inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Arianna O. Io e degli ex colleghi ci stiamo mettendo in proprio costituendo una società di persone, nello specifico una ...
Giuseppe B. Ho richiesto un preventivo per notaio per procura generale. Ho avuto dei valori e dei nomi a cui rivolgermi. ...
Valeria F. Non ci credo ancora!! Finalmente ho parlato di persona con un Notaio. Ero stufa di sentire spiegazioni dall'ag ...
Marzia N. Facile e intuitivo, davvero un sito ben fatto. ...
Luca V. Il prezzo del notaio varia molto da professionista a professionista, per questo ho chiesto un preventivo che m ...
Rosanna C. Attualmente per questa prima fase non ho nulla da ridire tutto molto facile semplice e comprensivo ottimo sito ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Rocco A. Spero che questo servizio aiuti altre persone che come mè erano alla ricerca del Notaio, Complimenti e buon l ...
Simone G. L'ho già usato in precedenza, i due preventivi che mi sono arrivati sono stati molto esaustivi. La mia prima ...
Rosario L. Grazie ho finalmente saputo quento mi costerà la Procura. ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Spese per l’acquisto della prima casa: quanto si paga?

Spese per l’acquisto della prima casa: quanto si paga?

Un breve prontuario per verificare quali sono le spese per l’acquisto della prima casa e a cosa fare attenzione quando decidiamo un acquisto tanto importante.

L’acquisto della casa, ed in particolare della prima casa, è un passo impegnativo e per moltissime famiglie il primo mattone su cui costruire il proprio futuro. Individuare l’abitazione dei propri sogni non è semplice, ma una volta scelta ecco quali sono le spese per l’acquisto della prima casa che occorre valutare e pianificare.

In primo luogo il costo dell’acquisto del bene. Circa il 50% delle prime case sono acquistate senza ricorrere a mutui, mentre il restante 50% dei futuri proprietari ricorre a questo istituto. 

In questo caso occorre considerare le spese di istruttoria, perizia e di accensione del mutuo, oltre che gli interessi previsti. Per valutare quale sia il mutuo più interessate ed adatto alla propria situazione personale è possibile rivolgersi a diversi istituiti di credito e scegliere la soluzione più idonea.

Oltre al prezzo del bene e all’eventuale accensione del mutuo, rientrano nelle spese per l’acquisto della prima casa le imposte da pagare.

Se la prima casa è acquistata da un privato e l’acquirente è una persona fisica le imposte previste sono: imposta di registro pari al 2% del valore catastale (il valore catastale si calcola rivalutando la rendita catastale del 5% e moltiplicandola per un coefficiente fisso che nel caso della prima casa è 110. Rendita x 1,05 x110); imposta ipotecaria e imposta catastale fisse nella misura di 50 euro ciascuna. In nessun caso l’imposta di registro può comunque essere inferiore a 1000 (mille) euro.

Se invece la prima casa è acquistata da un costruttore entro i primi cinque anni della sua realizzazione o ristrutturazione il bene è soggetto al pagamento dell’Iva agevolata al 4% sul costo dell’abitazione, all’imposta di registro, catastale ed ipotecaria ciascuna nella misura di 200 euro. Oltre i cinque anni, si ricade nelle stesse condizioni di acquisto da privato.

Se l’acquisto è avvenuto attraverso l’intermediazione di un’agenzia immobiliare tra le spese di acquisto della prima casa va conteggiata anche la percentuale spettante all’agenzi che solitamente è circa del 3% sul valore dell’immobile, ma al riguardo è bene verificare presso le competenti camere di commercio quali siano i valori in uso nel proprio territorio.

Onorario del Notaio: quanto incide sulle spese per l’acquisto della prima casa?

Nelle voci spese per l’acquisto della prima casa va naturalmente incluso anche l’onorario del Notaio che si occuperà della stipula degli atti necessari per il passaggio di proprietà del bene, compreso il mutuo. Il suo ruolo negli atti di compravendita è tra le altre cose verificare che chi aliena il bene ne abbia piena titolarità, che sul bene non gravino ipoteche o vincoli di sorta. Si occupa dunque delle verifiche preliminari e in caso di acquisto da un costruttore il suo contributo è richiesto per legge sin dal “compromesso” che deve essere obbligatoriamente una scrittura pubblica o una scrittura privata autentica, in questo caso verifica anche che siano messe in campo le tutele previste per l’acquirente e cioè la fideiussione sul bene e la garanzia a 10 anni in caso di danni provocati da errori di costruzione. 

Sarà inoltre il Notaio a versare per conto dell’acquirente le imposte di cui abbiamo parlato. Il rapporto che si stabilisce con il Notaio è un rapporto basato sulla professionalità e sulla fiducia. L’onorario del Notaio è solitamente proporzionale al valore dell’atto e alla sua complessità e può variare da professionista a professionista.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio