inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Melissa D. Ho avuto una consulenza notarile gratuita come indicato nel sito. Complimenti per la coerenza e per il servizi ...
Mirko P. Volevo proprio farvi i complimenti e ringraziarvi. Ho provato ad effettuare una richiesta di preventivo su Not ...
Milano G. Ho scoperto questo servizio circa 10 minuti fa e penso che grazie al web un'altro muro è caduto. ...
Alessandra V. Purtroppo mia nonna è morta da poco. Mia mamma ha 5 fratelli e non vanno tutti d'accordo. Cercavo un notaio p ...
Nicola P. Il servizio da Voi offerto è molto facile ma soprattutto molto intuitivo ed efficace. ...
Maria Chiara A. Stavo cercando su internet un Notaio che offrisse un servizio online e ho scoperto il vostro sito. Complimenti ...
Gabriele Di. Ho ricevuto in eredità da un lontano parente un terreno in provincia di Perugia. I notai di NotaioFacile sono ...
Giacomo S. Sono Giacomo e dopo aver deciso di fare il grande passo con la mia ragazza, abbiamo prima deciso di andare a c ...
Arianna O. Io e degli ex colleghi ci stiamo mettendo in proprio costituendo una società di persone, nello specifico una ...
Chiara R. Volevo il preventivo di un notaio a Torino per acquistare una casa, grazie a questo sito ho risparmiato un bel ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Ho costituito una fondazione dal notaio a tutela dell’arte

L’arte può essere tutelata dal punto di vista giuridico

ho costituito una fondazione dal notaio a tutela dell’arteSin da bambina ho sempre avuto la passione per l'arte, la musica e il teatro. Sono, infatti, cresciuta calcando i palchi dei teatri della mia città. Sono partita dalla danza classica, dallo studio del pianoforte fino ad approdare alla recitazione. Insomma una passione che da sempre nutre la mia anima e colora di felicità le mie giornate. Naturalmente quando si cresce si comprende che riuscire a trasformare la propria passione nel proprio lavoro non è poi così semplice. Occorre tanto talento, impegno ma anche e soprattutto un pizzico di fortuna. La mia famiglia non era particolarmente propensa a sovvenzionare i miei studi artistici, avrebbe preferito che mi concentrassi a studiare e a costruire un futuro più concreto. Insomma questo settore ha sempre spaventato molto, non sempre riesce a garantire una sicurezza economica, un'entrata costante mensile. I primi anni della mia adolescenza cominciai a fare dei piccoli tour con delle compagnie teatrali: le ricordo come le esperienze più formative ed emozionanti della mia vita. In virtù dello scarso appoggio dei miei familiari, dopo aver completato il liceo classico mi iscrissi all'università e intrapresi gli studi di lettere moderne. Oggi sono un'insegnante di ruolo e non mi lamento, fortunatamente sono anche appassionata di storia e letteratura e, non essere riuscita a vivere solo di arte, non mi pesa così tanto. Insieme alla mia amica e collega di recitazione abbiamo messo su un corso di recitazione aperto a tutte le età: un laboratorio sperimentale che consente di avvicinarsi al mondo dell'arte ed in particolare del teatro. Grazie alla grande pubblicità, abbiamo raccolto moltissime adesioni e soprattutto tanto sostegno. Molti artisti della nostra città si sono messi subito a disposizione per realizzare anche uno spettacolo di fine anno multidisciplinare. Il nostro obiettivo era dare una forma giuridica a tutto ciò.

Come potevo dare una forma giuridica alla mia iniziativa

Così dopo qualche anno dall’inizio del progetto, cominciai a pensare che potevo creare una realtà solida per porre le basi per la diffusione del mondo del teatro nella nostra città. Capii che questa iniziativa poteva prendere una forma definita e riconosciuta dal punto di vista giuridico. Cominciai a pensare di costituire una fondazione, ma non conoscevo bene la differenza con l’associazione. Non sapevo come si dovesse procedere, ma avevo sempre sentito parlare di fondazioni legate alla tutela dell'arte, o alla ricerca nel campo scientifico. Insomma ero molto motivata per poter mettere su un progetto reale ed importante che potesse coinvolgere sempre più persone amanti del teatro e dell'arte.

Il mio patrimonio per la fondazione

Le prime riunioni e i primi corsi sperimentali li tenni in un locale abbandonato che mia nonna mi aveva donato appena diciottenne: un locale openspace con un'unica grande stanza che in passato era stata utilizzata dalla mia famiglia come deposito. Dopo averlo riordinato al fine di poter essere utilizzato, cominciò a diventare la sede dei nostri incontri d'arte. In fondo la mia famiglia era molto entusiasta di questa iniziativa in quanto riuscivo a conciliare perfettamente il lavoro e la mia più grande passione. Dopo qualche anno dall'inizio dei corsi, molti giovani cominciarono ad appassionarsi al teatro ed iniziava ad esserci un'affluenza importante ai miei corsi.

La necessità di trovare un notaio

Cosi mi dissero che avrei dovuto rivolgermi ad un notaio. Non avevo notai di riferimento, né mai prima di allora c'ero mai stata. Una sera di primavera, dopo aver completato l'ultimo corso di recitazione della giornata cominciai una ricerca su internet. Girovagando nel web trovai il sito notaiofacile. Questo sito mi ha dato la possibilità di richiedere un preventivo del tutto gratuito. Mi decisi e inviai l'email con cui spiegai la mia situazione. Dopo non molto tempo ebbi una risposta e riuscii ad avere anche un colloquio con un notaio.

Ho deciso di costituire una fondazione dal notaio

Scoprii che la mia idea era fattibile e avrei potuto costituire una fondazione per atto pubblico dal notaio. Non era necessario l'intervento di altri soggetti. La fondazione doveva avere uno scopo lecito e di utilità sociale e per fortuna il mio era compatibile con gli scopi richiesti dalla legge. La fondazione doveva avere però anche un patrimonio che risultasse nel complesso adeguato allo scopo perseguito. La mia intenzione era quella di devolvere il deposito ereditato da mia nonna nella sede delle nostre attività ed essendo già intestato a me potevo procedere in tal senso. L'unico problema era comunicare alla mia famiglia che non avrebbero più potuto depositare qualcosa nel locale che ormai stava diventando la sede della mia fondazione. Fortunatamente la mia famiglia non si oppose alla mia idea e lasciò che tutto procedesse secondo le mie volontà. Non avendo mai appoggiato totalmente la mia passione nutrivo dei dubbi iniziali.

Perchè ho scelto la fondazione

La fondazione, a differenza dell'associazione, non avrebbe avuto associati, ma giuridicamente sarei comparsa solo io come fondatore. Compresi che si trattava di un ente dotato di personalità giuridica avente una personalità distinta da quella del fondatore e da quella degli amministratori; non vi sarebbe stato, inoltre, alcun problema con il mio patrimonio personale se avessi avuto in futuro dei debiti. Infatti i creditori si sarebbero potuti rifarsi solamente sul patrimonio della fondazione.

Il giorno della mia costituzione della fondazione dal notaio

Il giorno della stipula fu molto emozionante in quanto finalmente stavo per realizzare uno dei miei sogni nel cassetto. La scelta del nome della fondazione non fu semplice, ma grazie all'aiuto dei miei allievi scelsi un nome che più ci rappresentasse. Oggi posso finalmente affermare che vivo anche di arte e che sono felice di tutelare nel mio piccolo il mondo del teatro, così affascinante e ricco di cultura.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio