inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Antonio N. Grazie per la possibilità che mi avete dato di poter fissare un appuntamento con il notaio. Dopo l'incontro h ...
Paolo. V. Davvero veloce, avevo urgenza di Trovare il Notaio per una separazione dei beni, dopo aver ricevuto il prevent ...
Mauro M. Trovare un notaio economico a Milano non è cosa facile.. Tutto sommato sono riuscito nel mio intento e sono s ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Emma V. Il Notaio mi ha risposto poche ore dopo l'invio della richiesta, ho fissato un incontro e chiarito molti dubbi ...
Giovanni C. Buongiorno, se avrò risposta il sito è ECCEZIONALE siete stati veramente in "forti" Cordiali saluti ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Davide D.L. Mi chiedevo se esistono gia le tariffe notarili del 2015. in effetti ho visto che non ci sono piu le tariffe e ...
Stefano E. Grazie NotaioFacile per avermi messo in contatto con il Notaio che mi ha spiegato tutto quello che avevo bisog ...
Silvio T. Buongiorno, io abito a Roma e grazie a NotaioFacile ho trovato uno Studio Notarile a Roma peraltro a meno di u ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Atti di rogito e di mutuo: cosa sono e perché bisogna rivolgersi al Notaio

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

State per comprare casa? Allora avrete sicuramente sentito parlare di due diversi atti notarili che dovete fare: l’atto di rogito e – con tutta probabilità – l’atto di mutuo. Ecco in cosa consistono

Se siete in procinto di comprare casa, tra le diverse incombenze da mettere in calendario avrete sicuramente previsto anche l’atto di rogito (obbligatorio per legge per le compravendite immobiliari) e l’atto di mutuo (che serve naturalmente solo se abbiamo bisogno di aprire un mutuo per comprare l’abitazione). Ma sappiamo esattamente in cosa consistono questi due atti? E perché dobbiamo rivolgerci al Notaio? Ecco alcune indicazioni per comprendere meglio cosa andremo a fare (fatta salva la consulenza del professionista che, lo ricordiamo, è sempre di fondamentale importanza e non può in alcun modo essere sostituita da informazioni raccolte in proprio, anche perché ogni caso è diverso e presenta delle sue particolarità).

L’atto di rogito dal Notaio per l’acquisto di un’abitazione

Per comprare una casa, ormai lo sappiamo, bisogna andare dal Notaio per l’atto di rogito: di cosa si tratta? Cosa contiene? L’atto di rogito è un atto pubblico (in quanto redatto da un pubblico ufficiale, il Notaio appunto) che sancisce agli occhi dello Stato il passaggio di un immobile (sia esso villa, villetta, appartamento o altro) dal vecchio proprietario al nuovo proprietario. Perché sia valido deve essere regolarmente registrato (cosa che viene fatta a cura del Notaio stesso). Si tratta di un atto molto importante perché serve sia a determinare chi ha preso parte al contratto, sia a identificare l’immobile oggetto di compravendita, sia perché va infine a tracciare quella che potremmo definire la storia di quell’immobile, che rimarrà così registrata per i decenni e anche i secoli a venire.

L’atto di rogito contiene infatti tutte le informazioni salienti, scritte in modo che non vi possano essere dubbi sulla loro interpretazione e fanno prova di quanto concordato e sottoscritto: è per questo motivo, ad esempio, che è d’uso che il Notaio legga il testo dell’atto davanti a tutti coloro che sono coinvolti nell’atto stesso (quindi la parte venditrice e la parte acquirente, poco importa che si tratti di una o più persone per parte o di un soggetto giuridico, quindi una società, per la quale interverrà un rappresentante), che devono prestare la dovuta attenzione, e si accerterà che quanto qui riportato corrisponda alla volontà dei convenuti. L’atto verrà quindi sottoscritto da tutti, compreso il Notaio, su tutte le pagine e sarà una prova ufficiale degli accordi sulla compravendita.

L’atto di mutuo dal Notaio per l’acquisto di un’abitazione

Un altro atto notarile molto comune quando si tratta di compravendita immobiliare è l’atto di mutuo, in quanto difficilmente le famiglie hanno a disposizione tutta la cifra necessaria al pagamento dell’intero costo di un’abitazione e chiedono dunque l’intervento di una banca per recuperare il denaro necessario. Denaro che viene dunque erogato dalla banca per lo specifico scopo dell’acquisto dell’abitazione e che sarà a questa restituito in rate così come concordato dal cosiddetto piano di ammortamento, cioè il piano che definisce quando e quanto bisognerà pagare, ivi compresi gli interessi, per rientrare del prestito fatto.

Non entreremo qui nel merito dei mutui – che possono essere a tasso fisso, a tasso variabile, a tasso misto, sull’intero valore dell’abitazione o solo su una parte, richiedono una serie di procedure da parte della banca e determinate garanzie finanziarie da parte del richiedente e così via – ma ci concentreremo sulla parte che ci interessa qui: quella del Notaio. L’atto di mutuo, così come quello di rogito, deve essere redatto dal Notaio, letto in presenza delle parti coinvolte (in questo caso di norma l’acquirente e un rappresentante dell’istituto di credito), sottoscritto da queste e dal Notaio stesso e quindi registrato.

L’atto di mutuo conterrà gli estremi identificativi dei convenuti, i dati dell’abitazione oggetto di mutuo, la cifra erogata, gli accordi presi per la sua restituzione e così via. Come nel caso dell’atto di rogito, si tratta dunque di un documento ufficiale di grande importanza, che fa prova di quanto è avvenuto anche in caso di controversie.

Perché bisogna rivolgersi al Notaio per atto di rogito e atto di mutuo

Da quanto detto sopra, risulta evidente la ragione fondamentale per cui la legge prevede che per una compravendita immobiliare e per un finanziamento per l’acquisto di un immobile ci si debba rivolgere al Notaio per due atti specifici: l’atto di rogito e l’atto di mutuo, appunto.

Il Notaio ha infatti tra le altre cose anche una specifica funzione di tutela del cittadino in caso di azioni di grande importanza sociale ed economica, come evidentemente l’acquisto di una casa è.

Inoltre non dimentichiamoci che il Notaio funge tra le altre cose anche come garante di legalità e sostituto d’imposta: da una parte è dunque garanzia che quanto avviene al suo cospetto sia rispettoso della legge in tutto e per tutto, dall’altra provvederà a riscuotere per conto dello Stato una serie di tasse e imposte.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio