inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Rosario L. Grazie ho finalmente saputo quento mi costerà la Procura. ...
Piarangelo T. Tac! Cercavo il Notaio e lo ho trovato dopo 2 ore.. Ottimo ...
Roberta S. Semplici passaggi per un servizio eccellente, da a noi privati la possibilità di risparmiare .complimenti. ...
Luca C. Ho trovato davvero utile il vostro servizio, complimenti. ...
Marco E. Ho consultato questo sito per trovare il minor costo per il notaio, effettivamente c'è differenza tra i notai ...
Valentina L. Sono arrivata sul sito NotaioFacile.it per caso, dato che stavo cercando i costi di un notaio a Perugia per ac ...
Giada R. Una consulenza notarile online mi sembrava molto strana ed in più gratuita… In effetti inviando la richiest ...
Manica D. Ero alla ricerca di uno studio notarile a Milano. Ho inviato la richiesta e poco dopo mi hanno chiamato due No ...
Alessandro D. Ho chiesto ai miei colleghi e amici se conoscevano un notaio economico a Torino che si occupa di compravendita ...
Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Notaio Mercato San Severino (SA): consulenze e preventivi senza impegno


Lo Studio del Notaio di Mercato San Severino si trova in provincia di Salerno. Se chiedere il contatto o un consiglio ad uno dei circa 22.346 abitanti del paese, probabilmente sapranno indirizzarvi presso lo studio notarile di Sanzuverin, come è chiamato il Comune da queste parti. Tuttavia, in un ambito tanto tecnico come quello notarile, la ricerca online mirata e personalizzata potrebbe presentare dei vantaggi rispetto al passaparola che, per sua natura, incontra dei limiti. Grazie ad internet l’utente che cerca il Notaio Online ha la possibilità di personalizzare ogni scelta sulla base delle sue priorità. Aldilà dei criteri di selezione oggettivi, potrebbero giocare un ruolo anche considerazioni soggettive.

Nel rogito, per prassi, è il futuro acquirente che paga il Notaio ed è quindi a lui che spetta la decisione in merito al professionista da incaricare per l’atto. Potrebbe accadere che eventuali intermediari intervenuti nella compravendita dispongano di nominativi di studi notarili di zona o con cui hanno già collaborato da suggerire. Tuttavia nessun nominativo può essere imposto o va inteso dalle parti in maniera vincolante. La scelta del notaio è libera e rimessa alla volontà di chi ne sostiene il costo.

Quando va pagato l’onorario del Notaio?

Notaio – Mercato San SeverinoLa prassi prevede che l’onorario del Notaio sia corrisposto entro e non oltre la data del rogito. Di norma, contestualmente alla firma dell’atto, la parte consegna l’assegno per il pagamento dell’onorario. Ciò non toglie che potrebbero intercorrere accordi diversi con il notaio per dilazionare il pagamento o posticiparlo, qualora ne ricorrano i presupposti. È una eventualità rara che, peraltro, espone ad un certo rischio anche chi vende. La prassi, infatti, vuole che a pagare il Notaio per l’acquisto di casa sia il futuro acquirente ma si tratta di una consuetudine non scritta e non di un obbligo di legge. Ne consegue che, se questo non dovesse adempiere, il venditore dopo il rogito potrebbe rischiare di essere chiamato a rispondere in solido per il corrispettivo della parcella notarile non saldata in prima persona dall’acquirente. Del resto, al momento del rogito, l’acquirente avrà già preso visione ed accettato il preventivo scritto, impegnandosi a pagare l’onorario. Quindi è anche ben consapevole di quanto pagherà per l’atto, senza spiacevoli o inaspettate sorprese. Di norma, quindi, la parte che acquista si presenterà al rogito con l’assegno per la fattura del notaio e con quello da consegnare al venditore (a meno che non opti per il deposito del prezzo di vendita presso il notaio).

Chi vende casa deve pagare il Notaio?

Quella che abbiamo appena visto, ovvero il futuro acquirente insolvente, non è l’unica fattispecie in cui il venditore può essere tenuto a pagare il notaio. Abbiamo visto che la regola non scritta è che a sostenere le spese notarili sia chi acquista casa. Tuttavia possono verificarsi altre circostanze che richiedono al venditore il versamento di un importo per le attività notarili extra. È il caso, ad esempio, dell’accettazione tacita di eredità oppure di richiesta di notifica dell’atto per l’esercizio del diritto di prelazione. Sono oneri del venditore che non possono ricadere economicamente sull’acquirente, a meno che non vi sia accordo tra le parti in questo senso (cosa a ben vedere alquanto rara).

Onde evitare equivoci le parti dovrebbero chiarire da subito chi paga cosa.

richiesta al notaio