inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Giacomo S. Sono Giacomo e dopo aver deciso di fare il grande passo con la mia ragazza, abbiamo prima deciso di andare a c ...
Sara S. Volevo confrontare i preventivi di un notaio con quelli che ha fornito il mio notaio di zona. Ho inviato i det ...
Paolo. V. Davvero veloce, avevo urgenza di Trovare il Notaio per una separazione dei beni, dopo aver ricevuto il prevent ...
Alessia I. Sono responsabile della getione burocratica delle pratice per una coperativa. Stavamo cercando un nuovo notaio ...
Tommaso M. Sevizio Puntuale, professionale, Preciso e perfetto Grazie per l'eccellente servizio prestato mi. Se tutto i ...
Nunzia G. Non avevo idea di quanto fosse la parcella del Notaio, grazie al sito ho ricevuto i preventivi ed ora so final ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Rocco A. Spero che questo servizio aiuti altre persone che come mè erano alla ricerca del Notaio, Complimenti e buon l ...
Gabriele Di. Ho ricevuto in eredità da un lontano parente un terreno in provincia di Perugia. I notai di NotaioFacile sono ...
Manica D. Ero alla ricerca di uno studio notarile a Milano. Ho inviato la richiesta e poco dopo mi hanno chiamato due No ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Costo del Notaio dal preliminare al rogito

Costo del Notaio dal preliminare al rogito

Qual è il costo del Notaio dal preliminare al rogito? Il Notaio è una figura fondamentale nel processo di acquisto dell’abitazione, si occupa dei controlli preliminari, della compravendita e della registrazione degli atti.

È possibile calcolare il costo del Notaio dal preliminare al rogito? Prima di rispondere a questa domanda vediamo quali sono le tappe che ci consentono di raggiungere il traguardo dell’acquisto della nostra abitazione, magari proprio della nostra prima casa.

Una volta individuata l’abitazione dei nostri sogni dobbiamo stilare un documento che dichiari il nostro interesse, fissi il prezzo d’acquisto, preveda una caparra confirmatoria e possibilmente i tempi in cui deve concretizzarsi il passaggio di proprietà. 

Ci sono due possibilità: la proposta d’acquisto, una scrittura tra privati che però è impegnativa solo per il futuro acquirente, o la redazione di un vero e proprio contratto preliminare. In questo caso è utile coinvolgere il Notaio che si occuperà dei controlli preventivi, della regolarità catastale dell’immobile, di verificare l’assenza di ipoteche, di accertare la prestazione energetica. Il contratto preliminare redatto dal Notaio rappresenta una vera e propria “prenotazione dell’immobile”. 

Il contratto preliminare è essenziale soprattutto se la caparra è ingente e se il tempo che intercorre tra il versamento della stessa e il rogito è particolarmente lungo.

La redazione del contratto preliminare può essere registrata nei pubblici registri e tale registrazione ha un costo: lo 0,50% della caparra versata e il 3% delle somme pagate come acconto del prezzo.  Tali somme saranno restituite quando sarà stipulato il rogito, ciò l’atto che sancisce definitivamente il passaggio di proprietà.

Costo del Notaio dal preliminare al rogito: ecco le spese da sostenere

L’atto successivo alla stipula del preliminare è il rogito. Con questo atto pubblico, con il suo deposito presso i pubblici registri, con il pagamento delle imposte presso l’Agenzia delle Entrate e con la voltura catastale l’iter è completo e la proprietà del bene passa di mano.

Il rogito viene stipulato dal Notaio che si occuperà anche di versare le imposte all’Erario, del deposito dell’atto e della voltura catastale.  Qual è il costo del Notaio per il Rogito?

Anche in questo caso occorre distinguere tra onorario del Notaio, cioè quanto dovuto per le sue prestazioni professionali, e le tasse da versare che si differenziano a seconda della tipologia del venditore, che può essere un privato o un costruttore, e della possibilità dell’acquirente di beneficiare del bonus prima casa.

Se acquistiamo una casa da un privato possiamo avvalerci del sistema “prezzo valore” per cui la base imponibile su cui calcolare le imposte non è il prezzo d’acquisto ma il valore catastale, cioè un valore nominale ottenuto moltiplicando la rendita catastale rivalutata del 5% per 110 (in caso di acquisto di prima casa) o per 120 (in caso di acquisto di seconda casa). Su questo valore si calcola l’imposta di registro, pari al 2% in caso di prima casa e al 9% in caso di seconda casa.

Vanno poi aggiunte imposta catastale e ipotecaria nella misura fissa adi 50 euro cadauna.

In caso di acquisto di abitazione da un costruttore entro 5 anni dalla sua costruzione o ristrutturazione le imposte dovute sono Iva al 4%, in caso di acquisto di prima casa, ed al 10% in caso di acquisto di seconda casa, le imposte di registro, catastali e ipotecarie sono fissate nella misura di 200 euro ciascuna.

Le imposte non fanno parte dell’onorario del notaio, ma poiché si occupa lui della registrazione dell’atto e del deposito presso l’agenzia delle entrate le troverete nella sua parcella.

L’onorario del Notaio non prevede tariffe fisse, benché esista una proporzionalità tra l’onorario e il valore del bene transato, tuttavia è sempre opportuno chiedere diversi preventivi nel caso non si abbia un rapporto con un Notaio di fiducia.

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio