inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Antonio N. Grazie per la possibilità che mi avete dato di poter fissare un appuntamento con il notaio. Dopo l'incontro h ...
Stefania G. Ottimo sito, a volte noi contribuenti ci troviamo di fronte ad infiniti dubbi soprattutto quando l'argomento t ...
Alessandro D. Ho chiesto ai miei colleghi e amici se conoscevano un notaio economico a Torino che si occupa di compravendita ...
Stefano E. Grazie NotaioFacile per avermi messo in contatto con il Notaio che mi ha spiegato tutto quello che avevo bisog ...
Cecilia M. Consulenza Notarile in tempi rapidi, gratuita ed altamente professionale. Utile iniziativa, che permette la c ...
Roberta T. Sto per comprare una seconda casa al mare e volevo sapere quanto mi costa come imposte ma in particolare i cos ...
Simone L. Devo trovare un notaio a Padova economico! Detto, fatto! ...
Mario L. Utile e veloce, ogni promessa è stata mantentuta e addirittura superata, il Notaio mi ha risposto 4 ore dopo ...
Mario M. È la prima volta che uso notaio facile e spero mi sia d'aiuto anche per risparmiare sulle spese dell'atto. Ri ...
Diego N. Cercando un Notaio economico a Roma ho scoperto l'esistenza di NotaioFacile. Devo dire che MI SONO TROVATO BEN ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Chi può essere escluso dal testamento

escluso dal testamento

Perché è importante fare testamento

Fare testamento dal notaio è una decisione molto importante nella vita di una persona in quanto permette di scegliere in maniera consapevole la modalità di divisione del proprio patrimonio.

In virtù della complessità del suo contenuto, non sempre è facile comprendere cosa possa essere inserito e cosa evitare di scrivere in quanto non consentito dalla legge.

È possibile così prevedere a chi debbano andare determinati beni, chi dovrà sostenere i debiti ereditari, chi dovrà compiere anche determinate azioni imposte dal testatore, ma anche chi dovrà essere escluso al momento dell’apertura della successione.

In questo ultimo caso bisogna fare molta attenzione perché ci sono particolari soggetti che a causa del legame familiare stretto non possono essere esclusi dalla successione. Per tali ragioni una consulenza notarile ai fini della stesura è sempre opportuna e consigliata onde evitare di commettere errori grossolani.

Tipi di testamento

Non esiste un unico tipo di testamento: il testatore può scegliere liberamente come lasciare le sue ultime volontà, in quanto indipendentemente dalla forma prescelta, il valore è il medesimo.

Non esiste infatti un testamento che abbia un valore superiore rispetto ad un altro e quindi tra le possibili scelte offerte dalla legge, sarà la persona a scegliere liberamente quale sia la tipologia di testamento tra il testamento pubblico, olografo, segreto, speciale e internazionale.

Si tratta di un atto unilaterale che non ammette la possibilità da parte degli altri di poter intervenire nella formazione della volontà del testatore, ma si ammette in qualsiasi momento la possibilità di revocare le proprie volontà.

Si può escludere qualcuno dalla successione con il testamento?

La possibilità di escludere delle persone dalla propria successione è sempre stata una tematica particolarmente delicata in quanto in passato si riteneva che con il testamento si potesse provvedere solo a dividere il patrimonio o a decidere la sorte di alcuni beni senza prevedere delle disposizioni a carattere negativo, ossia prevedere delle privazioni od esclusioni nel testamento.

È proprio la legge, infatti, che parla del testamento in termini ben precisi affermando che con il testamento “si dispone… di tutte le proprie sostanze o di parte di esse”. Ciò spinge a ritenere di non ammettere un’espressa dichiarazione del testatore di esclusione di una persona dalla successione.

Con il passare del tempo c’è stato un cambio di tendenza: la libertà e l’autonomia testamentaria sono state interpretate in senso più ampio. In realtà anche senza che vi sia una volontà espressa del testatore dal notaio di escludere una persona dalla propria successione, si potrebbe raggiungere il medesimo risultato nominando, ad esempio, eredi tutti i figli tranne uno.

Implicitamente il testatore opererebbe ugualmente un’esclusione dal testamento e per tali ragioni è stata accolta anche dai giudici di Cassazione la possibilità di prevedere una disposizione di questo tipo.

Chi può essere escluso dalla successione

Il problema principale è capire chi può essere escluso nel testamento dal notaio dalla successione senza avere dei problemi al momento della propria morte. Infatti la legge non pone tutti i parenti sullo stesso piano: ad alcuni, chiamati legittimari (figli, coniuge e in assenza di figli, gli ascendenti) la legge riserva una quota dell’eredità. Quindi ci si chiede se il testatore sia completamente libero nell’operare una scelta relativa all’esclusione. Anche la Cassazione si è espressa in merito affermando che nessun problema si pone sugli eredi legittimi, come ad esempio i fratelli.

Esclusione figli o coniuge dal testamento: si può fare?

Nonostante l’esclusione espressa di determinati soggetti dalla successione nel testamento dal notaio sia ormai pacificamente ammessa, si pone un problema per i cosiddetti legittimari ossia per quei soggetti (coniuge, figli, in assenza di questi, ascendenti) a cui la legge riserva una quota dell’eredità al momento dell’apertura della successione, come sopra anticipato.

Chi la ammette ritiene che i figli siano tutelati dall’azione di riduzione che consiste nella possibilità di agire in giudizio facendo valere i propri diritti riconosciuti dalla legge (la cosiddetta quota di legittima sull’ eredità). Pertanto anche se una persona decidesse di fare testamento e di escludere un figlio o il coniuge, questi, nonostante l’esclusione, potrebbero avere dei diritti sull’eredità intentando una causa.

Altri studiosi invece ritengono che il testatore, proprio per evitare ulteriori lungaggini processuali, non può escludere i legittimari dalla successione con dichiarazione espressa dal testamento proprio perché la legge riserva dei particolari diritti sull’eredità a prescindere dalla volontà testatore in virtù del forte legame familiare.

I figli sono automaticamente eredi alla morte del testatore?

Siccome i figli, il coniuge e in assenza di figli gli ascendenti, rivestono un’importanza notevole come successibili del testatore, ci si chiede se possono essere considerati automaticamente eredi al momento dell’apertura della successione.

A questo quesito, nonostante ci siano stati lunghi dibattiti, si deve rispondere in senso negativo. Questi particolari soggetti a cui la legge riserva una quota dell’eredità, qualora siano penalizzati dal testatore possono rimediare agendo in giudizio. Soltanto a seguito dell’esito positivo del giudizio, intentato con l’azione di riduzione, potranno essere considerati eredi.

Esclusione dal testamento e notaio

Siccome l’argomento dell’esclusione dalla successione con il testamento rappresenta una questione particolarmente delicata, si consiglia sempre una consulenza notarile soprattutto in casi particolari come quello della diseredazione non espressamente consentita dalla legge. Il notaio è in grado di fornire informazioni circa la divisione del patrimonio e come si possa procedere in maniera sicura e serena senza avere problemi alla morte del testatore.

Tramite questo portale è possibile entrare in contatto diretto con il notaio per avere un preventivo gratuito ed anche una consulenza notarile in modo da chiarire ogni dubbio, nella città in cui si preferisce.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio