inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Matteo V. Cercavo online un notaio per la compravendita e grazie a questo sito ho potuto scegliere tra diversi notai a N ...
Mario M. È la prima volta che uso notaio facile e spero mi sia d'aiuto anche per risparmiare sulle spese dell'atto. Ri ...
Simone L. Devo trovare un notaio a Padova economico! Detto, fatto! ...
Lorenzo C. Siamo 2 architetti e avevamo bisogno un notaio per rogito multiproprieta per dei nostri clienti che ci hanno c ...
Daniele M. Le spese per il lavoro del notaio variano sempre, per questo abbiamo chiesto un preventivo per l'onorario del ...
Luca E. Grazie. Servizio impeccabile! I notai mi hanno risposto in giornata e ho fissato un appuntamento. ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Marco F. Ricerca del Notaio e del Preventivo NOTAIO FACILE La tempestività e la chiarezza del sito e dei preventivi ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Alessandra V. Purtroppo mia nonna è morta da poco. Mia mamma ha 5 fratelli e non vanno tutti d'accordo. Cercavo un notaio p ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Comprare casa con terreno pertinenziale

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Comprare casa con terreno pertinenziale dal Notaio

Quando si decide di comprare una casa con un terreno pertinenziale bisogna tenere in considerazione unaserie di fattori. Per prima cosa, si tratta di terreno pertinenziale solo se sussistono i presupposti di

pertinenza di cui si dirà di qui a breve, inoltre è necessario tenere conto che il prezzo di una compravendita di una casa con terreno può essere più elevato rispetto all’acquisto di una casa senza terreno, proprio perché esiste tale pertinenza che può far aumentare il valore dell’immobile. Inoltre, bisognerà procurare al Notaio non solo i documenti relativi alla casa ma anche al terreno, perché a tutti gli effetti si tratta dell’acquisto di due beni, ma sussistendo i presupposti della pertinenzialità ci sono alcuni vantaggi.

Cosa si intende per pertinenza?

La pertinenza può essere tanto un bene mobile quanto un bene immobile destinato in modo durevole al servizio, all’ornamento o al miglioramento qualitativo del bene principale e può essere comprata sia insieme al bene principale sia in un secondo momento, separatamente dalla stessa.

Inoltre, è bene precisare che non è necessario che la pertinenza sia nelle immediate vicinanze del bene principale, potendo essere anche distante da quest’ultimo, ma c’è bisogno che sia destinato in modo durevole al servizio dell’altro bene e purché siano entrambi nello stesso Comune.

Il terreno come pertinenza della casa

Esistono vari tipi di pertinenze come il box auto o un solaio, così come può esserlo anche una scuderia o una tettoia, e tra questi beni può rientrare anche un giardino o un terreno purché rispetti una serie di caratteristiche e precisamente è necessario che il terreno sia destinato in modo durevole ad ornamento della casa, il che significa che il terreno deve risultare in rapporto di subordinazione rispetto all’abitazione, ma allo stesso tempo devono mantenere entrambi la propria autonomia e funzionalità.

Questo significa che, in ogni caso, il terreno andrà accatastato separatamente dalla casa, e che ognuno manterrà la propria autonomia, ma tra il terreno e la casa esisterà una destinazione durevole del primo verso la seconda che renderà l’uno pertinenza dell’altro.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Quali documenti occorrono quando si compra casa con un pertinenziale terreno

Oltre ai documenti necessari per l’acquisto della casa come l’atto con cui il venditore ha comprato l’abitazione, i permessi edilizi per la sua costruzione, l’attestato di prestazione energetica, il certificato catastale e la planimetria con i confini, sono necessari anche i documenti relativi al terreno.

In particolare è necessario che vi sia anche l’atto con cui il proprietario lo ha comprato, se non è stato acquistato unitariamente alla casa.

Il certificato di destinazione urbanistica

L’art. 30 del DPR 380/2001 prevede, in merito all’obbligo di allegazione, all’atto di trasferimento di un terreno, del Certificato di Destinazione Urbanistica, un’eccezione che si potrebbe applicare quando il terreno è una pertinenza della casa, precisamente stabilisce non è necessaria l’allegazione del CDU quando il terreno costituiscano pertinenze di edifici, purché la superficie complessiva di tale area di pertinenza sia inferiore a 5.000 metri quadrati.

Questo significa che se il terreno di pertinenza che si sta trasferendo ha una superficie inferiore ai cinquemila metri quadrati non serve allegare il CDU, diversamente, seppur abbia tutti i requisiti per essere considerato una pertinenza della casa ma abbia una superficie superiore ai cinquemila metri quadrati, allo bisognerà necessariamente e a pena di nullità dell’atto, allegare il certificato in oggetto.

Comprare casa con terreno pertinenziale

Quanto costa comprare casa con terreno pertinenziale dal notaio

Tendenzialmente quando si compra una casa con terreno il prezzo è più elevato rispetto all’acquisto della sola casa, mentre per quanto riguarda tutte le imposte da corrispondere esse sono le medesime di un qualsiasi atto di compravendita di immobile.

Quindi, in linea generale, il compratore dovrà pagare l’imposta di registro al 2% del valore catastale se si tratta di prima casa o al 9% se è un acquisto seconda casa, poi dovrà corrispondere l’imposta di bollo, quella ipotecaria e quella catastale.

E a ciò bisognerà aggiungere l’onorario del notaio, che può variare da professionista a professionista, in base al tipo di verifiche e di controlli che sono necessari per la stipula, oltre alla complessità o meno dell’atto in sé.

L’imposta di registro dovuta in caso di acquisto casa con terreno

In linea generale, se esiste un vincolo di pertinenzialità tra la casa ed il terreno, l’imposta di registro dovuta è unica e riguarda solo il bene principale. Questo perché, secondo quanto disposto dall’articolo 23 del Testo Unico dell’Imposta di Registro, le pertinenze sono soggette alla disciplina prevista per il bene al cui servizio od ornamento sono destinate, quindi, se il terreno viene acquistato insieme alla casa e come sua pertinenza sarà dovuta l’imposta di registro solo sulla casa come bene principale.

Ciò sta a significare che se la casa viene comprata con le agevolazioni prima casa, la parte acquirente dovrà corrispondere unicamente l’imposta di registro al 2% del valore catastale dell’immobile e non dovrà corrisponderla anche sul terreno pertinenziale. Qualora, invece, non sussistano i requisiti per poter godere delle suddette agevolazioni fiscali, allora il soggetto acquirente dovrà corrispondere l’imposta di registro al 9% del valore catastale della casa, senza dover versare l’imposta anche per il terreno considerato come pertinenza.

Cosa accade se le parti non si sono accordate per un corrispettivo distinto per i due beni?

È bene tenere in considerazione che non possono essere le parti del contratto di compravendita a stabilire se un terreno è pertinenza della casa, ma deve sussistere un effettivo vincolo di pertinenzialità, ciò comporta che il terreno deve costituire accessorio e complemento della casa e più precisamente deve esistere un criterio fattuale correlato alla destinazione effettiva e concreta del terreno a servizio o ornamento del bene principale, che è rappresentato dalla casa.

Tendenzialmente, se il terreno è pertinenza della casa, il compratore dovrà pagare solo l’imposta di registro relativa a quest’ultima, ma nel caso in cui non sussistano i requisiti della pertinenzialità e l’acquisto avviene come compravendita di due beni distinti, allora facendo sempre riferimento al dettato normativo dell’art. 23 del Testo Unico dell’Imposta di Registro qualora siano previste per i due beni aliquote diverse, si applica l’aliquota più elevata, ma è fatto salvo il caso in cui per i singoli beni siano stati pattuiti corrispettivi distinti.

Quindi, in assenza di una diversa pattuizione, il compratore dovrà pagare l’imposta di registro con l’aliquota più elevata tra la casa ed il terreno, senza possibilità di fare altrimenti.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio