inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Lorenzo C. Siamo 2 architetti e avevamo bisogno un notaio per rogito multiproprieta per dei nostri clienti che ci hanno c ...
Vittorio G. Comprare casa e rivolgersi al notaio. Io ho ottenuto il preventivo analitico e la consulenza notarile.
...
Fabiano O. Non pensavo che funzionasse davvero, spesso le cose gratuite sono prese in giro, sono rimasto piacevolmente so ...
Elena V. Sono Elena e ho cercato un notaio per acquisto di immobile al grezzo. Questo sito mi ha permesso di trovare un ...
Nunzia G. Non avevo idea di quanto fosse la parcella del Notaio, grazie al sito ho ricevuto i preventivi ed ora so final ...
Mattia G. Mia zia mi ha venduto una proprietà perché voglio costruire una nuova casa per me e la mia famiglia. La zia ...
Alberto P. Buongiorno, esprimo il mio apprezzamento per il servizio che considero eccellente. Nel giro di 48 ore ho ricev ...
Martina F. Avevo bisogno di una informazione semplicissima: qual è il costo del notaio per due atti? NotaioFacile.it mi ...
Luca M. Non è facile trovare il notaio meno caro a Roma, ma questo sito mi ha aiutato. ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Come ho revocato la donazione a mio figlio dal notaio

Donazione a mio figlio di una casa

Come ho revocato la donazione a mio figlio dal notaioCirca cinque anni fa mi sono recata da un notaio per effettuare una donazione in favore di mio figlio. Ho un solo figlio e il mio desiderio era assicurargli un futuro sereno quando non ci sarei stata più. Sin dall’età adolescenziale mio figlio aveva il desiderio di andare a vivere e lavorare all’estero. Naturalmente per una madre osservare il proprio figlio crescere e realizzarsi è un’enorme soddisfazione, ma allo stesso il pensiero di averlo così distante da casa non mi allettava particolarmente. Ciò nonostante non sono mai stata di impedimento ad ogni sua scelta, anche la più ardua e coraggiosa.

Così per cercare di farlo sentire al sicuro e soprattutto per far sì che avesse un punto di appoggio anche in Italia, ho deciso di donargli la casa che avevo ereditato da mia madre. Purtroppo vivendo all’estero era complicato riuscire ad organizzarci, compatibilmente con i suoi impegni, con un appuntamento da un notaio per stipulare la donazione.

Mio figlio aveva la tendenza costante a rimandare il rientro in Italia per stipulare il contratto di donazione della casa dal notaio, ma non mi diedi per vinta e capii, grazie a una consulenza notarile, che potevo ugualmente recarmi dal notaio da sola, per fare una proposta di donazione. Nel mio immaginario la donazione non necessitava di un’accettazione. Proprio perché non c’era un corrispettivo, né un prezzo, non pensavo che fosse necessario anche il consenso di mio figlio. Tuttavia capii che per il completamento dell’operazione era assolutamente necessario che lui accettasse.

Proposta di donazione a mio figlio dal notaio

Così decisi di recarmi dal notaio, il quale, alla presenza di due testimoni, accolse la mia proposta di donazione della casa in favore di mio figlio. Questa soluzione mi rasserenò particolarmente in quanto finalmente potevo dormire sogni sereni: un posticino in Italia per mio figlio era sempre assicurato. Al suo rientro in Italia avrebbe potuto accettare la donazione recandosi dal notaio. Era molto più semplice di quel che immaginassi. Con la sua accettazione, sempre alla presenza di due testimoni, si sarebbe perfezionata tutta l’operazione e finalmente mio figlio sarebbe diventato proprietario della casa.

Revocare la donazione: era possibile?

Quest’idea non fu particolarmente apprezzata da mio figlio, il quale non mostrò alcun tipo di entusiasmo. Speravo in cuor mio che l’idea di aver una casa in Italia e quindi anche di non avere delle spese da sostenere, o un fitto da pagare, fosse importante per un giovane imprenditore. Tuttavia il suo mondo era all’estero e avrei dovuto farmene una ragione. Non riuscivo ad accettare questa lontananza, ho sempre avuto un rifiuto dell’idea che non potessi vederlo quando desideravo.

Così dopo pochi mesi, una calda mattina di luglio ebbi una telefonata non troppo piacevole da parte di mio figlio. Mi raccontò che il suo lavoro procedeva a gonfie vele, che era particolarmente entusiasta del riscontro del pubblico che aveva avuto per la sua attività imprenditoriale. Grazie al suo successo non aveva alcuna intenzione di tornare in Italia e che aveva già preso contatti per acquistare una casa all’estero. Tale notizia mi lasciò sprofondare in un baratro di tristezza. Sebbene fossi orgogliosa e felice dei suoi successi e della sua realizzazione personale, mi rendevo sempre più conto che la possibilità di ritornare in Italia era sempre più remota. Insomma mi dovevo arrendere. Dovevo essere solo felice della sua serenità ritrovata al di fuori dell’Italia e lontano dalla sua famiglia.

Così dopo una lunga telefonata in cui provava a spiegarmi le sue ragioni di questa scelta mi disse che forse non era il caso che quella casa andasse a lui, la sua vita non era più in Italia, non sarebbe tornato con frequenza gli impegni lavorativi lo assorbivano notte e giorno. Non ne valeva la pena insomma. Mi invitò ad una riflessione. La sua soluzione era quella di recarmi di nuovo dal notaio per revocare la proposta di donazione.

Ricercare un notaio per consulenza notarile

Onestamente non sapevo se fosse ammissibile dal punto di vista giuridico revocare una donazione, in quanto non avevo mai sentito parlare di un’esperienza del genere, né avevo le competenze per poter capire se fosse possibile. Non capita tutti i giorni di dover decidere se accettare o meno una donazione di una casa senza pagare alcuna somma di denaro.

Mio figlio, nella medesima telefonata, però mi diede anche una notizia emozionante: stavo per diventare nonna. Questa comunicazione trasformò in pochi secondi il mio stato d’animo da una leggera tristezza ad una profonda felicità. È sempre stato un sogno per me diventare nonna e avere un nipotino o una nipotina.

Ho revocato la donazione dal notaio

Il consiglio di mio figlio fu quello di revocare la mia proposta di donazione e di aspettare la nascita del piccolo nipote per donarla direttamente a lui. In fondo donarla al mio futuro nipote sarebbe stato altrettanto una gioia e una felicità.

Così dopo questa lunga ed emozionante telefonata, decisi di non fare scelte azzardate e di ritornare dal notaio da cui avevo stipulato la proposta di donazione per revocarla. Per fortuna il consiglio di mio figlio, che non è un tecnico del settore giuridico, era realizzabile. Dalla consulenza del notaio capii che fino a quando mio figlio non avesse accettato la donazione, avrei potuto revocarla in qualsiasi momento con un atto pubblico notarile. Mai mi sarei aspettata una situazione del genere, ma in fondo non era proprio il caso di insistere sulla possibilità di far ritornare mio figlio in Italia ora che la sua famiglia si stava formando in un’altra città.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio