inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Daniele M. Le spese per il lavoro del notaio variano sempre, per questo abbiamo chiesto un preventivo per l'onorario del ...
Stefano I. Ho bisogno un notaio che mi segua per la costituzione di una nuova società, ma volevo ridurre le spese di sta ...
Valentina L. Sono arrivata sul sito NotaioFacile.it per caso, dato che stavo cercando i costi di un notaio a Perugia per ac ...
Andrea G. L’iniziativa mi sembra interessante per chi, come me, non ha frequenti contatti con la categoria dei notai. ...
Antonio N. Grazie per la possibilità che mi avete dato di poter fissare un appuntamento con il notaio. Dopo l'incontro h ...
Loris D. Davvero facile la compilazione e chiare le spiegazioni, Complimenti per il servizio. ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Cecilia M. Consulenza Notarile in tempi rapidi, gratuita ed altamente professionale. Utile iniziativa, che permette la c ...
Giacomo S. Sono Giacomo e dopo aver deciso di fare il grande passo con la mia ragazza, abbiamo prima deciso di andare a c ...
Marco G. Cercavo il Notaio più economico e con NotaioFacile ho risparmiato un sacco rispettto al notaio di fiducia del ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Acquistare casa: cinque cose da sapere prima di fare il grande passo

Acquistare casa: cinque cose da sapere prima di fare il grande passo

Quali sono le modalità per acquistare casa? Quali i passaggi necessari? Che differenza c’è tra acquistare una prima o una seconda casa? Può esserci utile un professionista esperto sin dai primi passi?

Acquistare casa è una scelta impegnativa, eppure il mattone rimane il bene rifugio per eccellenza degli italiani. Oltre l’80% delle famiglie del Bel Paese vive in un’abitazione di proprietà

Ecco cinque cose da sapere prima di procedere al grande passo

Primo. La modalità di acquisto e le relative spese. È possibile acquistare casa in tre modi differenti: da un privato, da un costruttore oppure all’asta.
Nel primo caso le spese da sostenere sono, oltre al costo di acquisto del bene, l’imposta di registro, le imposte ipotecarie e catastali, l’onorario del Notaio che dovrà stipulare il rogito. In caso di acquisto della casa da un costruttore entro 5 anni dalla sua costruzione o ristrutturazione le spese da prevedere sono Iva, imposta ipotecaria e catastale, oltre naturalmente all’onorario del Notaio.

Secondo. La differenza tra prima e seconda casa. Se decidiamo di acquistare casa occorre sapere che il legislatore ha previsto agevolazioni per l’acquisito di prima casa: imposta di registro 2% (comunque non inferiore a 1000 euro) anziché al 9% del valore catastale dell’immobile, imposte ipotecaria e catastale a 50 euro l’una; in caso di acquisto da costruttore iva al 4% anziché al 10% del prezzo di acquisto (o a 22% per le classi considerate abitazioni di lusso), imposta catastale e di registro nella misura di 200 euro l’una.

Terzo. I requisiti per l’acquisto della prima casa. Per ottenere le agevolazioni previste per la prima casa occorre essere una persona fisica, acquistare casa nel comune di residenza o luogo di lavoro oppure in un comune dove si prevede di trasferire la residenza entro 18 mesi, non possedere immobili ad uso abitativo nel medesimo comune, non avere già acquistato una casa con le stesse agevolazioni.

Quarto. A cosa fare attenzione in caso di acquisto all’asta.  Acquistare casa all’asta può rivelarsi un utile investimento, è infatti possibile risparmiare mediamente fino al 30% del valore (dati Centro Studi Sogeea) ma è opportuno, oltre all’attenta lettura dell’avviso di vendita, verificare la perizia, chiedere di visitare l’immobile, assicurarsi delle stato alla vendita (libero o occupato), verificare eventuali difformità catastali e la loro sanabilità, verificare che non vi siano per esempio spese condominiali pendenti perché ricadrebbero sui nuovi proprietari.

Quinto. Gli atti previsti per acquistare casa. Una volta individuato l’immobile da acquistare solitamente si stipula un “preliminare d’acquisto”. In questa fase benché non sia obbligatorio per legge, è opportuno coinvolgere il professionista che ci seguirà nella stipula del rogito. La presenza e la supervisione di un Notaio di fiducia renderà agevole ogni passaggio e garantirà l’affidabilità delle trattive sin dal preliminare. Dopo il preliminare d’acquisto, definito anche “compromesso” si procede alla compravendita vera e propria con la stipula del rogito.

Acquistare casa: i documenti necessari per la compravendita e la funzione del Notaio

Ora che abbiamo sommariamente analizzato quali sono le cose da sapere per acquistare casa, vediamo quali sono i documenti da presentare per la compravendita ed il ruolo del Notaio.

L’acquirente deve presentare un documento di identità, segnalando eventuali cambi di residenze, il codice fiscale, l’estratto di matrimonio o il  certificato di stato libero o di unione civile, la copia di eventuali convenzioni patrimoniali  e accordi di  convivenza, per i cittadini Extra UE e la copia del permesso di soggiorno o del visto d’ingresso; copia dei mezzi di pagamento di quanto già versato in fase di “compromesso”, copia del preliminare di vendita, inoltre in caso di accensione di mutuo occorre comunicare le informazioni necessarie per contattare la banca che concederà il mutuo.

Il Notaio che si occuperà della stipula del rogito provvederà ai necessari controlli preliminari di natura catastale ed ipotecaria, alla registrazione dell’atto pubblico e al versamento delle imposte per nostro conto. Sarà dunque un alleato prezioso nell’acquistare casa, scegliere un professionista di fiducia sin dall’inizio dell’iter previsto ci consentirà di approfondire al meglio ogni aspetto e procedere con serenità.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio