inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Flavio D. Ottimo sito, davvevo Facile e ogni pormessa è stata mantenuta. Buon Lavoro ...
Errico C. Grazie! Non sapevo dove sbattere la testa e questo servizio è stato davvero utile. ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Chiara R. Volevo il preventivo di un notaio a Torino per acquistare una casa, grazie a questo sito ho risparmiato un bel ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Paolo M. Ho contattato il Notaio con NotaioFacile e devo proprio dire che è stato davvero Facile! Bravi. Un gran bel s ...
Antonio A. Volevo avere conferma di alcune informazioni in merito all'onorario del notaio per la prima casa in acquisto. ...
Concetta U. Come trovare il Notaio Low cost? ho provato su internet e ho visto alcuni studi della mia citta con scritto st ...
Valentina L. Sono arrivata sul sito NotaioFacile.it per caso, dato che stavo cercando i costi di un notaio a Perugia per ac ...
Paolo G. Complimenti... Grazie a voi ho trovato notai competenti, seri veloci nel fare risposte ed ho anche risparmiato ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Come abbattere il costo del Notaio quando si deve comprare casa

come abbattere il costo del notaio

1.Procurarsi tutta la documentazione necessaria per acquistare casa dal Notaio

Come si può ben immaginare quando si decide di comprare casa dal Notaio ci sono diverse attività burocratiche da compiere, alcune delle quali sono a pagamento, e che sono necessarie per procedere con l’operazione di compravendita immobiliare.

Tendenzialmente, si tratta di tutta quella documentazione che occorre per accertare lo stato dell’immobile, quali, ad esempio, le visure catastali ed ipotecarie, che servono per comprendere la rendita catastale della casa che si intende acquistare e se sulla stessa vi sono gravami come ipoteche o trascrizioni pregiudizievoli.

Altresì vi rientrano la provenienza della casa, e cioè tutti gli atti che hanno determinato i precedenti passaggi di proprietà dell’immobile, la documentazione urbanistica, per accertarsi che la casa sia stata costruita in conformità alle vigente normative urbanistiche, e la certificazione energetica che fornisce informazioni chiare e trasparenti sulla qualità energetica della casa mediante uno specifico sistema di classificazione.

Ebbene, per reperire tutti questi documenti si hanno due soluzioni: chiedere al Notaio di procedere direttamente all’acquisizione di tutta la documentazione necessaria oppure muoversi personalmente e recuperare il materiale che serve per perfezionare l’atto pubblico.

In buona sostanza affidarsi al professionista significa andare incontro a dei costi più elevati, mentre reperirli personalmente può garantire un notevole risparmio, ma attenzione, per alcuni documenti è necessario rivolgersi a dei professionisti.

La documentazione per cui è necessario l’intervento di un professionista

Se reperire da soli la documentazione necessaria per la compravendita immobiliare consente di abbattere il costo complessivo del rogito notarile, è bene specificare che in alcuni casi è si rende opportuno rivolgersi ad un professionista.

Nello specifico, è necessario rivolgersi ad un tecnico abilitato, come un architetto, un ingegnere o un geometra per ottenere la certificazione della prestazione energetica degli edifici.

Allo stesso modo, nel caso in cui oggetto della compravendita sia un terreno è necessario munirsi del certificato di destinazione urbanistica che deve essere rilasciato dal competente ufficio comunale del luogo in cui è ubicato il bene.

Entrambi questi atti vanno allegati a pena di nullità al rogito, se si tratta di una compravendita di un edificio o di un terreno che non sia pertinenza di un edificio ed abbia una dimensione superiore ai 5.000 mq.

2.Avere i requisiti per usufruire di detrazioni quando si compra dal Notaio

Un’altra importante fonte di risparmio sulle spese notarili quando si compra casa è quella di usufruire delle agevolazioni previste dalla legge.

Ad esempio, si può risparmiare notevolmente sul costo complessivo dell’atto di compravendita quando si acquista la prima casa, purché si abbiano tutti i requisiti richiesti dalla legge per beneficiare di tali detrazioni.

Per prima cosa la casa per fungere da prima casa non deve rientrare nella categoria di bene di lusso, e chi sta acquistando non deve essere proprietario, ma nemmeno usufruttuario, sia esclusivo che in comunione legale con il proprio coniuge, di un’altra abitazione che si trovi nello stesso Comune di quello in cui si trova l’immobile in oggetto.

Ma ciò non basta per potersi giovare dei suddetti sgravi fiscali, è necessario altresì che l’acquirente non sia né proprietario, né usufruttuario, né titolare di altri diritti reali, nemmeno per quota, di un’altra abitazione, su tutto il territorio nazionale, che sia stata acquistata con le agevolazioni prima casa.

Acquisto casa con mutuo: perché le tariffe sono maggiori?

Quando si acquista casa e si richiede un mutuo si dovrà ricorrere al Notaio per due atti notarili e di conseguenza si incorrerà in alcuni costi notarili sia per l'atto di compravendita che per l'atto di mutuo.
L’onorario notarile per compravendita e mutuo potrebbe essere proporzionale rispettivamente al prezzo dell'immobile indicato in atto e all'ipoteca che verrà iscritta a garanzia del mutuo, normalmente pari al doppio dell'importo di mutuo richiesto. 

Maggiori sono il prezzo dell'immobile e l'importo del mutuo, più probabilmente saranno elevate le tariffe notarili, e di conseguenza il costo del Notaio.

Acquisto casa: quando non è possibile richiedere le agevolazioni fiscali?

Quando si compra casa una fetta importante delle spese che si devono affrontare è rappresentata dalle imposte dovute allo Stato, che variano significativamente se si acquista da un privato o da un'impresa costruttrice, se si acquista come prima casa o seconda e se si acquista un immobile a uso abitazione o un immobile a uso commerciale.

Nello specifico, quando non si acquista un immobile in cui trasferire la propria residenza, e dunque, un immobile ad uso non abitativo oppure un immobile ad uso abitativo ma di lusso, non è possibile godere dei benefici fiscali prima casa e le imposte saranno più elevate.

È bene precisare che chi compra può chiedere che la base imponibile, funzionale alla determinazione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, sia costituita dal valore catastale della casa, prescindendo dal prezzo dichiarato dalle parti nell'atto di compravendita.

Ebbene l’atto dovrà riportare anche il valore catastale dell'immobile e nel caso in cui la compravendita sia tassata sulla base del valore catastale, la legge stabilisce, inoltre, che le tariffe notarili debbano essere ridotte del 30%.

3. Chiedere il preventivo al Notaio per risparmiare

Uno dei modi più utili per risparmiare davvero quando si acquista casa è quello di puntare sulla qualità del servizio offerto dal professionista. Il punto di partenza è richiedere un preventivo per scegliere il Notaio a cui affidare la propria pratica, sottoponendogli le proprie esigenze e necessià. Una volta richiesto il preventivo online o ancor meglio prima è molto utile confrontarsi direttamente con il professionista per analizzare la pratica e valutare tutte le possibili soluzioni per acquistare in tutta sicurezza e per ottenere un reale risparmio che molto spesso è decisamente superiore rispetto a quello che si potrebbe ottenere cercando di confrontare molti preventivi per risparmiare solamente pochi euro.

Il costo del Notaio: da cosa dipende?

Alle imposte dovute allo Stato va aggiunto l’onorario del Notaio che nel caso delle compravendite immobiliari, con o senza mutuo, potrebbe essere proporzionale rispettivamente al prezzo dell'immobile indicato in atto e all'eventuale ipoteca che verrà iscritta a garanzia del mutuo.

È bene precisare che ad incidere sul valore complessivo dell’onorario del Notaio sono numerosi fattori tra i quali a solo esempio indicativo il prezzo della casa e dell’importo del mutuo, che più saranno alti più più potrebbero elevare la tariffa del Notaio.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio