inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Gualtiero D. Ho costituito la mia SAS con il notaio trovato su NotaioFacile, persona squisita e molto disponibile. Bel serv ...
Fabio R. La parcella di un notaio si paga "volentieri" solo se il notaio ha fatto un buon lavoro. Così ho chiesto dei ...
Vinvenzo V. Ottima iniziativa! Ho ricevuto la risposta dal Notaio il giorno stesso e mi sono rivolto a lui per acquistare ...
Monica S. Ottimo Sito! Compimenti Monica S. ...
Stefano I. Ho bisogno un notaio che mi segua per la costituzione di una nuova società, ma volevo ridurre le spese di sta ...
Davide D.L. Mi chiedevo se esistono gia le tariffe notarili del 2015. in effetti ho visto che non ci sono piu le tariffe e ...
Piero O. Comprare la casa stava diventando un impresa difficilissima, tra la banca che ci ha messo 3 mesi per concederm ...
Veronica B. Io e il mio marito stavamo cercando un notaio per la prima casa di nostro figlio, dato che, pur essendo ancora ...
Eleonora S. Quello che ho scelto tramite questo sito non è il notaio più economico del mondo, ma sono contenta perché u ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Ho fatto testamento pubblico dal notaio: ecco perchè

Il mio desiderio di fare testamento

ho fatto testamento pubblico dal notaio ecco percheDa più di qualche anno mi è balenata l'idea di fare testamento. Per alcuni è un argomento taboo, quasi un gesto di superstizione non farlo. Invece, sempre più spesso, il pensiero di dividere il mio patrimonio per il tempo in cui avrò cessato di vivere, mi stava tormentando. Non volevo che la legge al posto mio decidesse a chi dovesse andare il mio patrimonio. Avevo per fortuna ancora la capacità e di intender e volere per decidere come procedere. Ho sempre considerato il testamento come un importante gesto di responsabilità, al di là della grandezza o meno del patrimonio. Non mi interessava tutelare i miei beni materiali, i conti correnti o altro, ma la mia priorità era tutelare le persone a me più care attribuendo loro, perché no, anche un sostegno economico.

I modi che conoscevo di fare testamento

Non mi ero mai particolarmente informata sulle modalità con cui fare testamento. Per sentito dire sapevo che le pratiche più diffuse fossero il testamento pubblico dal notaio e il testamento scritto di mio pugno che avrei potuto anche conservare a casa. Sapevo che il testamento pubblico veniva redatto dal notaio alla presenza dei testimoni, mentre per l'olografo gli elementi essenziali erano la mia firma, l’apposizione di una data e la scrittura di mio pugno.

La scelta del tipo di testamento

Ero intenzionata a fare testamento, ma al tempo stesso era normale per me avere un po' di paura di sbagliare e di non essere all'altezza di redigerlo da sola, non essendo tecnica del settore ed esperta in materia. Non avrei voluto produrre effetti indesiderati a causa della mia mancata conoscenza di alcune cose. Nel mio patrimonio avevo dei soldi depositati su diversi conti correnti e anche una casa. In virtù dei numerosi dubbi che mi attanagliavano, preferii rivolgermi ad un notaio per disporre delle mie sostanze per il tempo in cui non ci sarei più stata.

La ricerca del mio notaio

Cominciai una piccola ricerca nel mio paese, ma purtroppo nonostante qualche conoscenza non presi contatti con nessun notaio. Da un lato preferivo aspettare un po', dall'altro sentivo che era arrivato il momento. Così, dopo tempo, capii che forse non c'era più da aspettare ed era il momento di ricercare seriamente un notaio. Iniziai così le mie ricerche sul web e ebbi una piacevole scoperta: il portale notaio facile. Grazie a questo sito web potevo richiedere un preventivo gratuitamente comodamente seduta dal divano di casa. Mi sembrava quasi un sogno, o addirittura impossibile. Invece, dopo pochi giorni, ebbi una risposta. Oggigiorno il web è utilizzato come strumento immediato per qualsiasi tipo di ricerca e aveva aiutato, nel mio caso, anche a ricercare un notaio nella mia zona.

Il colloquio con il mio notaio

Così il giorno del colloquio dal notaio fu particolarmente esaustivo. Grazie alla sua consulenza capii che ciascun testamento ha il medesimo valore, nel senso che il testamento pubblico non aveva una maggiore rilevanza essendo stipulato per atto pubblico rispetto a quello olografo, scritto di mio pugno.

Perché ho scelto il testamento pubblico

Decisi che affidarmi totalmente ad un notaio dichiarando le mie ultime volontà, alla presenza dei testimoni, che avrebbe ridotto per iscritto. Mi era capitato di ascoltare una storia in cui una signora del mio paese aveva scritto un testamento di suo pugno non estremamente chiaro. Leggendo quel testamento potevano desumersi diverse interpretazioni. Purtroppo quando non ci si affida ad un tecnico del settore giuridico, qual è appunto il notaio, può capitare che ci si possa imbattersi in un problema di chiarezza delle disposizioni. Da ciò potrebbero anche derivarne dei litigi e delle incomprensioni tra i beneficiari del testamento, la famiglia e gli eredi. Non avrei mai voluto che la mia famiglia potesse avere dei problemi in futuro. Generare dei malcontenti, dei dissapori familiari era l'ultima delle mie intenzioni. Per tutti questi motivi, ritenni che affidarmi ad un notaio nella redazione del testamento pubblico, che avrebbe tradotto in termini giuridici i miei desideri, era sicuramente un'ottima soluzione. Il notaio avrebbe scelto con cura le parole da utilizzare in modo da realizzare, in un linguaggio perfettamente idoneo, le mie volontà.

La possibibilità di revocare il mio testamento

Il testamento sarebbe stato valido fino a quando non avessi deciso di revocarlo espressamente oppure in maniera implicita con un testamento scritto in una data posteriore. Per revocare il testamento pubblico non era necessario recarmi nuovamente dal notaio; avrei potuto anche decidere a casa mia di scrivere un altro testamento di mio pugno: quello posteriore avrebbe revocato l'anteriore in caso di volontà incompatibili. Capii che potevo anche decidere di revocare delle singole disposizioni, non per forza l'intero testamento. Mi sembrava un'ottima opportunità. Nella vita tutto può cambiare da un giorno all'altro e avere la possibilità di modificare il testamento in qualsiasi momento, anche stando a casa, mi rendeva sicuramente molto più serena.

Cosa sarebbe accaduto dopo la mia morte

Dopo la stipula dell'atto dopo qualche settimana il notaio mi consegnò la copia del testamento pubblico. Aspettai un po' in quanto era necessario compiere alcuni adempimenti. Per aver il quadro completo cercai di capire anche cosa sarebbe accaduto al testamento quando non ci sarei più stata e capii che poteva essere aperto immediatamente dopo la mia morte. Nessuno, prima della mia scomparsa, poteva recarsi dal notaio per far pubblicare le mie ultime volontà. Normalmente per la sua pubblicazione dal notaio, dovendo attendere l’emissione dell’estratto del certificato di morte da parte del Comune competente (che è un documento da allegare per legge al verbale notarile), i miei eredi avrebbero dovuto attendere qualche settimana. Grazie alla consulenza del notaio ho capito che il mio patrimonio e i miei cari sarebbero stati tutelati secondo le mie volontà.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio