inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Renato C. Se la risposta arriva celermente il servizio è ottimo, grazie ...
Tsjana D. Complimenti per vostro sito e una idea gieniale buon lavoro e aspeto la vostra risposta e vostro preventivo ma ...
Simone G. L'ho già usato in precedenza, i due preventivi che mi sono arrivati sono stati molto esaustivi. La mia prima ...
Giorgia La. Avevo assolutamente bisogno di un notaio economico, un notaio che mi facesse spendere il meno possibile e sono ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Vittorio G. Comprare casa e rivolgersi al notaio. Io ho ottenuto il preventivo analitico e la consulenza notarile.
...
Stefania G. Ottimo sito, a volte noi contribuenti ci troviamo di fronte ad infiniti dubbi soprattutto quando l'argomento t ...
Marco F. Ricerca del Notaio e del Preventivo NOTAIO FACILE La tempestività e la chiarezza del sito e dei preventivi ...
Michele R. Cercavo un Notaio che mi facesse un prezzo scontato visto che in questo momento le spese sono tante, effettiva ...
Francesco N. Io e il mio ragazzo vogliamo sposarci e metter su casa. Però non abbiamo grosse disponibilità economiche e c ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Ho pubblicato il testamento di mia mamma e accettato l’eredità

Ho trovato il testamento di mia madre

Ho pubblicato il testamento di mia mamma e accettato l ereditaQualche mese fa è venuta a mancare mia madre improvvisamente. È stata una perdita davvero dolorosa che ha lasciato un vuoto incolmabile. Ha lasciato due figli: me e mio fratello. Mio padre purtroppo è venuto a mancare diversi anni fa.

Non sapevamo se avesse lasciato o meno un testamento, ma il dolore è stato così grande, che non ci siamo posti questo problema fino a quando una mattina primaverile, mentre provavo a mettere in ordine tutte i suoi oggetti personali, ho ritrovato un foglio scritto di pugno da mia mamma. Era conservato in un cassetto tra le pagine del suo libro preferito.

È stato un colpo al cuore, non sapevo cosa contenesse, ma l’emozione di vedere la sua grafia su quel foglio fu un mix di emozioni: la gioia di aver ancora qualcosa di lei, ma al tempo stesso il senso di vuoto pensando che non era più con me. Ebbene sì, ricordo ancora che mi tremavano le mani: era il suo testamento.

Una grafia inconfondibile, chiara elegante e precisa, proprio come le donne di una volta, abituate a scrivere tutto a penna senza aver bisogno di appuntare qualcosa su un dispositivo elettronico.

Dopo la fortissima e indescrivibile emozione iniziale, capii di aver trovato un documento delicato ed importante che conteneva le sue ultime volontà.

Il contenuto del testamento scritto da mia madre

Mi presi una breve pausa prima di provare a leggerlo, non era sigillato in una busta. Era un semplice foglio di quaderno a righe piegato in due parti, un po’ ingiallito. Dopo qualche minuto decisi di leggerlo, tirai un lungo sospiro e aprii questo foglio.

Nel suo testamento nominava eredi me e mio fratello lasciando la sua casa in parti uguali ad entrambi. Inoltre lasciava tutti i suoi gioielli a me e la sua vecchia auto d’epoca a mio fratello. Ci raccomandava, inoltre, di mantenere unita la famiglia nella buona e nella cattiva sorte. È stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita.

Cosa decisi di fare dopo aver ritrovato il testamento di mia madre

Una volta ritrovato il testamento, avvisai mio fratello della scoperta: rimase anche lui colpito in quanto mia madre mai aveva proferito parola su questo testamento. Fu una sorpresa per entrambi. Sicuramente l’argomento era sempre stato estremamente delicato in quanto mia madre, disponendo di una sola casa, non avrebbe mai voluto che uno dei due suoi figli potesse beneficiarne e l’altro no. In realtà mio fratello ed io siamo molto uniti e sono certa che nessuno dei due avrebbe mai potuto avere un pensiero negativo sull’altro, se avesse ricevuto la casa per testamento da mia madre. Ho sempre sentito parlare di divisioni ereditarie finite male, con episodi estremamente litigiosi anche davanti al notaio. Nel nostro caso sono sicura che ciò non sarebbe mai avvenuto, anche per rispetto nei confronti di mia madre.

La ricerca del notaio per pubblicare il testamento di nostra madre

Purtroppo era arrivato il momento più delicato: trovare un notaio per pubblicare il testamento. Non conoscevamo nessun notaio né avevamo avuto esperienze in passato, né con costituzioni di società né con altri testamenti. Per questo si trattava di un’esperienza del tutto nuova per noi. Così dopo qualche parere iniziale preso dai nostri conoscenti, mio fratello, che è senza dubbio molto più scaltro di me nelle ricerche, decise di affidarsi al notaio della zona per comprendere cosa avremmo dovuto fare e quanto sarebbe venuta a costare l’operazione.

Cosa ho fatto dopo la consulenza del notaio

Dopo la consulenza avuto con il notaio imparammo che chiunque sia in possesso di un testamento ritrovato può richiederne la pubblicazione dal notaio. Avremmo, quindi, dovuto consegnarlo al notaio che avrebbe redatto un verbale di pubblicazione di testamento olografo per atto pubblico notarile. Insieme alla pubblicazione del testamento il notaio ha ricevuto anche l’accettazione dell’eredità di mia madre per concludere tutte le operazioni.

Decidemmo così di pubblicare il testamento dal notaio al fine di realizzare tutti i desideri di mia madre. Il notaio ci fornì tutte le informazioni necessarie per poter procedere.

Cosa occorreva per pubblicare il testamento di mia madre

Prima di procedere al rogito notarile di pubblicazione del testamento è stato necessario raccogliere alcuni documenti per la stipula, tra cui l’estratto di morte e naturalmente i nostri documenti di identità. Il testamento di mia madre sarebbe stato allegato all’atto pubblico notarile.

Estratto di morte di mia madre per la pubblicazione del testamento

Per la pubblicazione del testamento olografo di mia mamma serviva anche l’estratto di morte.

L’estratto di morte è un documento che certifica la data, ossia il giorno, il mese, l’anno e l’ora del decesso. È necessario in quanto viene allegato all’atto pubblico di pubblicazione del testamento dal notaio. Non sapevamo cosa fosse, né come reperirlo, ma fortunatamente fu più semplice del previsto, in quanto bastava recarsi al Comune dell’ultimo domicilio di mia mamma e richiederlo all’Ufficio competente. La reperibilità dell’estratto fu facilissima e riuscimmo a concludere queste operazioni preliminari in pochissimo tempo senza alcun intoppo.

Il giorno della stipula dal nostro notaio

Il giorno della stipula dal notaio fu pieno di solennità. Quando il notaio lesse il testamento fu un momento molto commovente: leggere le parole scritte da mia madre mi emozionò al punto che una lacrima rigò il mio volto. In momenti della vita così delicati è importante affidarsi a dei professionisti competenti per richiedere una consulenza e per comprendere come procedere.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio