inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Marta B. Grazie a al vostro servizio ho fissato un incontro con il Notaio e ho capito che nel mio caso conveniva effett ...
Valentina L. Sono arrivata sul sito NotaioFacile.it per caso, dato che stavo cercando i costi di un notaio a Perugia per ac ...
Mirko P. Volevo proprio farvi i complimenti e ringraziarvi. Ho provato ad effettuare una richiesta di preventivo su Not ...
Roberta T. Sto per comprare una seconda casa al mare e volevo sapere quanto mi costa come imposte ma in particolare i cos ...
Giulia M. Volevo sapere quanto costa il notaio per spese di eredità e mi hanno risposto subito! Ho solo dovuto fornire ...
Elisa N. Volevo il miglior notaio online e questo sito mi a dato la possibilità di trovarne molti! ...
Alberto P. Buongiorno, esprimo il mio apprezzamento per il servizio che considero eccellente. Nel giro di 48 ore ho ricev ...
Riccardo F. Ho visto il sito e ho notato che i notai si occupano di moltissime attività. Dato che avrei bisogno della con ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Nunzia G. Non avevo idea di quanto fosse la parcella del Notaio, grazie al sito ho ricevuto i preventivi ed ora so final ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Notaio Cortona (AR): consulenze e preventivi senza impegno


Devi firmare un atto notarile in Toscana, magari più nello specifico nella provincia di Arezzo? Se stai leggendo questa pagina probabilmente la risposta è affermativa e ti sei affidato ad internet per avviare la ricerca del Notaio a Cortona, in provincia di Arezzo. Lo studio notarile cortonese si trova in questo Comune della Val di Chiana aretina: rinomato centro culturale e turistico, oggi supera i 22 mila abitanti.

Cerchi il Notaio per la prima volta? Quali valutazioni si fanno

Notaio - CortonaScegliere il Notaio spetta alla parte che sostiene le spese dell’atto. Nel caso del rogito per acquisto casa, di norma è il futuro acquirente a corrispondere l’onorario del Notaio. Si capisce, quindi, perché sia sua discrezione la scelta del professionista. La legge su questo punto è ferrea nel tutelare la libertà delle parti. Eventuali intermediari intervenuti a diverso titolo (ad esempio agenzie immobiliari, banche, ditte edili etc.) non possono condizionare questa decisione e i nominativi suggeriti da questi ultimi possono avere al massimo valore di un consiglio non vincolante. Tuttavia, soprattutto chi si affaccia per la prima volta ad una materia così tecnica, potrebbe non avere le idee chiare e non sapere neppure da dove partire per scegliere il Notaio. Quali sono i criteri da considerare? Ci sono parametri oggettivi o si riscontrano più frequentemente valutazioni soggettive? Di norma la scelta del Notaio rappresenta il frutto di entrambi questi aspetti. Volendo dare per scontati alcuni requisiti di serietà, professionalità, preparazione e imparzialità (visto che parliamo di pubblici ufficiali) che cosa può fare la differenza tra un notaio e un altro? La qualità del servizio può essere, per certi versi, oggetto di valutazione soggettiva: c’è chi apprezza il Notaio meticoloso e super pignolo e che, invece, predilige un approccio meno formale, volto a semplificare la materia ostica. In generale l’importante è non ancorare la scelta esclusivamente ad un criterio di risparmio. Il Preventivo Economico, o che sembra tale, lo è sempre veramente? Sorge più di un sospetto.

Chi paga il notaio: come e quando si salda la parcella

Leggere il Preventivo Notarile nelle singole voci che lo compongono fornisce un’idea su quello che si dovrà pagare e a quale titolo. Questo documento infatti, oltre alla parcella notarile, elenca costi fissi e imposte per l’atto. Tali voci non rappresentano un guadagno del Notaio in senso stretto. Ecco perché saper leggere il Preventivo aiuta anche a superare alcuni pregiudizi e luoghi comuni sulla figura del Notaio. Distinguere le voci in preventivo è anche utile ai fini della detrazione fiscale dei costi notarili, per separare gli importi che si possono recuperare nel 730 in fase di dichiarazione.

Di norma l’onorario del Notaio viene corrisposto contestualmente al momento della stipula dell’atto. Chiedere differimenti nel pagamento non è una buona pratica: il Notaio, infatti, opera anche come sostituto di imposta per le tasse degli atti. Ecco perché i notai non potrebbero accettare pagamenti successivi alla firma dell’atto e dilazionati rispetto alla data della stipula. I metodi di pagamenti tracciabili per pagare il Notaio possono essere bonifico bancario o assegno circolare. L’assegno bancario non garantisce la stessa tutela quindi il Notaio potrebbe rifiutare questo metodo di pagamento. Onere del futuro acquirente prima del rogito, è quindi quello di recarsi in banca e preparare l’assegno circolare compilando i dati.

richiesta al notaio