediazione.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio