inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Sabrina F Il Miglior modo per chi cerca il Notaio e vuole Risparmiare.
Non credevo fosse possibile trovare anche ...
Alberto A. Se ricorrete a un notaio, attenti alle tariffe e esigete la trasparenza. Attenzione, perché non sempre il pro ...
Vinvenzo V. Ottima iniziativa! Ho ricevuto la risposta dal Notaio il giorno stesso e mi sono rivolto a lui per acquistare ...
Lorenzo C. Siamo 2 architetti e avevamo bisogno un notaio per rogito multiproprieta per dei nostri clienti che ci hanno c ...
Fabio R. La parcella di un notaio si paga "volentieri" solo se il notaio ha fatto un buon lavoro. Così ho chiesto dei ...
Mario L. Utile e veloce, ogni promessa è stata mantentuta e addirittura superata, il Notaio mi ha risposto 4 ore dopo ...
Piero O. Comprare la casa stava diventando un impresa difficilissima, tra la banca che ci ha messo 3 mesi per concederm ...
Antonio A. Volevo avere conferma di alcune informazioni in merito all'onorario del notaio per la prima casa in acquisto. ...
Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Mutuo per la casa: il ruolo del Notaio

Nell’atto di mutuo il Notaio è garante della proprietà del bene e tutela i diritti delle parti

Perché è necessario il Notaio per il mutuo?

La presenza del Notaio ai fini della stipulazione del contratto di mutuo con la banca per l’acquisto della propria casa è sempre necessaria. Ciò è giustificato dalle caratteristiche del contratto stesso, in particolare: il mutuo è il contratto attraverso cui una banca o un altro istituto di credito consegna una somma di denaro al cliente, il quale la dovrà restituire entro un determinato lasso di tempo con gli interessi previsti nel contratto. La banca, avendo ceduto un considerevole importo, prevede solitamente come garanzia per la restituzione del denaro la costituzione di un’ipoteca sulla casa che si acquista. Secondo la legge italiana tutti gli atti con cui si vada a creare, modificare o estinguere un qualsiasi tipo di diritto su beni immobili, come una casa o un terreno, richiedono la presenza obbligatoria di un Notaio e, perciò, il relativo atto costitutivo, modificativo o estintivo del diritto immobiliare dovrà essere redatto per atto pubblico o scrittura privata autenticata da un Notaio, così come avviene per il contratto di mutuo per il quale è prevista la forma dell’atto pubblico.

Gli obblighi connessi al mutuo ed il ruolo del Notaio

La presenza del Notaio per la stipula dell’atto di mutuo consente, sia per il soggetto che riceve i soldi in mutuo, sia per la banca, di avere delle importanti garanzie. La figura del Notaio, infatti, è di fondamentale rilievo e garanzia per le parti. Il Notaio assume la responsabilità nei confronti della banca relativamente alla condizione di libertà, proprietà e disponibilità dell’immobile e, d’altro canto, opera un controllo sulle condizioni del mutuo affinché non violi le norme di legge e, in particolare, non superi i tassi legali di interesse così che ricadano in tassi usurari per il cliente.

Perfezionato il contratto di mutuo, il Notaio ha degli ulteriori obblighi di legge a garanzia e tutela delle parti, egli infatti è tenuto a provvedere alla regolare repertoriazione del contratto ed alla sua pubblicità legale, attraverso la trascrizione nei registri immobiliari del Comune in cui si trova l’immobile oggetto di garanzia ipotecaria, nonché alla registrazione presso l’ufficio territoriale competente dell’Agenzia delle Entrate.

Le parti del contratto di mutuo

All’interno del contratto il Notaio è il pubblico ufficiale terzo e garante dei diritti delle parti, ma non è una parte del contratto stesso. Le parti dell’atto di mutuo sono infatti i soggetti direttamente coinvolti, ovvero:

  • Il mutuante: è la parte che concede il mutuo, mettendo a disposizione la somma di denaro. Solitamente si tratta di una banca o di un altro istituto di credito, che dovrà far inserire nel contratto le condizioni del mutuo accordate in fase di trattative con il cliente. In particolare, dovrebbero essere precisati gli interessi da corrispondere, le spese accessorie previste per l’accensione del mutuo, il piano di ammortamento che indichi il numero di rate e le relative scadenze.
  • Il mutuatario: è la parte che riceve la somma di denaro a titolo di mutuo e presta come garanzia il consenso alla costituzione dell’ipoteca sul bene immobile. Il mutuatario assume la veste di consumatore e, in quanto tale, dovrebbe essere messo a conoscenza di tutti i suoi diritti e facoltà nei rapporti con la banca, prima della stipula del contratto stesso e, preferibilmente, dovrebbe ricevere tutta la documentazione sull’informativa precontrattuale dalla banca. Spesso al mutuatario si richiede di esibire, entro breve termine, la copia esecutiva del contratto di compravendita della casa per cui è stato chiesto il mutuo che viene stipulato. Al mutuatario dovrebbe essere sempre concesso, attraverso una apposita clausola inserita dal Notaio all’interno del contratto, di poter estinguere il mutuo in qualsiasi momento prima della scadenza che, come vediamo qui di seguito, è una delle previsioni richieste per legge.

L’estinzione anticipata del mutuo

La normativa in tema di mutuo prevede che alla parte mutuataria dovrebbe essere sempre consentito di estinguere il mutuo anticipatamente. Molte volte, infatti, dopo qualche anno dalla richiesta del mutuo, il richiedente si potrebbe trovare nella condizione di poter restituire la somma ricevuta in prestito e, quindi, di poter saldare il suo debito. È bene quindi sapere quando si accende un mutuo che la legge, venendo incontro a tali possibilità, permette al mutuatario in qualsiasi momento di versare la parte restante del mutuo, dando un opportuno avviso di almeno 10 giorni alla banca che lo ha erogato.

Nel contratto di mutuo si potrebbe anche prevedere la possibilità di un rimborso parziale del mutuo. Esso consisterebbe nella possibilità di versare una tantum una cifra più ampia rispetto alla rata accordata, così da far ridurre il debito rimanente. Laddove ciò avvenisse, dovrebbe essere effettuato un ricalcolo del piano di ammortamento previsto per la restituzione della parte di mutuo da pagare che resta. 

La possibilità di queste clausole in vantaggio del mutuatario e delle sue possibili capacità future, così come di altre clausole che meglio si possano adattare ai casi specifici, rendono quanto mai indispensabile rivolgersi per tempo al Notaio, anche per capire i propri diritti e facoltà nella stipulazione del contratto di mutuo, potendo contattare il professionista anche tramite la piattaforma gratuita presente su questo sito.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio