inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Fabiano O. Non pensavo che funzionasse davvero, spesso le cose gratuite sono prese in giro, sono rimasto piacevolmente so ...
Renato C. Se la risposta arriva celermente il servizio è ottimo, grazie ...
Luca V. Il prezzo del notaio varia molto da professionista a professionista, per questo ho chiesto un preventivo che m ...
Jessica E. Volevo vendere la mia casa a un privato e concludere tale compravendita senza intermediari per risparmiare. Pe ...
Davide M. Mi sono detto: voglio pagare poco il notaio, come faccio? Vado online! E grazie a questo sito sono riuscito a ...
Mario L. Utile e veloce, ogni promessa è stata mantentuta e addirittura superata, il Notaio mi ha risposto 4 ore dopo ...
Vito s. Lo trovo molto efficiente e semplice per la ricerca e aiuto sui quesiti da sottoporre. Ottimo,grazie. ...
Minia T. Mia mamma purtroppo si muove con grande fatica e vuole vendere la casa. Per questo ho inviato una richiesta di ...
Marta G. Dopo aver ricevuto in donazione un immobile a Milano ho voluto informarmi per bene sui miei diritti/doveri, ta ...
Gerry M. Ho appena richiesto informazioni,quindi non ho risposte per valutare l'operato di questo sito,ma se si svolger ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Intestare casa alla badante in cambio di assistenza

Intestare casa alla badante in cambio di assistenza

Persone anziane: tutele dal notaio

Accade spesso che le persone anziane non siano accudite dalle famiglie per svariate ragioni che vanno dall’impossibilità di occuparsi quotidianamente dei bisogni della persona in virtù di impegni lavorativi o dalle difficoltà dovute dalle distanze, che non consentono di poter costantemente, soddisfare le esigenze di una persona non più in grado di vivere autonomamente.

È proprio per questo che le persone anziane sempre più spesso ricorrono all’assunzione di una badante che possa occuparsi per tutto il giorno dei bisogni ricorrenti; ciò determina frequentemente l’instaurarsi di un rapporto di fiducia che prescinde dall’ambito lavorativo retribuito. In tali casi la persona anziana spesso, per spirito di riconoscenza, intende beneficiare la sua badante intestandole la sua casa di proprietà.

È possibile? Cosa si rischia? Che tipo di contratto è? Analizziamo insieme come tutelare le persone anziane da possibili raggiri e quali sono le soluzioni per poter evitare al momento della successione, che vi sia malcontento tra gli eredi.

Intestare casa alla badante: cosa controllare

Nel caso in cui la persona anziana sia intenzionata a intestare la casa alla badante in cambio di assistenza, è necessario analizzare e controllare le condizioni in cui versa la persona bisognosa.

È necessario che al momento della stipula del contratto dal notaio, la persona anziana sia capace di intendere e di volere e anche che non sia in delle condizioni tali da poter essere considerata prossima al decesso. I parenti stretti della persona anziana, infatti, potrebbero contestarne il trasferimento qualora si dimostri che la persona non era pienamente capace di decidere.

Deve inoltre esserci una proporzionalità tra le due prestazioni, ossia tra il valore della casa donata e il valore dell’assistenza che sarà prestata nel corso degli anni, fino alla morte della persona anziana: questo elemento è di importanza fondamentale in quanto potrebbe mascherare una donazione, proprio perché i valori sono sproporzionati.

Contratto dal notaio per assistere anziano

Non esiste una sola soluzione per garantire ad un anziano assistenza in quanto il legislatore sebbene abbia previsto dei contratti che abbiano tale funzione, lascia alle parti la possibilità di stipulare e concludere accordi che siano meritevoli di tutela, plasmati sulle esigenze della persona anziana. Un esempio tra questi è proprio il contratto di mantenimento.

Quest’ultimo non è l’unica strada percorribile, ma le parti possono anche decidere di concludere un contratto di rendita vitalizia o un contratto di vitalizio alimentare, come approfonditi nelle apposite sezioni.

Contratto di mantenimento con badante

Una delle soluzioni, non espressamente disciplinate dalla legge, ma riconosciute nel nostro ordinamento giuridico italiano è la conclusione di un contratto di mantenimento, tra la badante e la persona anziana.

Con tale forma contrattuale la badante si obbliga per un lasso di tempo, commisurato alla vita della persona anziana, a prestarle assistenza materiale e morale in cambio di una prestazione effettuata dalla persona anziana, che può essere appunto il trasferimento di una casa dal notaio.

È di particolare importanza specificare, all’interno del contratto, cosa si intende per assistenza morale e materiale in modo tale da evitare che sorgano delle problematiche di interpretazione del contratto e che possano svilupparsi, di conseguenza, delle controversie una volta firmato il contratto dal notaio.

Un elemento imprescindibile di questo contratto è la cosiddetta alea, ossia l’incertezza della durata del contratto, dovuta proprio dall’impossibilità di conoscere quanto tempo rimarrà in vita la persona anziana.

Intestare casa alla badante senza ricevere assistenza

Le forme contrattuali sopra analizzate non rappresentano le uniche chance per “ringraziare” la badante dell’assistenza fornita. Le persone anziane potrebbero anche scegliere di non concludere un contratto con uno scambio tra la casa e l’assistenza, ma optare per una semplice donazione, intestando solo la casa alla badante.

Ciò però renderebbe, per la badante, il suo acquisto più esposto a rischi, proprio perché la donazione potrebbe essere attaccata dai cosiddetti legittimari, ossia dal coniuge, dai figli o in assenza di essi dai genitori della persona anziana.

La legge infatti riserva una quota di eredità a tale categoria di soggetti in virtù del legame stretto familiare che li lega alla persona anziana: tale istituto ha delle origini molto antiche sopravvissuto alle innumerevoli riforme avvenuto nel nostro sistema legislativo.

Intestare la casa alla badante con riserva di usufrutto

Un’altra soluzione altrettanto diffusa è quella di intestare la casa alla badante per spirito di riconoscenza senza avere nulla in cambio, riservandosi il diritto di usufrutto sulla stessa.

Si tratta di chance molto diffusa in quanto consente alla persona anziana di poter usufruire della casa e quindi anche di abitarvi fino alla morte, assumendosi anche la responsabilità di pagare le tasse e le imposte legate all’abitazione proprio perché usufruttuaria. In questo caso si tratta di una donazione con riserva di usufrutto da stipularsi dal notaio per atto pubblico alla presenza di due testimoni, aventi i requisiti previsti dalla legge notarile.

Preventivo notarile per contratto assistenziale con badante

Nel caso in cui si necessiti di un preventivo notarile per la stipula di un contratto assistenziale con la badante è possibile richiedere gratuitamente, senza alcun impegno, un preventivo notarile gratuito in pochi semplici passaggi, senza dover sostenere costi di registrazione o iscrizione al sito.

Avere un’idea più completa delle spese da sostenere può aiutare a compiere la scelta giusta in modo da assicurarsi che un’assistenza ideale per gli ultimi anni di vita, senza preoccupazioni ed esitazioni.

La piattaforma di NotaioFacile consente anche di scegliere il notaio più vicino alla propria zona in modo da evitare di perdere tempo e denaro nella ricerca di un notaio. Ciò consente di semplificare anche il contatto con il notaio qualora si abbiano delle difficoltà negli spostamenti.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio