inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Valeria F. Non ci credo ancora!! Finalmente ho parlato di persona con un Notaio. Ero stufa di sentire spiegazioni dall'ag ...
Marzia N. Facile e intuitivo, davvero un sito ben fatto. ...
Davide D.L. Mi chiedevo se esistono gia le tariffe notarili del 2015. in effetti ho visto che non ci sono piu le tariffe e ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Francesco P. Ottimo servizio! Cercavo il Notaio per comprare la mia seconda casa al mare e grazie a voi sono riuscito a tro ...
Cecilia M. Consulenza Notarile in tempi rapidi, gratuita ed altamente professionale. Utile iniziativa, che permette la c ...
Francesca Di. Volevo aiutare mio figlio con una procura e navigando in internet ho trovato il sito di NotaioFacile. Mi hanno ...
Paolo D. Grazie a voi ho trovato il Notaio che stavo cercando. Non ho molti soldi e non potevo spendere troppo ho chies ...
Marco G. Cercavo il Notaio più economico e con NotaioFacile ho risparmiato un sacco rispettto al notaio di fiducia del ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Aprire una srl con un euro dal Notaio

Aprire una srl con un euro dal Notaio

Aprire una srl dal Notaio con capitale un euro

Il capitale sociale di una società è il valore dei beni e del denaro conferiti al  momento della costituzione della società, il quale rappresenta una garanzia per il buon funzionamento della società. Tale ricchezza si crea mediante i conferimenti dei soci, che possono essere in denaro o in natura o anche di opera in alcune società.

A seconda del valore dei beni conferiti, è possibile poi partire da un determinato capitale sociale che nel corso della vita della società si può incrementare mediante operazioni di ricapitalizzazione, così come si può anche ridurre. A seconda dell’oggetto sociale che avrà la società, si può decidere di partire con un capitale più o meno alto, ovviamente a seconda della possibilità di conferimento dei soci.

Oltre alle possibilità dei soci occorre anche considerare i minimi legali richiesti per il capitale sociale di ogni tipo sociale. Ad esempio, per costituire una società per azioni, il principale tipo di società di capitale, occorre partire da un capitale minimo di 50.000 euro. Per la società a responsabilità limitata, invece, vale una disciplina diversa.

Capitale minimo della società a responsabilità limitata

La società a responsabilità limitata è stata frutto di varie riforme, tra cui quella che riguarda la srl a capitale ridotto, nonché le nuove srl start-up innovative. Tra queste, la modifica del capitale sociale minimo pari a un euro.

In passato il capitale minimo della srl era pari a 10.000 euro. Questa modifica è servita per incrementare l’attività imprenditoriale in settori in cui non sia necessario un ingente capitale di partenza per poter avviare la società, agevolando così la nascita dell’impresa. Il capitale pari a un euro in sostanza è una formalità, perché si intende consentire l’apertura di una società partendo da zero, con la speranza che i ricavi ne consentano la capitalizzazione comunque necessaria.

Il minimo di diecimila euro nelle srl: quando sussiste l’obbligo?

Il nuovo capitale sociale minimo per la srl come sopra detto è pari a un euro. Perché allora molto spesso si parla di capitale superiore o inferiore a 10.000 euro? In passato era questo il capitale minimo, ragion per cui non si poteva costituire una società con un capitale inferiore a questa cifra e qualora per via di perdite sociali il capitale andasse al di sotto di questa cifra, occorrerebbe effettuare una riduzione del capitale.

La cifra di 10.000 euro è comunque un elemento importante perché la legge prevede che quando i soci decidano di costituire una società con un capitale inferiore, ad esempio pari a un euro o poco più, si applicano delle regole differenti. Il Notaio, dunque, nel colloquio preliminare o in sede di costituzione, dovrà informare i soci della possibilità di aprire la srl con un euro ma che in questo caso si applicherà una disciplina differente.

I conferimenti pari a un euro

Sembra una formalità ma anche quando si costituisce una srl con solo un euro o comunque con un capitale molto basso, occorre materialmente versare questo euro nelle casse sociali. Quando il capitale è così basso, i conferimenti devono essere necessariamente in denaro. Non si può pensare di conferire in natura qualcosa che abbia un valore così esiguo, per cui l’unico modo è versare i soldi nelle casse sociali.

Versamento integrale dei conferimenti

Data l’esiguità del capitale sociale, non solo non si può versare un conferimento in natura, ma non si può nemmeno versare solo il 25%. Se il capitale è pari a un euro, ovviamente non si può versare solo 25 centesimi di euro, sarebbe assurdo, pertanto la regola in ogni caso di costituzione di società con capitale inferiore a 10.000 euro è quella del conferimento integrale. Anche se il capitale iniziale è pari a euro 8000 ad esempio, questa somma va versata integralmente e non è sufficiente solo una parte come invece accade nella srl con capitale superiore.

Aprire una srl con un euro dal Notaio e poi ricapitalizzarla

Aprire una srl con capitale così esiguo come un euro non esclude che la società possa nel corso della sua vita ricapitalizzarsi e quindi aumentare il capitale sociale. Se la società nasce con un capitale pari a un euro e poi successivamente il capitale sociale viene aumentato con un’apposita delibera effettuata per verbale notarile, si applicano le regole relative al nuovo capitale, qualora questo superi i 10.000 euro.

Per cui se si aumenta il capitale da un euro a 20.000, il capitale in parte può anche essere ricapitalizzato mediante versamenti in natura in quanto, come sopra detto, per srl a capitale superiore a tale cifra è possibile anche che i conferimenti non siano tutti in denaro.  

Riduzione del capitale fino a un euro

Lo stesso discorso vale per il caso in cui la società parta da un capitale superiore a 10.000 euro e poi a causa di perdite subisca una riduzione del capitale necessaria perché le perdite superino il terzo del capitale sociale. Quando ciò accade occorre necessariamente recarsi dal Notaio e deliberare la riduzione che può portare il capitale ad una cifra inferiore ai 10.000 fino anche ad un euro, con conseguente applicazione delle relative norme.

Quanto costa aprire una srl con capitale pari a un euro?

Il valore di un euro è solo il conferimento della società che si imputa a capitale ma oltre a quello vi sono comunque altre spese, ovvero le spese regolari in caso di costituzione. In particolare si paga una imposta di bollo pari a 156 euro, una imposta di registro in misura fissa pari a euro 200, i diritti di segreteria pari a euro 90, nonché 120 euro di diritti di Camera di Commercio per il primo anno. A questo occorre aggiungere l’onorario del Notaio più Iva.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio