inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Enzo C. Preliminare.. Compromesso che fare? Registrarlo o andare direttamente all'atto. Ho fatto questa domanda nella ...
Alberto P. Buongiorno, esprimo il mio apprezzamento per il servizio che considero eccellente. Nel giro di 48 ore ho ricev ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Mauro M. Trovare un notaio economico a Milano non è cosa facile.. Tutto sommato sono riuscito nel mio intento e sono s ...
Vinvenzo V. Ottima iniziativa! Ho ricevuto la risposta dal Notaio il giorno stesso e mi sono rivolto a lui per acquistare ...
Manica D. Ero alla ricerca di uno studio notarile a Milano. Ho inviato la richiesta e poco dopo mi hanno chiamato due No ...
Lorenzo F. Un notaio gratis non esiste! Ma NotaioFacile.it mi ha fornito una grande consulenza! ...
Tommaso M. Sevizio Puntuale, professionale, Preciso e perfetto Grazie per l'eccellente servizio prestato mi. Se tutto i ...
Francesca Di. Volevo aiutare mio figlio con una procura e navigando in internet ho trovato il sito di NotaioFacile. Mi hanno ...
Kevin J. Tks for your service, I live in London and I bought a vacation home in Italy. Your Notary has been very seriou ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Procura dal notaio per riscossione buoni postali

Procura dal notaio per riscossione buoni postali

Come si riscuote un buono postale

Quando si decide di voler incassare un buono postale fruttifero bisognerà recarsi presso l’ufficio postale allo scopo di ottenere la somma di denaro versato al momento della sottoscrizione, eventualmente maggiorato dagli interessi che sono maturati fino alla data di scadenza.

I buoni postali sono nominativi, pertanto non è possibile che chiunque si possa recare all’ufficio preposto per la riscossione: infatti al momento della richiesta sarà necessario presentare i propri documenti di riconoscimento, come la carta di identità o un documento che abbia lo stesso valore, come la patente di guida e il codice fiscale, presente o già sulla carta di identità elettronica o sulla tessera sanitaria. In assenza di tali documenti non sarà possibile ricevere la somma di denaro.

Delegare una persona alla riscossione del buono postale

Uno dei problemi che può verificarsi attiene all’impossibilità di recarsi presso l’ufficio postale per la riscossione del buono. Questa situazione si verifica spesso in presenza di persone molto anziane La legge dà la possibilità di delegare una persona che provveda a questo tipo di incombenza, attraverso la procura notarile.

Procura notarile per riscuotere un buono postale

La procura notarile è un atto unilaterale con cui una persona conferisce l’incarico di compiere un determinato atto in nome e per conto proprio, indicando con precisione quali siano gli atti da compiere. La procura può essere sia speciale che generale, ma nel nostro caso occorre una procura speciale con cui il titolare di un buono postale fruttifero si reca dal notaio per incaricare un altro soggetto a compiere l’atto di riscossione presso l’Ufficio postale in modo specifico.

Cosa portare al notaio per la procura

Nonostante sia un atto unilaterale che non necessita del consenso di chi rappresenterà, occorre fornire al notaio non solo le generalità ossia nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio o residenza e codice fiscale di chi viene rappresentato, ma anche del rappresentante.

Quindi è necessario procurarsi la carta di identità e il codice fiscale anche della persona che dovrà recarsi all’ufficio per riscuotere il buono postale in quanto il notaio dovrà necessariamente identificarlo nell’atto pubblico notarile.

Naturalmente è importante che il notaio precisi in modo dettagliato anche quali siano i buoni postali da riscuotere, in modo da non essere vaghi e incorrere in errori che potrebbero far sorgere delle contestazioni o delle controversie tra le parti coinvolte. Un’indicazione generica non sarebbe valida e per questo che è necessaria l’indicazione del numero e della data di emissione del buono postale in causa, con l’indirizzo completo dell’Ufficio postale che ha provveduto ad emettere i tali buoni.

Come riscuotere un buono postale di una persona morta

Uno dei casi che può verificarsi è la richiesta di ricevere una procura per atto pubblico notarile per riscuotere i buoni postali di una persona deceduta.

In questo specifico caso, oltre a fornire tutti i dati di identificazione del rappresentante, così come del rappresentato, il notaio provvederà a indicare anche gli estremi della successione della persona deceduta in quanto è la reale intestataria del buono fruttifero postale e, colui che conferisce procura, è il suo erede.

Il notaio infatti specificherà anche il motivo per il quale è legittimato a conferire procura sottolineando eventualmente anche il grado di parentela e, in caso di presenza di un testamento, anche i dati dell’atto di ultima volontà.

Buono postale cointestato come si riscuote?

Una volta assodato che un buono postale è nominativo e non al portatore, ossia cedibile a chiunque che ne può diventare proprietario in qualsiasi momento, è importante conoscere la possibilità di cointestare il buono postale.

Può accadere quindi che vi siano due titolari di buoni postali contemporaneamente e la domanda più comune è chi sia legittimato e autorizzato a riscuotere le somme depositate.

A tal proposito è necessario porre una differenza: nel caso in cui il titolo non preveda alcuna clausola specifica, la riscossione può avvenire soltanto se entrambi i cointestatari si presentano all’ufficio postale e quindi nel caso in cui siano intenzionati a conferire procura entrambi dovranno recarsi dal notaio per incaricare una persona.

Se invece il titolo postale riporta una specifica clausola di pari facoltà di rimborso, ciascuno dei due intestatari potrà procedere e richiedere la riscossione all’Ufficio postale, anche senza il consenso dell'altro.

Cosa succede se muore cointestatario del buono postale?

Uno dei casi che può verificarsi nel caso in cui il buono postale sia cointestato (si pensi ai coniugi che abbiano deciso di sottoscrivere un buono postale fruttifero cointestandolo) è la morte di uno dei cointestatari. In questo caso come si fa riscuotere? Chi è legittimato a recarsi presso l’Ufficio postale? La Cassazione ha affrontato questa problematica affermando che nel caso il buono fruttifero abbia la clausola di “pari facoltà di rimborso”, nel caso in cui uno dei due cointestatari muoia, il superstite è autorizzata a ottenere l’intera somma portata dal documento.

Quanto costa una procura notarile?

Prima di conferire una procura notarile per la riscossione dei buoni postali è importante avere un’idea del costo di questo atto: questa spesa può essere variabile e varia da zona in zona in quanto, non esistendo un tariffario notarile, i notai sono liberi di decidere l’onorario. Grazie a questa piattaforma sarà possibile in pochi semplici click fornire le informazioni necessarie e trovare il notaio nella zona che si preferisce, richiedendo gratuitamente un preventivo online senza alcun impegno. Ciò consente non solo di risparmiare denaro, ma anche il tempo necessario per la ricerca di un notaio nella zona.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio