inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Gualtiero D. Ho costituito la mia SAS con il notaio trovato su NotaioFacile, persona squisita e molto disponibile. Bel serv ...
Vittorio G. Comprare casa e rivolgersi al notaio. Io ho ottenuto il preventivo analitico e la consulenza notarile.
...
Tiziana V. Volevo capire quanto sono le tariffe notarili per il 2014 ma ho capito che le tariffe notarili non esistono pi ...
Davide N. Notaio vicino a casa per comprare immobile sito in un'altra provincia o regione buongiorno, gradivo ringrazi ...
Piarangelo T. Tac! Cercavo il Notaio e lo ho trovato dopo 2 ore.. Ottimo ...
Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Alessio C. NotaioFacile.it mi ha sorpreso, è davvero facile! Consulenza di un notaio veloce e diretta. Mi rivolgerò sic ...
Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Roberta S. Semplici passaggi per un servizio eccellente, da a noi privati la possibilità di risparmiare .complimenti. ...
Mattia G. Mia zia mi ha venduto una proprietà perché voglio costruire una nuova casa per me e la mia famiglia. La zia ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Può un minorenne accettare l’eredità?

puo un minore accettare eredita

Accettare eredità dal notaio

Quando viene a mancare un proprio caro ci si pone il problema su come debba avvenire il passaggio della proprietà del patrimonio dal defunto ai suoi eredi e uno dei problemi principali che si pone è come può un minorenne accettare l’eredità non essendo capace di agire.

La successione può essere regolata da un testamento, qualora il defunto abbia lasciato delle disposizioni in vita in un documento, così come dalla legge, qualora abbia ritenuto non utile o opportuna la formulazione delle proprie ultime volontà, mediante un testamento da pubblicarsi, dopo la morte, dal notaio.

Sia che siano individuati dal testatore o che siano previsti dalla legge, i chiamati all’eredità, per poter diventare proprietari dei beni del defunto, devono effettuare necessariamente alcuni passaggi che adesso vedremo. Ma può un minore essere nominato erede e, in caso positivo, come fa ad accettare l’eredità non avendo ancora 18 anni?

Come si accetta l’eredità

La legge offre diversi modi per accettare l’eredità ed in alcuni casi obbliga anche la modalità di accettazione, in particolare per gli incapaci, tra cui il minorenne.

L’accettazione dell’eredità, in generale, può essere espressa o tacita, così come pura e semplice o con beneficio di inventario. Ma quali sono le differenze? Esistono delle diversità anche a livello di costi e di spese da sostenere? Vediamolo insieme.

Accettazione tacita

Quando si parla di accettazione dell’eredità tacita si fa riferimento a una serie di comportamenti assunti dal chiamato all’eredità che lasciano presumere la sua volontà di accettare. Si pensi al caso in cui un chiamato all’eredità per testamento decida di vendere l’immobile pervenuto in successione: in questo caso la sua volontà di vendere implica accettazione tacita all’eredità.

Questo passaggio sebbene non avvenga con una dichiarazione espressa della parte, nell’atto pubblico notarile sarà menzionato dal notaio ai fini della trascrizione. Infatti prima di trascrivere il contratto notarile di vendita provvederà a trascrivere l’accettazione tacita del chiamato all’eredità.

Accettazione espressa

Quando si parla di accettazione espressa si fa riferimento a un atto ricevuto dal notaio oppure dal Cancelliere del Tribunale dell’ultimo domicilio del defunto: solo a seguito di tale atto formale di accettazione si può essere definiti eredi del defunto.

Il notaio, a seguito dell’accettazione, provvederà alla voltura catastale, aggiornando quindi al catasto questo passaggio di proprietà dei beni dal defunto all’erede, ma anche ai Registri Immobiliari. L’accettazione espressa può essere pura e semplice, ma anche con beneficio di inventario come vedremo adesso per il minore.

Come fa un minorenne a diventare erede

Un minore, ossia una persona che non abbia ancora compiuto diciotto anni, secondo quanto stabilito dalla legge, può accettare l’eredità solo con beneficio di inventario e non è concesso, quindi, che possa accettare tacitamente.

Facciamo un esempio per capire meglio: se un minore viene nominato per testamento erede o chiamato all’eredità per legge, per diventare proprietario dei beni e poterne, ad esempio, disporne con un atto di vendita dal notaio, deve necessariamente seguire questo iter. Bisognerà innanzitutto presentare la dichiarazione di successione e accettare espressamente con beneficio di inventario e poi effettuare la divisione ereditaria dal notaio con gli eredi.

Accettazione con beneficio di inventario del minore

Il minorenne, quindi, è obbligato dalla legge ad accettare l’eredità con beneficio di inventario non potendo scegliere la strada dell’accettazione pura e semplice, né quella tacita e, infatti, qualora accettasse in modo diverso da quella con beneficio di inventario, sarebbe nulla.

L’accettazione di eredità con beneficio di inventario comporta che l’erede, ossia il minore in questo caso, risponda solo con il patrimonio ricevuto in eredità e non con quello personale di cui era già titolare prima dell’accettazione: si determina quindi una separazione dei due patrimoni.

Inventario per l’accettazione dell’eredità

Una volta accettata l’eredità sarà necessario provvedere all’inventario che dovrà essere curato dal rappresentante del minore. Nel caso in cui il legale rappresentante del minore effettui l’accettazione dell’eredità con il beneficio di inventario, ma non proceda all’inventario, il minorenne viene considerato erede, ma ha un anno di tempo dal giorno del raggiungimento della maggiore età, per effettuare l’inventario.

Chi rappresenta il minore per accettare l’eredità

Una volta assodato che il minore di età non ha la capacità di agire e non può recarsi di persona dal notaio ed intervenire in atto per accettare l’eredità, è necessario comprendere chi può accettare l’eredità in sua rappresentanza.

Le persone autorizzate ad accettare l’eredità dal notaio in rappresentanza del minore sono entrambi i genitori che esercitano la responsabilità genitoriale.

Nel caso solo uno dei genitori abbia la responsabilità genitoriale potrà rappresentare in via esclusiva il minore per accettare l’eredità. Può capitare talvolta che il minore non abbia entrambi i genitori e in questo caso sarà nominato dal giudice competente un tutore che possa agire in rappresentanza dello stesso, ai fini del compimento dell’atto pubblico dal notaio.

Al di là della persona che dovrà rappresentare il minorenne dal notaio, il rappresentate del minore deve prima presentare la richiesta di autorizzazione al giudice tutelare, che la concede quando ravvisa nell’atto da compiersi, ragioni di evidente utilità per il minorenne.

Preventivo notarile accettazione eredità minorenne

Per avere un preventivo notarile per l’accettazione dell’eredità di un minorenne, è possibile compilare il form offerto da questa piattaforma: in pochi semplici passaggi sarà possibile entrare in contatto diretto con un notaio, senza alcun tipo di impegno e soprattutto gratuitamente, risparmiando tempo e denaro.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio