inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Marta G. Dopo aver ricevuto in donazione un immobile a Milano ho voluto informarmi per bene sui miei diritti/doveri, ta ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Alessandra V. Purtroppo mia nonna è morta da poco. Mia mamma ha 5 fratelli e non vanno tutti d'accordo. Cercavo un notaio p ...
Flavio D. Ottimo sito, davvevo Facile e ogni pormessa è stata mantenuta. Buon Lavoro ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Veronica B. Io e il mio marito stavamo cercando un notaio per la prima casa di nostro figlio, dato che, pur essendo ancora ...
Mauro F. Molto comodo, grazie a Notaiofacile ho trovato il Notaio velocemente e sono riuscito a rispettare i tempi del ...
Vito s. Lo trovo molto efficiente e semplice per la ricerca e aiuto sui quesiti da sottoporre. Ottimo,grazie. ...
Gerry M. Ho appena richiesto informazioni,quindi non ho risposte per valutare l'operato di questo sito,ma se si svolger ...
Maria Gabriaella B. Molto comodo direi. Per ora ho fatto solo la richiesta e mi sono trovata bene. Grazie. ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Rischi donazione: come tutelarsi dal notaio

Rischi donazione: come tutelarsi dal notaio

Rischi contestazione donazione dal notaio

La donazione è un contratto che viene stipulato per atto pubblico, alla presenza di due testimoni, tra il donante (colui che dona) e il donatario (colui che riceve la donazione): si tratta di un contratto che può essere revocato soltanto in caso di sopravvenienza di figli o ingratitudine da parte del donatario, come espressamente previsto dal codice civile.

Tuttavia non è escluso che la donazione possa essere contestata e quindi impugnata da determinati soggetti, ai quali la legge riserva tale diritto. Vediamo come è possibile evitare che la donazione sia oggetto di contestazione e impugnazione dinanzi all’autorità giudiziaria e perché è importante rivolgersi a un notaio per procedere in sicurezza con la pianificazione patrimoniale, evitando inutili rischi.

Rischio impugnazione donazione da parte dei creditori

Può accadere che il donante abbia accumulato nel corso della vita numerosi debiti, ma che al tempo stesso abbia un ingente patrimonio immobiliare. Se decide di donare i propri immobili dal notaio, spogliandosi dei beni, al fine di impedire ai suoi creditori di soddisfarsi, è possibile che la donazione sia revocata entro cinque anni. Si tratta della cosiddetta azione revocatoria che può essere presa in considerazione dal creditore per soddisfare il proprio credito, ma solo nel caso in cui non vi siano altri beni del debitore che possano essere “attaccati”.

Rischio impugnazione donazione da parte dei familiari

La donazione può essere impugnata anche da determinati soggetti, previsti dalla legge, che in virtù dello stretto legame familiare che li lega al donante, hanno diritto a una quota di eredità e possono impugnare la donazione. Che cosa vuol dire questo?

Vuol dire che determinate persone chiamate legittimari, ossia coniuge, figli, in assenza di questi i genitori, possono impugnare la donazione qualora non ricevano beni, il cui valore possa soddisfare la cosiddetta quota di legittima, ossia la quota di eredità che la legge riserva in favore degli stessi.

L’azione di riduzione che è l’azione riconosciuta ai legittimari in caso di lesione dei loro diritti e può essere esercitata nel termine di 10 anni.

Rischio impugnazione donazione da parte del donante

Per completezza espositiva, la donazione potrebbe anche essere impugnata solo dal donante, quando è frutto di un errore scusabile, di una violenza psicologica, o di un inganno, che nel gergo giuridico viene chiamato dolo, da parte del donatario.

La donazione si potrebbe configurare come annullabile anche nel caso in cui venga fatta da un soggetto che era incapace di intendere e di volere, in virtù di un vizio della mente, sia di natura transitoria che definitiva, che non ha permesso di capire a pieno le conseguenze dell’atto di donazione. Il termine entro il quale poter impugnare la donazione per tali ragioni è di 5 anni.

Testamento alternativo alla donazione

Nel caso in cui non si abbia fretta di dividere il proprio patrimonio tra i figli o familiari, è possibile anche non procedere mediante una donazione, ma propendere per la redazione di un testamento.

In questo caso il notaio svolge un ruolo fondamentale in quanto potrà illustrare non solo i vari tipi di testamento con cui procedere, ma anche le modalità mediante le quali dividere il proprio patrimonio.

Infatti è possibile procedere direttamente con la divisione dei beni all’interno del testamento oppure stabilire semplicemente delle regole a cui dovranno attenersi gli eredi nella suddivisione del patrimonio al momento dell’apertura della successione, così come è possibile che stabilisca come debbano essere divisi i debiti ereditari.

Per evitare di commettere errori è sempre opportuno affidarsi a un notaio per una consulenza preventiva: spesso l’utilizzo improprio e non tecnico delle parole utilizzate all’interno di un testamento, può produrre delle conseguenze e degli effetti differenti rispetto a quelli voluti ed immaginati.

Esistono rischi anche per il testamento?

Naturalmente al pari della donazione effettuata dal notaio, esistono anche dei rischi di impugnazione legati al testamento. Per le medesime ragioni sopra esposte è possibile anche in presenza di più figli, il testatore decida di istituire erede un solo figlio, lasciando in favore dello stesso tutti i beni che si hanno all’interno del proprio patrimonio.

Questo rischio, al pari della donazione, quindi, si corre anche con il testamento e per tali ragioni occorre porre attenzione alla pianificazione patrimoniale anche se si scelga di intraprendere questa strada.

Evitare di correre rischi con donazione: tutela dal notaio

Per evitare di correre i rischi sopra esposti e quindi conseguentemente per scampare al pericolo che la donazione possa essere impugnata e messa in discussione, è importante affidarsi a un notaio per una consulenza, ancora prima della donazione.

La pianificazione patrimoniale è una fase molto importante nella vita di una persona e richiede un’attenta riflessione: prendere in considerazione la possibilità di dividere il patrimonio in modo equo, senza danneggiare i cosiddetti legittimari, ma al tempo stesso beneficiando, qualora lo si desideri, anche persone ed enti al di fuori della cerchia familiare, è un aspetto da non sottovalutare.

Il notaio, essendo un esperto del settore, occupandosi di atti di famiglia, successioni, testamenti e atti che vincolano il patrimonio, potrà offrire un ventaglio di opzioni e a seguito dell’analisi del caso concreto.

Preventivo notarile donazione

Qualora si abbia la necessità di avere un preventivo notarile per il contratto di donazione o per qualsiasi altro atto notarile si intenda stipulare dal notaio, tramite la piattaforma di NotaioFacile è possibile richiedere un preventivo gratuito, senza dover sostenere alcun tipo di costo, né per la richiesta, per la registrazione o l’iscrizione al portale.

Basterà semplicemente rispondere alle domande offerte dal form per poter avere un’idea dei costi, in termini di tasse e imposte, legati al trasferimento immobiliare.

L’invio della propria richiesta non implica l’assunzione di alcun impegno e inoltre per evitare di perdere tempo e denaro preziosi per eventuali spostamenti, è possibile scegliere anche il notaio più vicino, selezionando la città da quelle proposte nella piattaforma.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio