inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Luca M. Non è facile trovare il notaio meno caro a Roma, ma questo sito mi ha aiutato. ...
Paolo M. Ho contattato il Notaio con NotaioFacile e devo proprio dire che è stato davvero Facile! Bravi. Un gran bel s ...
Chiara R. Volevo il preventivo di un notaio a Torino per acquistare una casa, grazie a questo sito ho risparmiato un bel ...
Federico De. Ho inviato una richiesta di preventivo al notaio per modifica di una società. Ho avuto diverse valutazioni. D ...
Massimo V. Grazie per il servizio, davvero un ottima idea! ...
Vittorio G. Comprare casa e rivolgersi al notaio. Io ho ottenuto il preventivo analitico e la consulenza notarile.
...
Paolo D. Grazie a voi ho trovato il Notaio che stavo cercando. Non ho molti soldi e non potevo spendere troppo ho chies ...
Emma V. Il Notaio mi ha risposto poche ore dopo l'invio della richiesta, ho fissato un incontro e chiarito molti dubbi ...
Tsjana D. Complimenti per vostro sito e una idea gieniale buon lavoro e aspeto la vostra risposta e vostro preventivo ma ...
Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Acquisto casa in cooperativa: un modo per risparmiare

Acquisto casa in cooperativa notaio

Acquisto casa in cooperativa dal notaio

Molto spesso quando si deve acquistare casa si pensa solo alla modalità tradizionale, corrispondente a quella della trattativa tra privati. Non si tratta dell’unico metodo per giungere al rogito finale di compravendita, ma vi sono molti modi per potere risparmiare in primo luogo, oltre che per giungere all’acquisto in modo più consapevole.

Tra questi, vi è la possibilità di acquistare un immobile  prima ancora che sia stato costruito, partecipando attivamente alla sua progettazione sulla carta e, a volte, anche modificandone il corso. Si tratta, infatti, del cosiddetto acquisto di immobile da costruire oppure acquisto sulla carta: ci si può rivolgere ad una impresa di costruzione che pubblichi un annuncio di vendita di case da costruire oppure si può decidere attivamente di costruire una casa o un gruppo di case iscrivendosi a una cooperativa.

La società cooperativa in generale è la società i cui soci possono ottenere da essa beni o servizi a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle che possono ottenere altrove. Spesso si entra in una cooperativa proprio perché questa possa costruire case e cederle ai suoi soci a condizioni sicuramente più vantaggiose rispetto a quelle che troverebbero sul mercato immobiliare.

Tipologie di acquisto casa in cooperativa

Sono due le tipologie di acquisto per una casa in cooperativa. La prima si definisce “a società individuale o divisa”: si tratta della forma più diffusa di acquisto in cooperativa in quanto consente a costruzione terminata a ogni socio di ricevere l’immobile, acquistare il titolo di proprietario definitivamente ed entrare a far parte di un condominio, composto proprio dalle case edificate dalla cooperativa.

La seconda viene definita società indivisa: con questa soluzione, una volta terminati i lavori, i soci hanno solo la possibilità di poter utilizzare l’immobile, divenendo soltanto di assegnatari in godimento della casa. In sostanza nella seconda ipotesi i soci non diventano proprietari e quindi non acquistano realmente la casa ma hanno la possibilità di utilizzarla e di goderne, chiaramente ottenendo una riduzione del prezzo. Il socio deve versare una quota iniziale, a cui successivamente possono essere aggiunti altri importi in caso di necessità per pagare il mutuo.

Trascorso un determinato periodo, la casa torna a far parte della cooperativa e il socio che è in regola con i versamenti, può stipulare il rogito e diventare proprietario. Una volta firmato, sarà obbligato a versare un canone di godimento, la cui cifra viene stabilita nel regolamento della cooperativa.

Quale tra le due conviene?

Come in ogni cosa, bisogna distinguere a seconda della volontà delle parti. Se si vuole acquistare una casa, divenendone proprietario a tutti gli effetti, occorre entrare a fare parte di una cooperativa a proprietà divisa, rivendicando alla fine della costruzione una casa da non condividere. In questo caso, ovviamente, il costo è maggiore, rispetto all’ipotesi in cui si vuole a tutti i costi risparmiare e si sceglie una mera assegnazione in godimento.

Come entrare in una cooperativa per acquistare casa

Per diventare socio di una cooperativa bisogna avere dei requisiti ben precisi, anche in relazione al luogo in cui dovrà trovarsi la casa da costruire. In primo luogo, bisogna individuare il luogo ideale in cui si preferisce divenire proprietari dell’immobile. A quel punto bisogna scegliere un gruppo di persone con cui costituire la società oppure entrare a farne parte, purché si lavori o si abbia la residenza nel comune in cui l’immobile sarà costruito. Inoltre, non bisogna essere proprietari di un’altra abitazione; il reddito non deve superare una certa soglia (stabilita dalla cooperativa).

In questi casi si può stipulare il cosiddetto atto di prenotazione. Con questo atto il potenziale acquirente si impegna ad acquistare quel determinato immobile una volta che sarà costruito, sempre che non scelga l’ipotesi della proprietà indivisa.

Quando si entra in possesso della casa?

Quando i lavori saranno terminati, la cooperativa che ha costruito gli immobili provvede ad assegnarli a seconda delle diverse prenotazioni con un verbale di consegna. L’atto di assegnazione si avrà davanti al Notaio prima di ricevere il possesso della casa.

I vantaggi di acquistare casa in cooperativa

Quando si acquista una casa in cooperativa ci sono notevoli vantaggi tra cui in primo luogo quello economico. Si può accedere a mutui agevolati proprio perché attribuiti a soci di società edilizie cooperative, che consentono lo sviluppo delle attività immobiliari in un determinato territorio. Inoltre, il costo dell’immobile, non può superare una soglia stabilita dal comitato per l’edilizia residenziale. I soci che fanno parte della cooperativa partecipano attivamente alla costruzione, potendo deciderne anche alcuni aspetti e in questo modo si possono saltare molti passaggi intermedi.

Nel momento in cui si decide poi di accedere alla proprietà indivisa, si può anche optare per l’affitto. In sostanza i vantaggi non sono solo in termini di risparmio economico ma anche in relazione alla definizione della casa: spesso quando si acquista casa in costruzione ci si deve adattare alle determinazioni del costruttore senza interferire notevolmente. Nel caso della cooperativa, invece, si diventa soci proprio per indirizzare la costruzione, ad esempio in ordine alla scelta dei materiali o della divisione dei vani.

Gli svantaggi di acquistare casa in cooperativa

Nonostante i detti vantaggi, acquistare una casa in cooperativa non è sempre una operazione priva di rischi. Ad esempio, se l’acquirente è socio dell’impresa edile, si assume tutti i rischi legati alla costruzione della casa, anche qualora questo non vada a buon fine. Inoltre, nella cooperativa le case hanno tutte il medesimo prezzo solitamente e quindi può capitare che un acquirente abbia l’appartamento migliore pagandolo comunque allo stesso prezzo degli altri.

Come in ogni caso in cui si acquisti casa sulla carta occorre attendere del tempo prima di avere a disposizione l’appartamento. Per evitare di incorrere in questi rischi occorre affidarsi a una società seria, iscritta alle associazioni di categoria e all’albo nazionale delle cooperative.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio