inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Federica B. Prezzo notaio Perfetto Srl costituita e velocemente Buon Servizio. Ho risparmiato anche 300 euro rispetto al n ...
Federica S. Cerco un notaio economico online ed ecco che imbatto nel sito NotaioFacile.it. Ho letto di cosa si trattava e ...
Davide M. Mi sono detto: voglio pagare poco il notaio, come faccio? Vado online! E grazie a questo sito sono riuscito a ...
Andrea A. Il notaio online è sicuramente una valida alternativa, ma lascia sempre qualche dubbio. Mi sono trovato bene ...
Francesco P. Buonasera, il mio commento al buon fine…..!? Se i Notai mi risponderanno direi più che ottimo, il servizio. ...
Fabiano O. Non pensavo che funzionasse davvero, spesso le cose gratuite sono prese in giro, sono rimasto piacevolmente so ...
Loris D. Davvero facile la compilazione e chiare le spiegazioni, Complimenti per il servizio. ...
Felice T. Posso dire che grazie a voi ho risparmiato.. Ho scelto un vostro notaio ma per poco non cedevo ai pressanti co ...
Piero O. Comprare la casa stava diventando un impresa difficilissima, tra la banca che ci ha messo 3 mesi per concederm ...
Sandro N. Ho saputo che si può risparmiare sulla casa scegliendo di fare l'atto da gennaio con l'introduzione delle nuo ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Come abbiamo affrontato la mancanza dell’APE per acquisto casa

Il momento (tanto agognato) dell’acquisto della nostra casa

Come abbiamo affrontato la mancanza dell’APE per acquisto casaIo e mio marito siamo sposati da circa un mese e, da un po’ di tempo, siamo alla ricerca di un appartamento che possa soddisfare le nostre esigenze. Conviviamo da 7 anni, quindi da molto prima di sposarci. Abbiamo condiviso un piccolo monolocale in affitto. Tuttavia, alla luce delle recenti nozze, il desiderio attuale è quello di avere una casa tutta nostra, nella quale costruire un futuro familiare. Avendo entrambi un lavoro stabile e ben retribuito, non sarebbe nemmeno così difficile ottenere un mutuo contestuale all’acquisto. Però si rende comunque necessario il parere di un professionista. La casa che cerchiamo deve essere spaziosa, dotata di ampi vani e della possibilità di ricavare una cameretta per un possibile futuro figlio.

Dal Notaio per il rogito della casa

Io e mio marito ci siamo quindi rivolti ad un Notaio, avvalendoci della piattaforma NotaioFacile, per fissare un colloquio e capire sia come funziona il rogito e come si approda all’acquisto di un immobile, sia per accertarci che l’immobile sia privo di difetti, vizi o irregolarità che nel futuro potrebbero dare problemi. Infatti, quello che noi sappiamo in relazione alle conformità urbanistiche, ai titoli abitativi e quant’altro è veramente poco. Ci è stato chiesto se rientriamo nell’ambito delle agevolazioni prima casa, se abbiamo già eletto la residenza nel luogo in cui l’immobile si trova e, inoltre, la nostra età anagrafica, al fine dell’applicazione dell’agevolazione prevista per gli under 36. Non rientrando in nessuno di questi parametri, la procedura sarà quella classica.

Manca l’Attestato di prestazione energetica (APE): che fare?

Durante le prime verifiche, si incappa in un piccolo problema: la mancanza dell’attestato di prestazione energetica (APE), un documento che certifica l’efficienza energetica di un immobile adibito ad abitazione e che, come abbiamo potuto constatare, è necessario qualora si tratti di compravendita, locazione o ristrutturazione/riqualificazione immobiliare. Trattandosi di compravendita, questo documento è imprescindibile. Ecco perché è stato necessario rivolgersi al venditore e al tecnico specializzato nel rilascio di tale attestato, affinché ne venga prodotto uno nuovo nel più breve tempo possibile, altrimenti si potrebbe incorrere nel rischio di dover pagare sanzioni abbastanza salate a causa dell’inadempienza. Pertanto il notaio ha ritenuto necessario attendere il rilascio di questo documento prima di stipulare il contratto.

Perché l’APE non era stato esibito

Nel corso della trattativa, è poi emerso che l’Attestato non è stato esibito poiché risulta scaduto da qualche settimana. Non era stato rinnovato perché non si sapeva ancora il titolo in base al quale si sarebbe trasferito l’immobile. Pertanto il venditore, onde evitare di certificare qualcosa che dovrebbe essere nuovamente controllato, ha preferito attendere i tempi canonici per il rilascio di un nuovo documento.

Come abbiamo affrontato la temporanea mancanza dell’APE

Ci si è poi attivati per un nuovo sopralluogo, per la raccolta di altri dati utili e per verificare eventuali cambiamenti apportati alla casa o agli impianti. Sono stati confrontati i valori risultanti dal vecchio certificato con quello nuovo: fortunatamente non si trattava di modifiche significative. Naturalmente il rilascio di un nuovo Attestato di prestazione energetica ha un costo, che andrà calcolato e stimato assieme ad altre voci di spesa a cui siamo obbligati.

Come il venditore si è adeguato alla normativa per allegazione APE

Prima del rogito definitivo, il venditore ha consegnato l’allegato prodotto dal tecnico al Notaio, che ne ha preso immediatamente visione. Dal momento che tutti gli altri documenti e certificati sono stati già controllati minuziosamente, sembra che non ci siano altri elementi ostativi.

Perché l’APE è necessario per l’acquisto di casa nostra

Come ho già detto poc’anzi, ci è stato riferito che l’APE è assolutamente imprescindibile quando l’atto ha ad oggetto il trasferimento di un immobile con contestuale pagamento del prezzo concordato. Esso infatti serve soprattutto per capire i livelli e le classi energetiche dell’immobile, in base ai quali si ricavano, tra le altre cose, la quantità di energia necessaria al riscaldamento invernale dell’edificio, alla climatizzazione estiva e alla produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari, nonché all’illuminazione dell’edificio e dei locali ad uso comune.

L’acquisto della nostra casa e il mutuo

Trattandosi di una compravendita, si è parlato anche del mutuo: di come accenderlo, a quale istituto di credito rivolgersi, della durata e del numero delle rate ecc.  Espletati tutti gli adempimenti necessari, abbiamo concluso, davanti al Notaio e al venditore, l’atto di compravendita, con la garanzia che, ai fini della piena efficacia del trasferimento, sarà necessaria anche la trascrizione dell’atto nei pubblici registri. Con il Notaio si è poi parlato in merito al costo complessivo dell’atto rogato in sua presenza. Il nostro sogno finalmente si è avverato, nonostante qualche piccolo inghippo.

La consulenza notarile: valida alleata in caso di problemi

Non essendo a conoscenza dei tecnicismi e delle ripercussioni che possono esserci in caso di omissioni o distrazioni, è stato essenziale rivolgersi al Notaio fin dal primo momento in cui abbiamo deciso di comprare casa. Dopo le prime informazioni sull’APE, siamo andati nel panico, poiché non sapevamo bene a cosa servisse, né quanto fosse grave o rimediabile una temporanea mancanza. Grazie ai professionisti che sono stati coinvolti nella procedura e alle ricerche poi portate a termine, abbiamo capito che ci siamo preoccupati più del necessario. In poche parole abbiamo trovato, oltre a una disponibilità e celerità garantite dalla professionalità di questa figura, anche le informazioni che non stavamo ricercando, ma che erano altrettanto degne di considerazione.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio