inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Chiara R. Volevo il preventivo di un notaio a Torino per acquistare una casa, grazie a questo sito ho risparmiato un bel ...
Tommaso M. Sevizio Puntuale, professionale, Preciso e perfetto Grazie per l'eccellente servizio prestato mi. Se tutto i ...
Enrico M. Come da oggetto. Sito molto utile e di semplice utilizzo. Complimenti. Enrico M. Inviato da iPad ...
Melissa D. Ho avuto una consulenza notarile gratuita come indicato nel sito. Complimenti per la coerenza e per il servizi ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Rocco A. Spero che questo servizio aiuti altre persone che come mè erano alla ricerca del Notaio, Complimenti e buon l ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Giulia M. Volevo sapere quanto costa il notaio per spese di eredità e mi hanno risposto subito! Ho solo dovuto fornire ...
Giulio V. Cerco un notaio per la donazione di un immobile a mia nipote che si sposa. Lei non lo sa e vorrei farle una so ...
Francesca Di. Volevo aiutare mio figlio con una procura e navigando in internet ho trovato il sito di NotaioFacile. Mi hanno ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Mio nonno mi ha donato la casa dal Notaio: ecco come

La donazione da mio nonno a me nipote

Mio nonno mi ha donato la casa dal Notaio: ecco comeHo diciassette anni e ancora non ho nessuna casa intestata, vivo ovviamente con i miei genitori e frequento il quarto anno di liceo scientifico. Sono il nipote più grande di quattro e sono molto legato a mio nonno, il quale ha deciso di regalarmi la casa nella quale vive. Nonostante si potesse aspettare l’apertura della successione e quindi che la casa andasse normalmente in successione, mio nonno già malato ci ha tenuto a donarmi questa casa e regolare la situazione subito. Non sapevo bene quali vantaggi potesse avere ricevere una casa così giovane, si sarebbe trattato di un vantaggio ma probabilmente anche di un impegno sotto altri profili.

Per questo motivo, decido che sia meglio informarmi bene e parlarne con i miei genitori, coinvolgendoli in questa volontà del nonno. I miei genitori e, in particolar modo mia madre in qualità di figlia di mio nonno, sono entrambi d’accordo, consapevoli dell’affetto che nutre nei miei confronti. Decidiamo però di recarci tutti dal Notaio, in primis perché io essendo molto giovane non ho ancora bene chiare tutte le conseguenze di questa operazione.

Colloquio dal Notaio

Ci rechiamo dal Notaio io, i miei genitori e mio nonno. È anziano ma è ancora molto lucido, sebbene malato. Il Notaio ci spiega che è sicuramente possibile fare questa donazione anche se non sono ancora maggiorenne. In questo caso, servirebbe il consenso e la firma dei miei genitori o almeno di uno di loro, perché non ho ancora la capacità di firmare da solo.

Questo tipo di capacità l’acquisterei solo con la maggiore età ma mio nonno ci teneva a sottolineare di non volere aspettare un altro anno, proprio per la paura relativa alla sua condizione di salute. Il Notaio però ci manifesta subito delle preoccupazioni, legate al fatto che mia madre non sarebbe idonea a firmare questo atto perché potrebbe avere anche lei un interesse verso la casa che mio nonno mi sta regalando. Per questo motivo, pare che non fosse possibile fare intervenire né mia mamma né mio padre per firmare, ma è necessaria la presenza di un'altra persona.

Chi deve firmare dal Notaio?

Io non devo firmare l’atto notarile con il quale mio nonno mi dona la casa, proprio perché minorenne. Al mio posto dovrebbe firmare mia madre o comunque entrambi i miei genitori ma nemmeno questo accadrà per via di quello che il Notaio ha definito conflitto di interessi. Per poter firmare, mia madre dovrebbe essere in grado di tutelare il mio interesse di beneficiario della casa; questo non può farlo se anche lei ha un interesse in gioco. Come futura erede di mio nonno, potrebbe potenzialmente essere interessata a ricevere proprio quella casa in prima persona. Per tale ragione e per evitare problemi successivamente alla morte di mio nonno, il Notaio ci ha consigliato di fare intervenire un’altra persona, che ha definito curatore speciale.

Quali domande ha posto il Notaio a mia madre?

Per essere rilevante e condurre il Notaio a cercare una diversa soluzione il conflitto di interessi deve avere alcune caratteristiche, ovvero deve essere di tipo patrimoniale. Sicuramente verso una casa che vale 120.000 euro, come quella di cui si stava parlando, potrebbe esserci questo conflitto.

Quali passaggi burocratici abbiamo fatto prima dell’atto dal Notaio?

Per fare intervenire questo curatore speciale che firma al posto mio, abbiamo dovuto fare un’apposita causa al tribunale, richiedere al giudice la nomina di questa persona che appositamente abilitata a fare questo, sarebbe intervenuta e avrebbe firmato in mia rappresentanza.

La speciale autorizzazione richiesta per la donazione da mio nonno a me

Al di là del soggetto donante (sia esso il genitore o il nonno), la legge prevede che determinati atti compiuti da soggetti privi della capacità di agire (minori, interdetti) impongano al Notaio di richiedere una specifica autorizzazione a un giudice. Senza questa autorizzazione, l’atto non può essere stipulato. Della richiesta si occupa il notaio, che può sottoscrivere il ricorso. Questo perché, come mi viene spiegato dal Notaio, essendo minorenne occorre un controllo in più per tutelare i miei interessi.

Dopo la donazione dal Notaio

Successivamente alla donazione, non finiscono le problematiche. Posso ricevere normalmente questa casa da mio nonno, il quale però volontariamente la cede a me piuttosto che lasciarla cadere in successione. Questo impedisce che venga attribuita ad esempio a mia madre o agli altri eredi.

Per evitare problematiche di questo tipo, soprattutto dopo la morte di mio nonno, il Notaio ci ha consigliato di fare intervenire anche mia mamma nell’atto davanti a lui per farle dichiarare di non avere nulla in contrario a questa donazione. In questo modo, è possibile evitare problemi anche a me, qualora ad esempio tra un determinato numero di anni volessi vendere questa casa. È ipotizzabile, infatti, che in un futuro io possa tenermi la casa per viverci oppure voglia venderla per ottenere liquidità.

Come abbiamo gestito la situazione con gli altri eredi

Il Notaio mi ha spiegato che successivamente alla donazione e poi alla morte di mio nonno, questa casa dovrà essere considerata in qualche modo parte della sua eredità come un anticipo nei miei confronti. Tuttavia, inserendo una specifica clausola nell’atto, a mio favore, si eviterà l’obbligo di restituirla agli altri eredi per la divisione,  in modo da poterla trattenere o vendere senza problemi.

Quanto abbiamo speso per questa donazione?

Per effettuare questa donazione occorreva pagare innanzitutto la spesa del Notaio, alla quale hanno provveduto comunque i miei genitori, non essendo io titolare di liquidità né di alcun conto corrente. Per quanto riguarda le altre spese, c’è una agevolazione fiscale che ci consente di evitare l’imposta di registro. Dato il mancato vantaggio per i miei genitori, visto che la casa è stata donata a me, ha deciso di pagare le spese del Notaio mio nonno.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio