inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Francesco P. Ottimo servizio! Cercavo il Notaio per comprare la mia seconda casa al mare e grazie a voi sono riuscito a tro ...
Vito s. Lo trovo molto efficiente e semplice per la ricerca e aiuto sui quesiti da sottoporre. Ottimo,grazie. ...
Antonio L. Allora fonziona davvero!, scusate ma non pensavo che un servizio gratuito potesse esssere davvero operativo ed ...
Gualtiero D. Ho costituito la mia SAS con il notaio trovato su NotaioFacile, persona squisita e molto disponibile. Bel serv ...
Nicola T. Dato che mia moglie ha ereditato un terreno, stavo cercando su Google come trovare un notaio adatto a questo t ...
Federica S. Cerco un notaio economico online ed ecco che imbatto nel sito NotaioFacile.it. Ho letto di cosa si trattava e ...
Andrea G. L’iniziativa mi sembra interessante per chi, come me, non ha frequenti contatti con la categoria dei notai. ...
Marco E. Ho consultato questo sito per trovare il minor costo per il notaio, effettivamente c'è differenza tra i notai ...
Silvia De. La procura di un notaio non può costare così tanto! Per questo ho cercato un notaio più economico su questo ...
Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Il vincolo di destinazione: proteggere il patrimonio

Vincolo di destinazione

Il vincolo di destinazione è uno strumento che serve a proteggere un bene dalle azioni di eventuali creditori. Vediamo come si struttura e che ruolo ha il Notaio

A volte può manifestarsi la necessità di proteggere un bene dall’azione dei creditori, per destinarlo ad uno scopo preciso che riguardi il benessere di soggetti particolari. Vi sono strumenti adeguati che possono consentire di raggiungere questo scopo: uno è il vincolo di destinazione.

Come si costituisce il vincolo di destinazione?

Il vincolo di destinazione è previsto dall’art. 2645 ter del Codici Civile che consente di costituire su uno o più beni mobili e immobili un vincolo che destini questi beni a un interesse ritenuto meritevole, quali ad esempio persone con disabilità o enti pubblici e non.

Il vincolo di destinazione è realizzato per atto pubblico, ha una durata non superiore a 90 anni o coincidente con la durata della vita della persona fisica eventualmente beneficiaria del vincolo.

Vincolo di destinazione: gli effetti e i vantaggi

Il principale effetto del vincolo di destinazione è quello di separare i beni sottoposti a vincolo dal resto del patrimonio. Questo ha un effetto protettivo perché sottrae questi beni dall’eventuale azione dei creditori.

Un’altra caratteristica del vincolo è che può essere posto a condizione che gli interessi siano meritevoli e riguardino per esempio il benessere di una persona con disabilità, la destinazione ad enti pubblici o altri enti o a persone fisiche. Si dice cioè che lo scopo non deve essere solo lecito ma contenere anche un interesse altruistico.

Vediamo quali sono gli elementi ed i soggetti del vincolo di destinazione: il disponente, colui che chiede che il vincolo sia applicato, il beneficiario, colui al quale il bene è vincolato, i beni da vincolare. Può eventualmente essere coinvolto anche un soggetto attuatore o gestore che il disponente individua e incarica per gestire i beni nell’interesse del beneficiario. 

Il vincolo di destinazione e il fondo patrimoniale

Il vincolo di destinazione non è l’unico strumento che consente di segregare una parte di patrimonio, è infatti possibile anche costituire un fondo patrimoniale. Tra i due strumenti vi sono alcune differenze.

Anche il fondo patrimoniale è costituito per atto pubblico, si prevede la sua stipula da parte del Notaio e in presenza di due testimoni. La principale differenza tra vincolo di destinazione e fondo patrimoniale è che il primo è libero e può essere costituito da chiunque, mentre il fondo patrimoniale può essere costituito solo da soggetti coniugati o che intendano coniugarsi a breve. Infatti il fondo patrimoniale andrà trascritto anche a margine dell’atto di matrimonio.

Anche la durata è differente, il fondo patrimoniale termina con gli effetti del matrimonio, per esempio in caso di divorzio, ma se vi sono figli minori dura fino al raggiungimento della maggiore età dei figli, mentre abbiamo visto che il vincolo di destinazione può avere una durata sino a 90 anni.

Sostanzialmente sovrapponibili i costi che prevedono, oltre all’onorario, del Notaio l’imposta di registro e ipotecaria pari a 200 euro ciascuna e l’imposta di bollo pari a 155.

Tuttavia se il vincolo di destinazione ha come oggetto il trasferimento strumentale del bene si dovranno applicare anche le imposte sulle donazioni e successioni che vanno calcolate sul valore del bene e sulla relazione tra il disponete e il beneficiario. Essenziale per individuare la soluzione più idonea scegliere con accuratezza il professionista destinato a seguire l’istituzione del vincolo di destinazione.

 

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio