inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Rosalba D. Ma quanto costano questi Notai! Sto comprando la mia prima casa e dopo la proposta "accettata" l'agente immobi ...
Ilaria Di. Ho consultato questo sito per trovare il minor costo per il notaio, effettivamente c'è differenza tra i notai ...
Paolo G. Complimenti... Grazie a voi ho trovato notai competenti, seri veloci nel fare risposte ed ho anche risparmiato ...
Mario M. È la prima volta che uso notaio facile e spero mi sia d'aiuto anche per risparmiare sulle spese dell'atto. Ri ...
Andrea G. L’iniziativa mi sembra interessante per chi, come me, non ha frequenti contatti con la categoria dei notai. ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Luca E. Grazie. Servizio impeccabile! I notai mi hanno risposto in giornata e ho fissato un appuntamento. ...
Gabriele Di. Ho ricevuto in eredità da un lontano parente un terreno in provincia di Perugia. I notai di NotaioFacile sono ...
Eleonora S. Quello che ho scelto tramite questo sito non è il notaio più economico del mondo, ma sono contenta perché u ...
Monica S. Ottimo Sito! Compimenti Monica S. ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Acquisto casa: chi paga il Notaio?

Acquisto casa: chi paga il Notaio?

Stiamo per acquistare casa, un investimento non da poco: ma chi paga il conto del Notaio, comprese le tasse?

Quando si sta per acquistare casa le spese sono ingenti: innanzitutto naturalmente c’è il costo dell’abitazione stessa, certo non indifferente, che è l’esborso maggiore che dovremo affrontare.
C’è però tutta una serie di altre spese di cui è bene tenere conto, per non ritrovarsi in difficoltà economiche.
Potremo infatti avere eventuali spese di perizia, il costo del mutuo, eventuali ammodernamenti o ristrutturazioni, il costo del trasloco e così via, fino ad arrivare naturalmente alle spese notarili.
Ma chi paga il Notaio nell’acquisto di una casa? E cosa comprendono queste spese?

Acquisto casa: a pagare il Notaio è chi compra

La prima domanda ha una risposta abbastanza semplice: in caso di acquisto casa a pagare il Notaio è di norma chi compra.
A questa indicazione di massima va però aggiunta qualche precisazione: il fatto che sia l’acquirente a sostenere le spese notarili è infatti una convenzione, non un obbligo di legge.
Nulla vieta dunque che tra le parti intercorrano accordi diversi riguardo il saldo delle spese del Notaio.
 

Altro punto importante: poiché è appunto l’acquirente a pagare il Notaio, sarà questo anche a decidere a quale professionista rivolgersi, scegliendo liberamente il professionista che preferisce.
Di norma se l’acquisto dell’abitazione è nella stessa città di residenza o comunque nelle vicinanze, non vi sono problemi.
Se invece per qualsiasi motivo si dovesse scegliere di rivolgersi a un Notaio distante dall’ubicazione dell’abitazione (il caso tipico: stiamo comprando una casa al mare o in montagna, ma vogliamo rivolgerci a un Notaio della nostra città) buon senso vorrebbe che se ne parlasse prima con la controparte così da evitare malumori.
Ricordiamoci infatti che saremo sia noi sia il venditore (o più venditori, nel caso in cui la proprietà fosse di più di una persona) a doverci recare nel territorio di competenza del Notaio per la firma del rogito.

Cosa pagherò al Notaio per l’acquisto della casa

Abbiamo dunque visto che a pagare il Notaio nell’acquisto di una casa è di norma il compratore.
Una volta definito il “chi”, passiamo dunque a prendere in considerazione il “cosa”.
Il conto del Notaio comprenderà infatti una serie di voci che possono anche essere molto onerose e di cui è dunque bene tenere conto.
 

Innanzitutto cosa farà il Notaio: a grandi linee possiamo dire che si occuperà di verificare la regolarità della casa, in particolare il fatto che sia correttamente accatastata e che non vi siano parti abusive, e che non vi siano diritti di terzi che possano compromettere la compravendita o diminuire il valore e la disponibilità dell’abitazione.
Quindi provvederà a stendere un apposito atto chiamato rogito che sancisce il passaggio di proprietà dell’abitazione.
Perché questo sia effettivo, l’atto deve essere regolarmente registrato, sempre a cura del Notaio, che ne conserverà anche una copia presso il proprio studio.
Ancora, il Notaio si accerterà dell’identità delle parti che sottoscrivono l’atto e che questo corrisponda alle loro volontà, oltre a dare la consulenza necessaria per trovare la soluzione migliore nel pieno rispetto della legalità e super partes, quindi senza favorire uno dei convenuti a discapito degli altri.

Si tratta naturalmente di mansioni che dovremo pagare al Notaio nell’acquisto di una casa, cui si aggiunge quella che spesso è la voce più cospicua: tasse e imposte.
In particolare, in caso di acquisto di abitazione principale dovremo pagare al Notaio l’imposta di registro, calcolata sul valore catastale dell’abitazione nella misura del 2%.
Questa imposta sale al 9% nel caso in cui si tratti di una seconda casa.
Oltre a questa, dovremo versare anche imposta di registro e imposta catastale nella misura di 50€ ciascuna.
Infatti il Notaio ha tra l’altro anche il ruolo di cosiddetto “sostituto d’imposta”, cioè si occupa di riscuotere quanto dovuto a nome dello Stato e quindi di versarlo correttamente.

Questo è il caso generale quando si acquista da privato o da impresa che abbia finito i lavori di costruzione o ristrutturazione da più di cinque anni.
Se invece acquistiamo da impresa che abbia terminato le opere da meno di cinque anni, non dovremo pagare al Notaio l’imposta di registro, ma dovremo versare l’IVA (che va però pagata all’azienda e non al Notaio) nella misura del 4% per l’abitazione principale e del 10% per una seconda casa.

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta preventivo notaio online
richiesta al notaio