inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Pier Luigi S. Ciao, vi scrivo per farvi i complimenti, ero alla disperata ricerca di un notaio per risolvere una difficile q ...
Vinvenzo V. Ottima iniziativa! Ho ricevuto la risposta dal Notaio il giorno stesso e mi sono rivolto a lui per acquistare ...
Riccardo F. Ho visto il sito e ho notato che i notai si occupano di moltissime attività. Dato che avrei bisogno della con ...
Giada R. Una consulenza notarile online mi sembrava molto strana ed in più gratuita… In effetti inviando la richiest ...
Arianna O. Io e degli ex colleghi ci stiamo mettendo in proprio costituendo una società di persone, nello specifico una ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Silvio T. Ottimo servizio ...
Chiara F. Eccezionale!!!!! puntualissimi e precisissimi; ringrazio con piacere. ...
Martina F. Avevo bisogno di una informazione semplicissima: qual è il costo del notaio per due atti? NotaioFacile.it mi ...
Simone G. L'ho già usato in precedenza, i due preventivi che mi sono arrivati sono stati molto esaustivi. La mia prima ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Notaio Beinasco – Consulenza e Preventivi dai Notai TO| NF


Lo Studio del Notaio di Beinasco, in provincia di Torino, si può contattare facilmente e gratuitamente online per consulenze e per ottenere un preventivo gratuito da professionisti del settore entro 48 ore dalla richiesta. Il comune di circa 18000 abitanti può essere raggiunto anche dagli abitanti dei paesi limitrofi. Proprio per questo motivo lo Studio del Notaio di Beinasco potrebbe essere raggiunto anche dai cittadini di alti paesi in regione, o anche provenienti da regioni diverse dal Piemonte. Lo studio, infatti, può essere contattato da chiunque a prescindere da quale sia il comune di residenza. 

Le fasi per arrivare al rogito

Il rogito è l’atto conclusivo di una compravendita immobiliare, il momento in cui venditore e acquirente appongono le firme per il passaggio della proprietà alla presenza di un notaio.

Notaio – Beinasco In molti però si chiedono cosa accada prima di arrivare al rogito e quali siano le fasi da rispettare. In generale è bene sottolineare che tutte le compravendite sono estremamente differenti, ma se si volessero indicare i passaggi che portano al trasferimento di un bene immobile, questi potrebbero essere così definiti: scelta dell’immobile, proposta di acquisto, preliminare di vendita e contratto di rogito. Si badi che ovviamente queste fasi non sono schematizzate in modo così rigido e che ognuna di esse, a seconda del caso specifico, potrebbe avere degli sviluppi differenti. Ad esempio per la scelta dell’immobile, l’interessato potrebbe richiedere l’intermediazione di un’agenzia immobiliare o contattare una ditta edile per la valutazione di immobili in costruzione, oppure potrebbe rivolgersi ad un privato, addirittura ad un conoscente che desidera vendere un determinato bene. Nel caso di particolari urgenze, per accordo specifico delle parti, si potrebbe decidere di saltare il preliminare di vendita e passare direttamente al contratto di rogito. Un istituto adatto a chi è prudente e vuole mettersi al riparo da eventuali problemi è quello del deposito del prezzo di vendita presso il notaio, passaggio con cui l’assegno viene affidato al notaio che lo deposita su un conto dedicato e lo trasferisce al venditore solo dopo l’avvenuta trascrizione dell’atto. Grazie a questa analisi risulta ancora più evidente quanto sia importante affidarsi al giusto professionista in grado di soddisfare le proprie esigenze.

Chi paga e chi sceglie il notaio

 Che si tratti di una compravendita tra privati o che vi sia intermediazione di agenzia immobiliare la scelta del professionista a cui rivolgersi è sempre libera. Per ciò che concerne la scelta del notaio, ci sono casi in cui l’agente immobiliare decide di suggerire un nominativo alle parti, ma è importante ricordare che tale suggerimento ha la valenza di consiglio e niente di più, non è assolutamente vincolante. Per quanto riguarda le spese notarili per il rogito, normalmente sono a carico del futuro acquirente, a meno che le parti non decidano di accordarsi in modo diverso, e il saldo delle spese avviene nel momento della firma, quindi è contestuale al rogito. Il preventivo analitico è l’unico modo per essere al riparo da spiacevoli sorprese al momento del pagamento, infatti, è onere delle parti saperlo leggere, eventualmente anche chiedendo chiarimenti al professionista stesso e ponendo l’attenzione sulle singole voci che distinguono l’onorario del professionista da imposte e costi fissi. Un altro fattore di risparmio che erroneamente spesso non viene considerato riguarda la possibilità di detrazioni fiscali. Nel rigo E7 del quadro E del Modello 730 si possono inserire le spese sostenute dal notaio per la stipula del mutuo o quelle anticipate dal notaio per conto del cliente. Non è invece possibile sottoporre a detrazione le spese notarili per la stipula del contratto di compravendita e quanto corrisponde all’onorario del notaio in senso stretto e quindi il guadagno del professionista. L’utente interessato alla consulenza di un notaio ha quindi a propria disposizione tutti i mezzi per agire consapevolmente e risparmiare, anche se la qualità del servizio non dovrebbe mai essere messa in secondo piano rispetto al risparmio economico.

richiesta al notaio