inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Silvia De. La procura di un notaio non può costare così tanto! Per questo ho cercato un notaio più economico su questo ...
Girolamo G. Egregio Signori, Il vostro servizio è estremamente utile alla gente comune che di questi tempi è alle prese ...
Paolo. V. Davvero veloce, avevo urgenza di Trovare il Notaio per una separazione dei beni, dopo aver ricevuto il prevent ...
Piarangelo T. Tac! Cercavo il Notaio e lo ho trovato dopo 2 ore.. Ottimo ...
Andrea G. L’iniziativa mi sembra interessante per chi, come me, non ha frequenti contatti con la categoria dei notai. ...
Alessia I. Sono responsabile della getione burocratica delle pratice per una coperativa. Stavamo cercando un nuovo notaio ...
Errico C. Grazie! Non sapevo dove sbattere la testa e questo servizio è stato davvero utile. ...
Gianca B. Ho trovato il Notaio con un click.. SUPER! Solo una parola :) SUPER Non mi sembra utile aggiungere altro per ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Paolo M. Ho contattato il Notaio con NotaioFacile e devo proprio dire che è stato davvero Facile! Bravi. Un gran bel s ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Il contratto di rete e il Notaio: caratteristiche, obblighi e vantaggi

contratto-di-rete-notaio

Che cos’è il contratto di rete? Chi può stipularlo e quali sono gli obblighi per i partecipanti? Quali sono i vantaggi ed è obbligatorio il ricorso al Notaio per la stesura del contratto?

Il contratto di rete è un istituto introdotto nella nostra legislazione nel 2009. Si tratta di uno strumento agile che consente a due o più imprenditori di collaborare tra loro per sviluppare e accrescere la loro competitività.

Esistono principalmente due modalità di collaborazione nel contratto di rete: si possono svolgere attività comuni come la partecipazione a fiere estere o la costruzione di una rete commerciale, oppure è possibile semplicemente collaborare scambiandosi informazioni o prestazioni, per esempio il distacco di personale.

Ma quali sono i vantaggi di un contratto di rete?

Le aziende che partecipano al contratto lo fanno per dividere i costi e moltiplicare le risorse. Insieme è possibile sviluppare attività e competenze che per le singole aziende potrebbero essere troppo onorese, come ad esempio una rete commerciale o di distribuzione all’estero.

Il contratto di rete: chi può partecipare e quali sono gli elementi costitutivi

Ora che abbiamo visto i principali vantaggi del contratto di rete, vediamo chi può sottoscriverlo e quali sono gli elementi determinanti.

In primo luogo va osservato che il contratto di rete è uno strumento riservato alle imprese, di qualunque dimensione e forma societaria e di qualunque settore, ma non può essere sottoscritto da liberi professionisti, da università o da associazioni di categoria.

Gli elementi costitutivi ed obbligatori del contratto di rete sono dunque: la presenza di almeno due imprenditori e la declinazione dello loro generalità; l’indicazione di obiettivi strategici e di sviluppo della capacità competitiva sul mercato; le modalità con cui sarà misurata questa crescita; l’indicazione del programma di rete che prevede che per ogni partecipante siano indicate le attività da svolgere per conseguire gli obiettivi stabiliti; la segnalazione della durata del contratto di rete; le modalità per l’eventuale adesioni di altri imprenditore e le regole per l’assunzione delle decisioni dei partecipanti sugli argomenti di interesse comune.

Accanto a questi elementi, che sono obbligatori, ve ne possono essere altri “facoltativi”: l’istituzione di un fondo patrimoniale; la creazione di un organo statutario comune; eventuali regole di rescissione anticipata e nel caso in cui il contratto preveda la possibilità di modifiche l’indicazione di come queste modifiche debbano essere compiute.

Il contratto di rete ed il Notaio

A seguito della circolare 3676/c dell’8 gennaio 2015 sono state definite e sono entrate in vigore le specifiche tecniche per la compilazione del modello standard di contratto di rete. È possibile utilizzare appositi software per redigere il contratto in via telematica, con la sottoscrizione digitale dei rappresentati delle imprese partecipanti e la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate. Con il Decreto interministeriale del 10 aprile 2014 n. 122 si è stabilità anche un modello telematico per la trasmissione del contratto di rete al registro delle imprese.  

Al di là degli obblighi o della possibilità di ricorre a strumenti telematici di ultima generazione, il ricorso al Notaio, un professionista con conoscenze specifiche nel diritto societario, ma anche e soprattutto un pubblico ufficiale i cui atti fanno fede fino a querela di falso, è sempre auspicabile per l’individuazione corretta dell’iter migliore per le parti coinvolte e per l’individuazione degli elementi facoltativi che possono essere vantaggiosi per i sottoscrittori. Il Notaio infatti grazie il suo ruolo super partes garantisce parimenti tutti i soggetti coinvolti negli atti.

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio