inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Marco E. Volevo capire il costo di un notaio a Milano: sono davvero elevati! Per fortuna ho potuto confrontare diversi ...
Chiara F. La presente per rigraziarvi, ho ottenuto disponibilità dal Notaio per un colloquio nel quale ho chiarito dive ...
Paolo M. Ho contattato il Notaio con NotaioFacile e devo proprio dire che è stato davvero Facile! Bravi. Un gran bel s ...
Matteo V. Cercavo online un notaio per la compravendita e grazie a questo sito ho potuto scegliere tra diversi notai a N ...
Francesca Di. Volevo aiutare mio figlio con una procura e navigando in internet ho trovato il sito di NotaioFacile. Mi hanno ...
Maria Chiara A. Stavo cercando su internet un Notaio che offrisse un servizio online e ho scoperto il vostro sito. Complimenti ...
Federico De. Ho inviato una richiesta di preventivo al notaio per modifica di una società. Ho avuto diverse valutazioni. D ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Antonio A. Volevo avere conferma di alcune informazioni in merito all'onorario del notaio per la prima casa in acquisto. ...
Andrea A. Il notaio online è sicuramente una valida alternativa, ma lascia sempre qualche dubbio. Mi sono trovato bene ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Calcolo imposte di registro seconda casa: cosa sono, quando si pagano e a quanto ammontano

Calcolo imposte di registro seconda casa: cosa sono, quando si pagano e a quanto ammontano

Il calcolo delle imposte di registro sulla seconda casa non è complesso.
Vediamolo insieme e vediamo quale ruolo ha il Notaio in relazione alle tasse dovute sull’acquisto di un bene immobile da adibire ad abitazione non principale

La seconda casa è un sogno per molti: che si tratti di una casa di vacanza o di un immobile da mettere a reddito con affitti brevi o di lunga durata, può essere un interessante investimento.

Per valutarne adeguatamente la portata occorre considerare oltre al prezzo dell’immobile le tasse sia per l’acquisto che successive.
Il Notaio può avere un ruolo attivo già in questa fase: sarà in fatti lui a individuare il corretto regime fiscale con cui effettuare l’acquisto.
Per questa ragione è opportuno coinvolgere sin dall’inizio del processo di acquisto un professionista di fiducia.
Ricordiamo al riguardo che normalmente la scelta del notaio spetta a chi acquista il bene e che il suo ruolo è sempre super partes.

Le tasse da versare per l’acquisto di una seconda casa sono differenti a seconda che si acquisti da un privato o da un costruttore entro i 5 anni dalla costruzione dell’immobile o dalla sua ristrutturazione.

Tasse in caso di acquisto da privato

L’acquirente verserà un’imposta di registro pari a 9% del valore catastale dell’immobile più 50 euro per l’imposta ipotecaria e 50 per l’imposta di catastale.
 

Come effettuare il calcolo dell’imposta di registro per la seconda casa? Occorre individuare la rendita catastale che è presente sulla scheda catastale, rivalutarla del 5% e moltiplicarla per un coefficiente pari a 120.
Facciamo un esempio: rendita catastale 800 euro x 1,05% (rivalutazione del 5%) = 840 x 120 (coefficiente stabilito) = 100.
800 su questo importo (e non sul valore dell’immobile che deve comunque essere dichiarato nell’atto) si calcola il 9%, totale imposta di registro 9.
072 Euro, a cui si aggiungono 50 euro di imposta ipotecaria e 50 di imposta catastale, totale tasse 9.
172.
Questo sistema di calcolo delle imposte sul valore catastale si chiama “sistema del prezzo valore” e può essere utilizzato se entrambi i soggetti, acquirente e venditore, sono persone fisiche e l’immobile sarà ad uso abitativo (anche se non come abitazione principale)

Tasse in caso di acquisto da costruttore

In caso di acquisto da un costruttore entro 5 anni dalla costruzione o dalla ristrutturazione l’immobile sarà soggetto a Iva al 10%, mentre l’imposta di registro è stabilita nella misura fissa di 200 euro cosi come l’imposta ipotecaria e catastale.
Facciamo un esempio anche in questo caso: prezzo dell’immobile 90.
000 euro Iva al 10% = 9.
000 euro a cui si aggiungono 200 euro di imposta di registro, 200 di imposta catastale, 200 euro di imposta ipotecaria, totale delle tasse 9.
600 euro.
Come vedete in questo caso non è necessario effettuare il calcolo per l’imposta di registro della seconda casa perché è stabilita dal legislatore.

Anche in questo caso, tuttavia, c’è un “nota bene” a cui fare attenzione: l’Iva sale al 22% per le abitazioni di classi A1 (tipo signorile) A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici).

Una volta compiuto calcolo delle imposte di registro e non relative alla seconda casa quando si pagano?

È il Notaio a versarle per conto del cliente all’atto della registrazione del Rogito d’acquisto negli appositi registri.
Il pubblico ufficiale svolge in questo caso il ruolo di “sostituto d’imposta”.
Come accennavamo, inoltre, sarà sempre il Notaio a individuare il corretto regime fiscale con cui concludere l’acquisto e a compiere le verifiche preliminari che consentiranno una compravendita in sicurezza, ossia l’assenza di vincoli ipotecari e o di altri gravami e anche ad assicurarsi che l’atto sia corredato delle dichiarazioni necessarie, tra cui la certificazione energetica.
Si tratta di un elenco non esaustivo dei numerosi compiti che il Notaio svolge durante il processo di acquisto.
 

Le informazioni riportate in questo articolo sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi Easy Web Service Srl non risponde in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. EWS invita pertanto gli utenti a consultare direttamente un notaio per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

richiesta preventivo notaio online
richiesta al notaio