inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Aldo B. NOTAIO FACILE SIA UNA VALIDA INIZIATIVA PENSO CHE NOTAIO FACILE SIA UNA VALIDA INIZIATIVA CHE PERMETTE AGLI U ...
Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Enzo C. Preliminare.. Compromesso che fare? Registrarlo o andare direttamente all'atto. Ho fatto questa domanda nella ...
Girolamo G. Egregio Signori, Il vostro servizio è estremamente utile alla gente comune che di questi tempi è alle prese ...
Martina F. Avevo bisogno di una informazione semplicissima: qual è il costo del notaio per due atti? NotaioFacile.it mi ...
Alessio C. NotaioFacile.it mi ha sorpreso, è davvero facile! Consulenza di un notaio veloce e diretta. Mi rivolgerò sic ...
Stefania G. Ottimo sito, a volte noi contribuenti ci troviamo di fronte ad infiniti dubbi soprattutto quando l'argomento t ...
Giulia M. Volevo sapere quanto costa il notaio per spese di eredità e mi hanno risposto subito! Ho solo dovuto fornire ...
Valentina R. Mi sembra una buona idea dare un servizio on line, riduce e facilita i tempi, e spero anche i costi, grazie pe ...
Felice T. Posso dire che grazie a voi ho risparmiato.. Ho scelto un vostro notaio ma per poco non cedevo ai pressanti co ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Quando una donazione può essere considerata sicura

Quando una donazione è sicura

Donazione dal notaio

La donazione è un contratto che viene particolarmente utilizzato nella prassi notarile in ambito familiare per anticipare alcuni effetti sulla successione e per favorire determinati soggetti come i discendenti, quali figli e nipoti. Spesso infatti accade che un genitore voglia donare una casa a un figlio o un nonno a un nipote.

La donazione viene scelta anche per il regime agevolato in termini fiscali, in quanto è possibile risparmiare come vedremo. Tuttavia ricevere un bene in donazione non sempre è particolarmente sicuro nel momento in cui si voglia venderlo o ci si voglia disfare dello stesso, in quanto le parti acquirenti richiederanno delle garanzie per i motivi che adesso vedremo.

Rischi della donazione

Uno dei problemi principali che può ricorrere da chi compra una casa da una persona che l’ha ricevuta in donazione è la possibile revoca di quest’ultima.

La legge infatti prevede la revocazione della donazione per sopravvenienza figli, così come il rischio che determinati soggetti chiamati legittimari, ossia il coniuge i figli o in assenza di questi gli ascendenti (genitori), agiscano dinanzi al giudice per far valere i loro diritti, in quanto la legge riserva loro una quota sull’eredità chiamata legittima.

Donazione e consulenza notarile

Quando si va dal notaio per acquistare casa, il notaio, esperto nel settore e specializzato in materia, esporrà tutti i rischi e anche i rimedi per poter scongiurare qualsiasi pericolo.

Una consulenza notarile è fondamentale in questi casi ed è preferibile averla prima di intraprendere qualsiasi tipo di scelta, proprio per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese in un momento successivo.

Mutuo dissenso della donazione

Uno dei primi rimedi per porre nel nulla la donazione e ripristinare lo stato antecedente alla stessa, è quello di stipulare il cosiddetto mutuo dissenso.

Si tratta di un contratto che prevede il ritrasferimento del bene in capo al donante, ossia a colui che inizialmente aveva deciso di donare l’immobile.

In questo caso quindi si ripristinano le situazioni giuridiche antecedenti e il donante originario ridiventa proprietario dell’immobile. Acquistare adesso dall’originario donante sarebbe senza dubbio più sicuro in quanto non si correrebbe alcun rischio di perdere la casa acquistata.

Rinuncia ad azioni giudiziaria

Un altro rimedio per acquistare in modo sicuro un bene proveniente da donazione è la rinuncia da parte dei legittimari ad agire in giudizio, in particolare all’azione di riduzione e all’azione di restituzione. Vediamo cosa si intende.

Ai legittimari è riconosciuta la cosiddetta azione di riduzione, ossia un’azione che consente di far valere i loro diritti successori dinanzi al giudice, allo scopo del riconoscimento della quota di legittima.

Per essere sicuri che i legittimari non esercitino tale azione è necessario che vi rinuncino. In questo modo si potrà essere sereni nell’acquisto di una casa dal notaio.

Quando si può rinunciare all’azione di riduzione

È importante sapere che è possibile rinunciare all’azione di riduzione solo ed esclusivamente se è defunto il donante. Gli eventuali figli o genitori e il coniuge non possono, quindi, prevedere la loro rinuncia se il donante è ancora è in vita: si tratterebbe di un atto nullo che non produrrebbe alcun effetto. È possibile anche rinunciare dal notaio prima dell’acquisto della casa e in questo modo tutti i legittimari si presenteranno dinanzi al notaio e rinunceranno a tale azione.

Polizza assicurativa o fideiussione per donazione

Per mettere al riparo la provenienza donativa e assicurare colui che decide di acquistare la casa dal notaio, è possibile anche ricorrere ad una polizza assicurativa e fideiussoria.

Questo tipo di strumento assicurerebbe per un determinato periodo di tempo (in quanto deve avere necessariamente una durata) e per un importo massimo prestabilito, dagli eventuali danni arrecati dall’azione di riduzione promossa dai legittimari davanti al giudice.

Quando non si corrono rischi con la donazione

Tuttavia non sono tutti uguali i rischi che si corrono in presenza di una donazione in quanto è molto importante conoscere la data in cui sia stata stipulata dal notaio e soprattutto il momento dell’apertura della successione.

Non si corre alcun rischio se la successione si è aperta da più di 10 anni e non è stata trascritta alcuna domanda giudiziale in ordine all’azione di riduzione. Stesso discorso vale anche nel caso in cui tutti i legittimari abbiano rinunciato all’azione di riduzione (essendo morte il donante).

Un altro elemento da tenere in considerazione è se sono decorsi 20 anni dalla trascrizione della donazione: in questo caso i legittimari anche se agiscano in riduzione non potranno ottenere la casa indietro in quanto non potranno esercitare l’azione di restituzione della casa.

Costo rimedi per donazione

Ogni rimedio esposto ha un costo diverso e può variare anche dal singolo professionista o dalla zona in cui viene stipulato il rogito notarile. È importante sapere, ad esempio, che avere una polizza fideiussoria bancaria può richiedere un costo più alto rispetto agli altri rimedi.

Anche in questo caso è sempre opportuno esporre la propria situazione al notaio in maniera dettagliata, fornendo le date della stipula dell’atto di donazione, così altre informazioni relative al defunto e agli eventuali atti stipulati in vita. Tramite questo portale è possibile richiedere una consulenza e un preventivo gratuito senza impegno scegliendo anche la città in cui si intende concludere l’atto.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio