Come regolarizzare società di fatto dal notaio

QUALE ATTO NOTARILE DEVI FARE?
Che tipo di atto notarile devi fare?
Preventivo notaio, trova il notaio online e contattalo direttamente

Qui Rispondono Solo i Notai
GRATIS E SENZA IMPEGNO

QUI RISPONDONO SOLO I NOTAI ! GRATIS E SENZA IMPEGNO

Che cos’è una società di fatto

Quando si parla di società di fatto non si fa riferimento a un tipo societario a sé stante, bensì a una particolare modalità di conclusione del contratto societario, che non avviene tramite un espresso accordo, bensì per fatti concludenti.

In questa prospettiva, appare evidente come l’atto di regolarizzazione presupponga la già venuta ad esistenza della società. La regolarizzazione si sostanzia, invece, nella riproduzione e nella enunciazione, in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata, dell’accordo sociale già perfezionatosi con il negozio di attuazione.

Vediamo cosa comporta e cosa c’è da sapere sull’atto di regolarizzazione di una società dal notaio e perché la consulenza notarile è di fondamentale importanza.

Differenza tra società di fatto e comunione di azienda

Quando si parla di società di fatto non bisogna confonderla con la comunione di azienda. In quest’ultimo caso si verifica la contitolarità di un’azienda diretta unicamente al mero godimento dei beni, non ravvisandosi l’esercizio congiunto di un’attività d’impresa, che darebbe luogo, per lo meno, ad una società di fatto

La differenza che sussiste con la società di fatto sta nel fatto che la comunione di azienda non esercita attività di impresa, mentre la società di fatto ha la caratteristica di non essere formalizzata e regolarizzata, non essendovi un atto costitutivo iscritto nel registro delle imprese, ma esercita di fatto un’attività di impresa. Purchè si abbia una comunione di azienda occorre che non vi sia un’attività di impresa.

Differenza tra società irregolare e società di fatto

Spesso si sente parlare anche di società irregolare, oltre che di società di fatto, ma non se ne conoscono le reali differenze.

Le società irregolari sono costituite con un atto scritto che però non è iscritto nel registro delle imprese: questa si presenta come una differenza fondamentale da conoscere. Le società di fatto, come abbiamo anticipato, risultano da fatti e comportamenti dei soci non formalizzati in un accordo scritto, ancorché non iscritto al Registro delle imprese, identificato come il cosiddetto comportamento concludente.

SERVE LA CONSULENZA DEL NOTAIO?
richiedi il preventivo al notaio

Contatta il Notaio Gratis

Fai un PREVENTIVO

Scopri tutti i costi per stipulare l'atto

Come si regolarizza una società di fatto

Nel caso di costituzione ordinaria e regolare di una società di persone o di capitali, subito dopo aver stipulato per atto pubblico dal notaio, si procede all’iscrizione del Registro delle Imprese.

Ciò rappresenta un passaggio che non è presente nella società di fatto in quanto i soci, in base a degli accordi verbali concludenti, esercitano ugualmente l’attività di impresa.

Per regolarizzare una società di fatto pertanto si ricorre all’atto pubblico dal notaio e alla conseguente iscrizione nel Registro delle Imprese.

Come regolarizzare società di fatto dal notaio

Cosa prevede l’atto di regolarizzazione dal notaio

Quando si parla di atto di regolarizzazione di società di fatto si intende un atto che non solo riproduca in modo espresso, nero su bianco, gli accordi intercorsi tra i soci, ai fini dell’iscrizione nel Registro delle Imprese, ma un tipo di atto che può avere anche altri contenuti.

Può accadere, infatti, che contestualmente vi sia la costituzione o il trasferimento di diritti di proprietà sui beni i capo alla società e ciò diventa rilevante soprattutto ai fini fiscali, in quanto occorrerà valutare l’imposizione fiscale per il singolo caso concreto.

Atto di regolarizzazione e conferimento senza formalità

Diverse sono le ipotesi che possono configurarsi come sopra anticipato. Ad esempio, l’atto di regolarizzazione può ricostruire l’originario conferimento di azienda, come conferimento di proprietà per i beni e i diritti per i quali non sono previste delle particolari formalità previste dalla legge e quale conferimento in godimento infranovennale per gli immobili.

In tal caso l’atto di regolarizzazione riproduce l’atto societario senza modificare la titolarità giuridica dei rapporti.

Atto di regolarizzazione e conferimento azienda

Può accadere che l’atto di regolarizzazione della società di fatto preveda il trasferimento del diritto di proprietà alla società dell’azienda. In tal caso si determinerà un ulteriore trasferimento rispetto a quello da ricondurre all’atto stipulato, che si qualifica come conferimento di azienda.

In tal caso infatti non vengono presi in considerazione solo i beni immobili ma anche l’intera azienda. 

L’effetto traslativo dell’atto di regolarizzazione ricostruibile in termini di conferimento dell’azienda, determina l’applicazione la sola imposta di registro in misura fissa, essendosi realizzata la fattispecie di cui all’art. 4, lett. a), n. 3, Tariffa, TUR.

Regolarizzazione società di fatto: tasse e imposte

Nel testo unico delle imposte ipotecaria e catastale, è previsto che l'imposta ipotecaria è dovuta in misura fissa per le trascrizioni di «atti di regolarizzazione di società di fatto derivanti da comunione ereditaria di azienda registrati entro un anno dall'apertura della successione», ma la relativa nota aggiunge che «se gli atti di regolarizzazione di cui contro sono registrati dopo un anno dall'apertura della successione si applica l'imposta proporzionale indicata dall'articolo 1».

Tuttavia è necessario svolgere alcune osservazioni e differenze, in base al possibile contenuto dell’atto di regolarizzazione.

Consulenza notarile e regolarizzazione società di fatto

Nel momento in cui si decide di regolarizzare una società di fatto occorre rivolgersi a un notaio per comprendere quali siano i costi da dover affrontare e come dover procedere.

Come abbiamo visto, infatti, possono profilarsi diverse prospettive e differenti scenari che richiedono un’analisi dettagliata e uno studio, in base al singolo caso concreto.

Il notaio, infatti, oltre ad essere specializzato in materia immobiliare, rappresentando il professionista che si occupa della stesura dell’atto di compravendita, è specializzato anche nel settore societario, occupandosi della costituzione della società, della modifica dei patti sociali e dello statuto, così come di qualsiasi operazione straordinaria come fusione, scissione e trasformazione.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
Potrebbe interessarti:

Dal 2012 i N.1 specializzati nella Consulenza Notarile e Preventivo Notaio

NF è l'unico Originale
Diffidate dalle imitazioni

NO Mediatori, NO Intermediari,
NO Dottori di chissà quale Studio

richiesta al notaio