inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Mario M. È la prima volta che uso notaio facile e spero mi sia d'aiuto anche per risparmiare sulle spese dell'atto. Ri ...
Valentina R. Mi sembra una buona idea dare un servizio on line, riduce e facilita i tempi, e spero anche i costi, grazie pe ...
Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Nicoletta C. Non sapendo a chi rivolgermi grazie a voi ho fissato un appuntamento con il Notaio per avere una consulenza gr ...
Marzia N. Facile e intuitivo, davvero un sito ben fatto. ...
Matteo V. Cercavo online un notaio per la compravendita e grazie a questo sito ho potuto scegliere tra diversi notai a N ...
Stefano E. Grazie NotaioFacile per avermi messo in contatto con il Notaio che mi ha spiegato tutto quello che avevo bisog ...
Sara S. Volevo confrontare i preventivi di un notaio con quelli che ha fornito il mio notaio di zona. Ho inviato i det ...
Concetta U. Come trovare il Notaio Low cost? ho provato su internet e ho visto alcuni studi della mia citta con scritto st ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Quanti soldi servono davvero per aprire una società

Quanti soldi servono davvero per aprire una società

Aprire una società dal notaio

Quando si decide di avviare un’attività commerciale in forma collettiva bisognerà ricorrere al notaio per aprire una società. La legge offre diversi modelli di società da poter prendere in considerazione e ognuno di essi ha delle precise caratteristiche che possono soddisfare o meno le aspettative di coloro che sono in procinto di costituire una società.

Scegliere il tipo di società adatto alle proprie esigenze è sicuramente un passo importante e per questo è sempre opportuno rivolgersi alle persone giuste esperte nel settore, come il notaio, per evitare di compiere errori proprio nella fase iniziale. Uno dei problemi principali che ci si pone è: quanti soldi servono per aprire una società? Analizziamolo insieme.

Costo reale per apertura società dal notaio

L’apertura di una società inizialmente può spaventare in virtù dei costi che bisognerà affrontare sia in sede di atto costitutivo dal notaio, sia nel corso dell’attività sociale per il mantenimento della stessa. È possibile rivolgersi a un notaio per un preventivo notarile anche grazie a questa piattaforma in modo da avere un quadro chiaro della situazione.

Tuttavia non c’è da preoccuparsi in quanto la legge con il passare degli anni ha sempre favorito la diffusione e il rilancio di attività sottoforma societaria, offrendo delle opportunità di risparmio e anche di semplificazione della procedura.

Quanti soldi servono davvero per aprire una società

Molte persone pensano che per aprire una società sia necessario avere grandi capitali e somme di denaro elevate in quanto proprio al momento dell’apertura della stessa, ossia in sede di atto costitutivo dal notaio, bisognerà versare del denaro nelle casse sociali o attribuire dei beni alla società.

Aprire una società può essere molto più semplice ed economico di quel che si possa immaginare perché la legge solo per le società per azioni in particolare, stabilisce un capitale minimo di 50.000 euro. Per altri tipi di società, invece, potrà anche versarsi soltanto un euro.

Aprire una s.r.l. a 1 euro dal notaio

La legge per favorire l’apertura delle società a partire dal 2012 ha dato la possibilità di aprire s.r.l. (società a responsabilità limitata) anche conferendo, ossia attribuendo alla società, un solo euro. Che cosa vuol dire questo? Significa che i soci possono liberamente scegliere la cifra del capitale sociale in un momento iniziale senza dover sottostare a particolari restrizioni e a versamenti importanti.

Ciò non esclude che nel corso del tempo qualora vogliano modificare la cifra del capitale sociale, possano farlo, aumentando il capitale sociale con una delibera dell’assemblea dei soci: in quella sede potranno versare altre somme di denaro o dare dei nuovi beni (mobili o immobili) che possano avere un valore economico, attestato da un perizia giurata di stima.

Qual è il capitale giusto in una società

Prima di aprire una società ci si interroga sempre su quale sia la cifra giusta del capitale sociale da inserire nell’atto costitutivo in quanto i soci al momento della costituzione sono tenuti a versare delle somme di denaro chiamate conferimenti. Possono tuttavia decidere che i conferimenti siano rappresentati da beni diversi dal denaro e in questo caso a seconda del tipo di società, di persone o di capitali, bisognerà dare un valore agli stessi.

Cosa si può dare alla società all’ apertura

In sede di apertura di una società i soci devono effettuare dei conferimenti, ossia devono dare qualcosa per formare il cosiddetto capitale sociale. Nelle società di persone (ossia nelle società semplici, società in accomandita semplice e nelle società in nome collettivo) è possibile sia versare del denaro nelle casse sociali, sia apportare beni (si pensi al caso in cui venga trasferito in favore della società un locale in cui avverrà la produzione dei beni).

Stesso discorso può farsi anche per le s.r.l., ma in questo caso bisognerà essere più attenti al procedimento previsto dalla legge. In ogni caso la legge anche nel caso in cui un socio non abbia né soldi, né beni da conferire in società, può partecipare anche dando un contributo come la sua opera. Nel gergo giuridico si parla di conferimento d’opera, ma è importante sapere che non è un tipo di apporto inferiore, ma ha proprio lo stesso valore giuridico di una somma di denaro che viene immessa nelle casse sociali.

Come si modifica il capitale sociale dal notaio

Il capitale sociale si modifica con atto pubblico notarile: i soci convengono di riunirsi in assemblea davanti al notaio allo scopo di adottare i provvedimenti che ritengono più consoni per la società. Il verbale redatto dal notaio può essere redatto contestualmente all’assemblea o in un secondo momento. Le modifiche possono essere adottate nelle società di capitali con la maggioranza dei consensi, mentre nelle società di persone è necessario il consenso di tutti i soci, salvo diversa previsione dell’atto costitutivo.

Differenze tra capitale sociale e patrimonio

Il capitale sociale si distingue dal patrimonio sociale dal punto di vista concettuale.

Al momento della costituzione della società, ossia della sua apertura, il capitale sociale e il patrimonio possono coincidere perché la società non ha ancora iniziato la sua attività, non avendo ancora registrato né utili né perdite.

Nel corso del tempo, invece, la società potrebbe registrare delle perdite (ossia delle passività) ed è proprio per questo che capitale e patrimonio assumono dei valori differenti e talvolta anche la cifra del capitale sociale viene adeguata alle variazioni del patrimonio sociale. Si pensi al caso in cui il patrimonio sia stato eroso dalle perdite e si debba adeguare la cifra del capitale sociale i in quanto il patrimonio è oggetto di continui cambiamenti proprio per l’attività che la società svolge.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio