Listino prezzi notaio

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Il prezzo per un atto dal notaio

Quando si decide di comprare una casa o di aprire una società, così come di fare testamento dal notaio, ci si preoccupa sempre dei costi che dovranno affrontarsi. La richiesta di un preventivo notarile dal notaio desta sempre un po’ di preoccupazione, tuttavia è importante conoscere che esistono alcune voci che possono essere fisse ed altre che possono variare in base a una serie di fattori che adesso analizzeremo insieme.

Spesso si è poco informati in quanto si pensa che la cifra complessiva consiste nell’onorario notarile. Tuttavia non è così, è importante sapere che il notaio è un sostituto d’imposta: ciò vuol dire che il pagamento delle tasse e delle imposte derivanti dalla stipula dell’atto pubblico avviene nelle mani del notaio che, dopo il rogito, provvederà a versare allo Stato.

Come scegliere il preventivo più conveniente

Il problema economico spesso acquisisce più importanza del dovuto, in quanto si tende a prediligere il preventivo più basso. Ciò non sempre costituisce un risparmio, in quanto talvolta un preventivo più alto potrebbe comportare un servizio notarile più efficiente.

Per conoscere il costo dell’atto è importante rivolgersi al notaio anche prima di firmare un eventuale compromesso, evitando di obbligarsi in un secondo momento per la stipula del rogito notarile che potrebbe comportare delle conseguenze non piacevoli.

Si pensi al caso in cui si decida, a prescindere, di comprare una casa senza chiedere un preventivo e si scopra successivamente che le spese sono troppo elevate per il proprio budget.

Onde evitare sgradite sorprese, l’unica soluzione per sapere esattamente e analiticamente qual è il costo di un determinato atto notarile, è quello di richiedere un preventivo direttamente a un notaio il prima possibile, esponendo la propria situazione, anche attraverso questa piattaforma online, che offrirà un contatto diretto con il notaio.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Cosa comprende il preventivo notarile

Il preventivo notarile è una documentazione che contiene una serie di voci. Può essere sia particolarmente dettagliato, sia più sintetico. In quest’ultimo caso è possibile che vi siano due tipi di voci una relativa alle anticipazioni effettuate dal notaio in virtù di una serie di controlli e l’altra relativa all’onorario. All’interno delle anticipazioni non vi sarà alcuna voce specifica a differenza di una più precisa indicazione contenente ad esempio le voci come visura ipotecaria, visura catastale, visura camerale etc.

Quali tasse si pagano per atto notarile

Per un preventivo notarile è necessario fornire al notaio una serie di informazioni che possono essere utili e indispensabili ai fini della preparazione della documentazione dal notaio.

In particolare la voce più importante quando si acquista casa, è l’imposta di registro: è un onere fiscale richiesto per la registrazione dell’atto all’Agenzia delle Entrate che varia a seconda del tipo di atto che si va a stipulare.

Oltre all’imposta di registro il preventivo più dettagliato e analitico preparato dal notaio contiene, in particolare per l’acquisto casa, anche altre imposte come ad esempio:

  • imposta catastale
  • imposta ipotecaria
  • imposta di bollo

Sono comprese anche altre tasse, tra cui le tasse ipotecarie e la tassa archivio notarile.

Per quanto riguarda invece l’imposta proporzionale la base imponibile, a seconda della tipologia dell’atto, è rappresentata dal prezzo indicato in atto ovvero dal valore catastale.

Listino prezzi notaio

Esiste un listino prezzi del notaio?

Nell’immaginario collettivo il notaio ha la possibilità di offrire a un cliente un listino prezzi in cui viene indicato, per ciascun atto, l’importo che deve essere corrisposto. In realtà non esiste un documento ufficiale che possa essere considerato un vero e proprio listino che dovrà tenere in considerazione il notaio al momento della predisposizione del preventivo.

Infatti a partire dal D. L. n. 1/2012, successivamente convertito nella legge 27/2012, le tariffe notarili sono state abrogate.

Il notaio, per quanto sia un pubblico ufficiale, è quindi un libero professionista e può decidere discrezionalmente l’ammontare dell’onorario notarile a seconda dell’atto pubblico che si deve stipulare. Un preventivo preparato da un notaio per l’acquisto di una casa potrà essere diverso rispetto ad un altro notaio: esiste quindi un regime di concorrenza nonostante si tratti di pubblici ufficiali. Ciascun notaio, quindi, può decidere il costo che ritiene più consono rispetto al lavoro svolto, non potendosi più parlare di “listino prezzi” in senso stretto.

Costo controlli notaio

Il notaio, in qualità di pubblico ufficiale, effettua una serie di controlli prima del rogito notarile che prevedono l’accesso in dei pubblici registri che implicano delle spese da sostenere.

Infatti accedere ai registri immobiliari presso la conservatoria di riferimento per effettuare le visure ipotecarie implica un costo: si tratta di un fondamentale documento che illustra lo stato dell’immobile, ossia se esso sia gravato da ipoteche, pignoramenti o altri pesi.

Nel caos in cui vi siano più immobili il notaio dovrà accedere più volte a tali registri al fine di verificare che l’immobile sia libero da qualsiasi tipo di problema.

Stesso discorso vale per l’accesso al Catasto. Anche la voce visura catastale quindi potrebbe essere prevista nel preventivo analitico notarile.

Cosa comprende l’onorario notarile

Una delle curiosità più frequenti è quale sia l’onorario notarile e cosa comprenda. Il notaio, al contrario di quel che si pensa ha numerose spese tra cui; i contributi dovuti al Consiglio Nazionale del Notariato (aliquota del 4% dell’onorario repertoriale), contributi dovuti per il fondo di garanzia, contributi dovuti al Consiglio Notarile Distrettuale di appartenenza (l’aliquota dipende dal singolo Consiglio Notarile Distrettuale); un contributo fisso per ogni singolo atto a repertorio e i contributi dovuti alla Cassa Nazionale del Notariato (aliquota del 22% o 42% dell’onorario repertoriale). Pertanto la credenza che tutte le somme di denaro siano a favore del notaio è del tutto errato. Tramite questa piattaforma sarà possibile richiedere un preventivo gratuito allo scopo di avere una risposta in breve tempo senza doversi ritenere obbligati o impegnati.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
Potrebbe interessarti:

Dal 2012 i N.1 specializzati nella Consulenza Notarile e Preventivo Notaio

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

richiesta al notaio