inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Marco E. Volevo capire il costo di un notaio a Milano: sono davvero elevati! Per fortuna ho potuto confrontare diversi ...
Andrea S. Avevamo il dubbio che l'agente immobiliare ci abbia proposto un cambio di notaio per suoi vantaggi economici. ...
Vito s. Lo trovo molto efficiente e semplice per la ricerca e aiuto sui quesiti da sottoporre. Ottimo,grazie. ...
Andrea G. L’iniziativa mi sembra interessante per chi, come me, non ha frequenti contatti con la categoria dei notai. ...
Felice T. Posso dire che grazie a voi ho risparmiato.. Ho scelto un vostro notaio ma per poco non cedevo ai pressanti co ...
Veronica B. Io e il mio marito stavamo cercando un notaio per la prima casa di nostro figlio, dato che, pur essendo ancora ...
Giorgia La. Avevo assolutamente bisogno di un notaio economico, un notaio che mi facesse spendere il meno possibile e sono ...
Martina F. Avevo bisogno di una informazione semplicissima: qual è il costo del notaio per due atti? NotaioFacile.it mi ...
Alessia I. Sono responsabile della getione burocratica delle pratice per una coperativa. Stavamo cercando un nuovo notaio ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Come risparmiare sul costo del Notaio?

I costi dell’atto notarile

come è possibile risparmiare sul costo del notaioPrima di analizzare i possibili percorsi da intraprendere per effettuare un rogito notarile con una spesa minore, occorre fare alcune premesse. Il ruolo del Notaio è quello di garantire certezza, affidabilità e pubblica fede all’atto che si sta per stipulare, offrendo una serie di controlli e di verifiche formali e normative che rendono il rogito inattaccabile.

Questa professionalità richiede una serie di attività da svolgersi sia prima che dopo l’atto, pertanto se ci si vuole assicurare la buona riuscita dell’operazione non si può pensare solo al risparmio. Occorre affidarsi a professionisti, nelle cui mani spesso vengono messe pratiche contrattuali particolarmente complesse e farraginose. Una volta stabilito questo assunto, occorre comprendere quali siano esattamente le spese da pagare per un rogito notarile, prima in generale e poi con riferimento ad ogni singolo atto.

La spesa del Notaio: le imposte e l’onorario

Spesso non si ha una concezione realistica di come sia composta la somma da pagare al Notaio. Il preventivo infatti si compone di una parte legata alle imposte da versare allo Stato, delle quali il Notaio è sostituto d’imposta. Ciò significa che egli riceve il pagamento delle imposte per conto dello Stato e poi provvede regolarmente a versarle. Non tutto ciò che diamo al Notaio rimane nelle sue tasche e soprattutto quanto richiesto a fini fiscali non può essere modificato perché è previsto dalle norme di legge.

Se ad esempio si acquista una seconda casa, se non si procede come vedremo ad alcuni adempimenti preliminari (quali rivendere la propria prima casa se ci sono le condizioni) non ci si potrà esimere dal pagare l’imposta di registro al 9% del valore catastale della casa. Per quanto concerne l’onorario, invece, esso deve porsi entro alcuni ranghi stabiliti dalle regole professionali e il risparmio eventuale è rimesso nelle mani del Notaio.

Come risparmiare sull’acquisto di una casa?

In primo luogo, per risparmiare sull’acquisto di una casa, il primo passo da compiere è realizzare il minor numero di atti. Cosa vuol dire? Spesso nel corso delle contrattazioni è necessario stipulare altri atti prima di giungere alla compravendita vera e propria. Questo accade, ad esempio, quando si intende stipulare anche il c.d. compromesso per atto pubblico. Il compromesso, altrimenti detto contratto preliminare, si stipula per atto pubblico dal Notaio quando l’affare ha un valore particolarmente elevato, al quale corrisponde un acconto altrettanto elevato.

Se ad esempio si acquista una casa per un milione di euro e si offre come acconto una somma pari a 150.000 euro, è sconsigliato affidarsi a una semplice scrittura privata per attestare ciò e si fa ricorso al rogito per il preliminare. Se invece il costo della casa è minore e ad esempio l’acconto è di poche migliaia di euro, si potrebbe anche valutare l’idea di affidarsi alla controparte e quindi andare dal Notaio solo per il rogito di compravendita, provvedendo al compromesso per scrittura privata.

Cosa risparmiare usufruendo delle agevolazioni fiscali

Quando si parla di risparmiare sui costi dell’atto notarile, una strada è quella di informarsi in anticipo sulle possibilità di ottenere delle agevolazioni fiscali. Il Notaio non può deliberatamente decidere di far ottenere un risparmio alla parte, modificando quelle che sono le imposte richieste dalla legge. Tuttavia, lo Stato garantisce ai cittadini molto spesso delle agevolazioni fiscali, per ottenere le quali occorre essere in possesso di determinati requisiti.

Per questo motivo è molto importante effettuare prima dell’atto un colloquio con il Notaio, il quale ha il dovere di informare le parti di tutte le modalità per ottenere le agevolazioni fiscali e pagare di meno. Ad esempio, qualora si sia già in possesso di una prima casa, il Notaio renderà le parti edotte della possibilità di rivendere la stessa, qualora non sia stata acquistata da più di cinque anni, per potere usufruire delle agevolazioni prima casa sul nuovo acquisto, pagando solo il 2% del valore catastale.

Risparmio sulla scelta dell’acquirente

Molto spesso capita che due coniugi o due conviventi vogliano acquistare casa nella quale stabilire la loro futura abitazione. In questo caso, possono essere varie le modalità per risparmiare, a seconda del soggetto al quale intestare la casa. Ovviamente le parti devono essere d’accordo ad accettare eventualmente un acquisto anche da parte di un solo componente della coppia.

Se ad esempio solo uno dei due ha i requisiti per potere acquistare come prima casa, perché l’altro è già titolare di una casa acquistata con le agevolazioni, il Notaio potrà consigliare l’acquisto solo a uno dei due, utilizzando altri metodi per tutelare la propria posizione giuridica all’interno del rapporto coniugale o di convivenza, relativamente ad esempio al diritto di abitazione. In questo modo potrebbe esservi un risparmio sulle imposte. Al contrario, le parti potrebbero preferire un pagamento maggiore pur di divenire entrambi proprietari.

Risparmio sul tipo di atto notarile

Il ruolo del Notaio è quello di consigliare alle parti il tipo di atto che corrisponda nel migliore dei modi alle esigenze delle parti. Tuttavia, è vero che ci sono contrattazioni strutturate in modo da risultare più costose delle parti, altre invece meno esose. Se la parte, ad esempio, chiede al Notaio di volere attribuire la propria casa gratuitamente al proprio figlio, ciò può realizzarsi con donazione oppure con testamento.

Se la parte titolare è molto anziana, il Notaio potrebbe consigliarle un testamento, con un ingente risparmio di spesa sull’imposta di donazione. Ancora, per evitare le spese di una divisione futura, il Notaio potrebbe consigliare un testamento con un’attribuzione divisionale, in modo da consentire agli eredi di risparmiare le imposte sulla divisione. In sostanza, anche il tipo di atto può essere determinante in termini di risparmio, sempre che ciò avvenga nel rispetto delle norme di legge sulle quali il Notaio potrà basare la propria scelta.

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
Cerca NotaioTrova NotaioQuando contattare il NotaioCosa chiedere al NotaioPrima volta dal Notaio
richiesta al notaio