inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Paolo. V. Davvero veloce, avevo urgenza di Trovare il Notaio per una separazione dei beni, dopo aver ricevuto il prevent ...
Loris D. Davvero facile la compilazione e chiare le spiegazioni, Complimenti per il servizio. ...
Rocco A. Spero che questo servizio aiuti altre persone che come mè erano alla ricerca del Notaio, Complimenti e buon l ...
Riccardo F. Ho visto il sito e ho notato che i notai si occupano di moltissime attività. Dato che avrei bisogno della con ...
Gabriele Di. Ho ricevuto in eredità da un lontano parente un terreno in provincia di Perugia. I notai di NotaioFacile sono ...
Alessandro D. Ho chiesto ai miei colleghi e amici se conoscevano un notaio economico a Torino che si occupa di compravendita ...
Chiara F. La presente per rigraziarvi, ho ottenuto disponibilità dal Notaio per un colloquio nel quale ho chiarito dive ...
Tommaso R. Trovare il Notaio su Internet: possibile e comodo E’ il primo approccio, non sapevo che esistesse un serviz ...
Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Sabrina F Il Miglior modo per chi cerca il Notaio e vuole Risparmiare.
Non credevo fosse possibile trovare anche ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Acquisto casa: che vuol dire immobile soppresso?

Acquisto casa: che vuol dire immobile soppresso?

Acquisto casa dal notaio e controlli

Quando si compra una casa o un qualsiasi altro immobile, è importante affidarsi sin da subito a un notaio, affinché analizzi e studi le documentazioni opportune, per poter procedere in modo spedito e sereno fino al rogito di acquisto definitivo.

Può accadere che quando il notaio o il tecnico effettui una visura catastale, ossia un controllo dal punto di vista catastale sull’immobile e ci si imbatta in una dicitura come “immobile soppresso”.

Molte persone dinanzi a questa affermazione sono spaventate e pertanto chiedono spiegazioni e delucidazioni in merito, al fine di compiere il proprio investimento immobiliare in totale sicurezza.

Vediamo cosa significa, cosa può essere accaduto nel corso del tempo e perché nella maggior parte dei casi non c’è da preoccuparsi.

Come sapere se l’immobile è stato soppresso al Catasto

Per capire se l’immobile sia stato soppresso al Catasto e quindi sia avvenuta la cancellazione definitiva dei dati identificativi del fabbricato, occorre eseguire una visura catastale per immobile indicando i dati soppressi.

Una domanda che viene posta frequentemente al notaio, è cosa sia una visura catastale per verificare l’eventuale soppressione dell’immobile. La risposta è molto semplice in quanto si tratta di un documento che contiene i dati degli immobili registrati al Catasto. Come vedremo adesso, le visure possono essere di vario tipo: per soggetto, per immobile, attuali o storiche.

Visura catastale per immobile e per soggetto

La visura catastale può essere effettuata per immobile, ossia mediante la ricerca specifica di un fabbricato al Catasto dei Fabbricati.

Come tutti i tipi di visure può essere sia attuale che storica: la prima indica lo stato catastale dell'immobile al momento della richiesta, mentre la seconda riporta tutte le variazioni eventuali e modifiche avvenute nel corso degli anni, (compresa la soppressione).

La visura catastale per soggetto, invece, prevede un tipo di ricerca, svolta inserendo il nominativo della persona. In altre parole con la visura catastale per soggetto, lo scopo è quello di conoscere tutti gli immobili che si trovano intestati a una determinata persona fisica o anche una società.

Anche la visura catastale per soggetto può essere storica, sia nel formato analitico che sintetico: in tal caso si potrà conoscere la storia degli immobili intestati a quella determinata persona ricercata.

Nella visura attuale, invece, è possibile ritrovare i dati anagrafici del soggetto, così come il numero degli immobili iscritti ala Catasto dei Fabbricati e al Catasto dei Terreni.

Che cos’è una variazione catastale

La variazione catastale ossia la modifica di un determinato elemento al Catasto inerente all’immobile oggetto di acquisto viene effettuata da un tecnico abilitato che propone la domanda di correzione al Catasto a seguito di uno dei casi, che adesso vedremo, o semplicemente a seguito di lavori di ristrutturazione.

La variazione catastale avviene mediante il metodo DOCFA che consente di procedere all’aggiornamento catastale, al fine di procedere al rogito di acquisto della casa in modo corretto.

Gli eventuali errori possono essere ravvisati proprio dal notaio in sede di controllo, quando al colloquio vengano consegnate le documentazioni e vengano spiegate le caratteristiche della casa, nonché la storia dell’immobile, intesa come evoluzione e cambiamento dal punto di vista strutturale, edilizio e catastale.

Soppressione per unione o frazionamento

La soppressione di un subalterno, può avvenire per diverse ragioni, ma generalmente viene realizzata in virtù di pratiche di fusione di unità immobiliari o di frazionamento, che comportano in prima istanza la soppressione del vecchio identificativo catastale in favore di nuovi generati.

Ad esempio, può accadere che un immobile identificato con il sub 1, venga frazionato in due unità immobiliari che pertanto acquisiranno l’identificazione di sub 2 e sub 3 con contestuale soppressione del sub 1.

Stesso discorso può verificarsi nel momento in cui due unità immobiliari generino un nuovo immobile con dei nuovi dati catastali, generando pertanto anche la presentazione di una nuova planimetria che raffiguri il fabbricato.

Soppressione immobile per demolizione

Un altro caso che può verificarsi di soppressione di un immobile al Catasto è quando, in casi estremi, sia stato oggetto di demolizione. Si pensi al caso in cui vi sia stato un ordine di abbattimento oppure per altre ragioni sia stato necessario ricorrere alla demolizione.

Pertanto in questi casi bisogna precisare che il termine “soppressione” è avvenuto sia al Catasto, così come nella realtà, in virtù dell’assenza del fabbricato sul suolo.

Differenza tra variazione e soppressione

Oltre alla soppressione dell’immobile al Catasto, si parla anche di variazione catastale. Esistono tuttavia delle differenze: in linea generale vengono soppressi i subalterni oggetto di ampliamento, fusione, demolizione, anche parziale e quando si verifica un cambio di destinazione d’uso.

Per le variazioni catastali che riguardano solo gli spazi interni, di ultimazione di fabbricato, che non comportino ampliamenti o modifiche delle dimensioni l’unità immobiliare si riporta in variazione.

Variazioni catastali di ufficio

Oltre alle variazioni catastali che avvengono in virtù di una modifica effettuata, ad esempio, dai titolari dell’immobile, esistono le cosiddette variazioni di ufficio.

Le variazioni d'ufficio sono eseguite direttamente dall'ufficio competente e riguardano soppressioni dovute ad una semplice bonifica di identificativo catastale, come un cambio di foglio dovuto ad un allineamento o riordino delle mappe catastali del comune, il cambio di Comune catastale attraverso la migrazione da altro territorio comunale o di una sezione di appartenenza.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio