inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Giovanni La. Abito a Roma e per una compravendita negozio ho chiesto vari preventivi a notai della mia città. Il preventiv ...
Stefano E. Grazie NotaioFacile per avermi messo in contatto con il Notaio che mi ha spiegato tutto quello che avevo bisog ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Michele G. Domanda in ambito Notarile: Il Notaio mi ha risposto 2 ore dopo. Eccezionale! Vi ringrazio per la risposta ch ...
Gualtiero D. Ho costituito la mia SAS con il notaio trovato su NotaioFacile, persona squisita e molto disponibile. Bel serv ...
Luca M. Non è facile trovare il notaio meno caro a Roma, ma questo sito mi ha aiutato. ...
Micole G. Inizialmente ero scettico nella ricerca di un Notaio Online. Mi sono dovuto ricredere, davvero un'ottima inizi ...
Gabriele Di. Ho ricevuto in eredità da un lontano parente un terreno in provincia di Perugia. I notai di NotaioFacile sono ...
Marta G. Dopo aver ricevuto in donazione un immobile a Milano ho voluto informarmi per bene sui miei diritti/doveri, ta ...
Adriano G. Consulenza Notarile Professionale e Gratuita Ho utilizzato già il vostro sito ed ho ottenuto delle risposte ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Donazione con riserva: donare un immobile e continuare a viverci

donazione con riserva

Che cos’è la donazione con riserva? È possibile donare un immobile ma conservarne l’usufrutto? A chi conviene e perché si fa? Qual è il ruolo del Notaio

Donazione con riserva: ossia come donare la propria abitazione per esempio ai figli, ma continuare a viverci. È possibile? Si, la donazione con riserva è un istituto previsto dal nostro ordinamento: vediamo insieme come si fa e quali vantaggi riserva.

In primo luogo occorre ripassare il concetto di donazione: la donazione è un contratto in base al quale per puro spirito di liberalità, cioè senza ricevere in cambio alcun compenso, il donante cede un bene o un diritto al donatario, impoverisce quindi sé stesso arricchendo un'altra persona.

È un contratto che deve essere redatto per atto pubblico, cioè attraverso un Notaio, e alla presenza di due testimoni.

Solitamente avviene in famiglia: genitori, nonni, zii e parenti donano la casa a figli e nipoti. In questo caso può essere considerata un anticipo dell’eredità, dovrà infatti essere imputata alla quota legittima, cioè in caso di morte del donante dovrà essere considerata parte della legittima già ricevuta, ed è un atto potenzialmente “a rischio”, nel senso che se alla morte del donante si dovesse verificare che la donazione lede diritti degli eredi legittimari può essere impugnata.

Un’altra cosa da sapere sulla donazione è che può esser soggetta a revoca, per esempio in caso di conclamato atteggiamento di ingratitudine nei confronti dei donatori, cioè se il donatario commette atti gravi rivolti al donante o al suo patrimonio; oppure per sopravvenienza dei figli, nel caso cioè in cui il donante venisse a sapere dopo la donazione di avere altri figli.

Donazione con riserva: come si fa

Abbiamo visto che cos’è  una donazione, ora vediamo che cos’è una donazione con riserva: è un atto pubblico, rogato dal Notaio con due testimoni in cui il donante aliena la proprietà del bene o del diritto, di solito i genitori alienano la casa e la destinano ai figli, ma mantengono una riserva, nel caso dell’abitazione di solito la riserva è l’usufrutto.

Facciamo un esempio: i coniugi Rossi donano con riserva la propria casa alla figlia, si recano dal Notaio e perfezionano l’atto specificando che la proprietà passa alla figlia, ma i coniugi mantengono l’usufrutto della casa.

Significa che i coniugi Rossi possono continuare a vivere lì, ma anche affittare la casa e riscuotere l’affitto. Significa anche che sosterranno le spese di manutenzione della casa medesima.

Ma quindi che senso ha una donazione con riserva?

Di solito viene effettuata per gestire in anticipo le questioni ereditarie, destinando così parte del patrimonio. Come abbiamo visto la donazione viene imputata alla quota della legittima, a meno che il donante in sede di stipula della donazione non chieda la dispensa da imputazione con la quale si dichiara che quella donazione rappresenta un “surplus” rispetto alla quota legittima spettante in caso di morte dei genitori.

Vantaggi fiscali della donazione con riserva

Un'altra  ragione per cui la donazione con riserva è frequente sono i vantaggi fiscali. Di fatto il figlio riceve in donazione la nuda proprietà e su quella paga  le imposte. Nella donazione le imposte sono a carico del soggetto beneficiario e sono applicate solo se il valore catastale dell’immobile supera il milione di euro.

Il figlio trasforma la nuda proprietà in piena proprietà di solito alla scomparsa del donante e, se il donante è coniugato e opta per l’opzione donazione con riserva di usufrutto per sé e dopo di sé ed indica il coniuge superstite quale destinatario dell’usufrutto, alla scomparsa del coniuge sopravvissuto.

Le donazioni sono materia complessa, intrecciano i loro effetti con i diritti di successione, sembra lungimirante per individuare la soluzione migliore per i propri bisogni ricorrere alla consulenza esperta di un Notaio.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio