inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Pier Luigi S. Ciao, vi scrivo per farvi i complimenti, ero alla disperata ricerca di un notaio per risolvere una difficile q ...
Melissa D. Ho avuto una consulenza notarile gratuita come indicato nel sito. Complimenti per la coerenza e per il servizi ...
Simone G. L'ho già usato in precedenza, i due preventivi che mi sono arrivati sono stati molto esaustivi. La mia prima ...
Elena V. Sono Elena e ho cercato un notaio per acquisto di immobile al grezzo. Questo sito mi ha permesso di trovare un ...
Nicola I. Un sito molto interessante e molto utile per chi come me deve affrontare delle spese molto significative ...
Antonio N. Grazie per la possibilità che mi avete dato di poter fissare un appuntamento con il notaio. Dopo l'incontro h ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Fabiano O. Non pensavo che funzionasse davvero, spesso le cose gratuite sono prese in giro, sono rimasto piacevolmente so ...
Francesca Di. Volevo aiutare mio figlio con una procura e navigando in internet ho trovato il sito di NotaioFacile. Mi hanno ...
Simone L. Devo trovare un notaio a Padova economico! Detto, fatto! ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Quanto costa la donazione di una casa ai figli?

Quanto costa la donazione di una casa ai figli?

Vediamo se è conveniente e quanto costa la donazione di una casa ai figli. La donazione è un atto irrevocabile per questa ragione è opportuno soppesarne con attenzione costi e benefici

È conveniente e quanto costa la donazione di una casa ai figli? Per rispondere a questa domanda per prima cosa occorre comprendere di cosa si tratta. La donazione di una casa ai figli è un atto pubblico ed in quanto tale deve essere redatto da un Notaio, ma non solo: la donazione richiede la presenza di due testimoni.

Una volta conclusa, la donazione è di norma irrevocabile, tranne in casi di indegnità del donatario ed anche per questa ragione occorre che sia valutata con attenzione.

La case history più frequente prevede che i genitori, ancora in vita, desiderino donare la casa ai figli.

La donazione può essere diretta o indiretta,si può cioè donare una casa che già si possiede o che si intende acquistare.

Attualmente per procedere alla donazione di una casa ai figli e alle donazioni di un immobile in generale occorre compiere alcune verifiche preliminari relative alla conformità castale del bene e alla sua prestazione energetica: due verifiche preliminari introdotte nel 2010.

Una volta compiute queste verifiche si può procedere alla donazione, un atto soggetto a tassazione.

Vediamo quali imposte, in che misura e chi le deve pagare.

A sostenere le spese delle imposte è il donatario, le imposte sono le seguenti: imposta di donazione al 4% del valore catastale dell’immobile oggetto di donazione ma con una franchigia di un milione di euro. Che cosa significa? Il signor Rossi padre intende donare la casa al figlio, le varie catastale della casa è di 900.000 euro, non sarò dovuta nessuna tassa di donazione; se invece il valore è di 1.100.000 euro l’aliquota del 4% sarà dovura solo sulla quota eccedente la franchigia, cioè 100.000 euro.

Sono poi da prevedere l’imposta di registrazione o ipotecaria, al 2% della base imponibile, e l’imposta catastale all’1% della base imponibile.

Se tuttavia ci sono i presupposti dei benefici per la prima casa del donatario le due ipotese catastali ipotecari si verseranno nella misura fissa di 200 euro.

Abbiamo visto un caso di donazione diretta. Vediamo ora cosa si intende per donazione indiretta. Parliamo di donazione indiretta quando nel caso di un acquisto immobiliare il padre paga per il figlio, fornisce cioè il capitale per l’acquisto. In questo caso le imposte da versare sono quelle relative al contratto di compravendita e non alla donazione.

Verificato quanto costa la donazione di una casa ai figli vediamo ora se conviene

Abbiamo visto che la donazione è un atto che non prevede revoca, tranne in caso di indegnità da parte dei donatari, tuttavia pur alienando la proprietà del bene è possibile per i donanti mantenerne l’usufrutto, In questo caso i genitori possono per esempio continuare a vivere nella casa donata ai figli e questo può rappresentare una forma di tutela dei donanti.

Ci sono aspetti a cui però bisogna porre attenzione: in primo luogo la donazione può essere impugnata per 10 anni dagli eredi legittimari che ritengono che la donazione abbia leso i loro diritti. Questo può costituire un grave pregiudizio per la vendita dell’abitazione ricevuta in donazione perché gli effetti di un’eventuale causa da parte dei legittimari che si ritengo lesi può avere effetti anche sui nuovi acquirenti.

Per verificare dunque quanto costa la donazione di una casa i figli e la sua opportunità è lungimirante valutare con attenzione ogni aspetto, da quello legale a quello fiscale. Può essere un’intuizione utile rivolgersi al proprio Notaio di fiducia per un preventivo e per avere un quadro normativo preciso.

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta preventivo notaio online
richiesta al notaio