inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Paolo M. Ho contattato il Notaio con NotaioFacile e devo proprio dire che è stato davvero Facile! Bravi. Un gran bel s ...
Errico C. Grazie! Non sapevo dove sbattere la testa e questo servizio è stato davvero utile. ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Melissa D. Ho avuto una consulenza notarile gratuita come indicato nel sito. Complimenti per la coerenza e per il servizi ...
Alessandra V. Purtroppo mia nonna è morta da poco. Mia mamma ha 5 fratelli e non vanno tutti d'accordo. Cercavo un notaio p ...
Nicola I. Un sito molto interessante e molto utile per chi come me deve affrontare delle spese molto significative ...
Rosalba D. Ma quanto costano questi Notai! Sto comprando la mia prima casa e dopo la proposta "accettata" l'agente immobi ...
Renata M. Buonasera, scrivo questo commento perché mi sono trovata bene con il notaio che ho trovato grazie a voi. Dove ...
Lorenzo C. Siamo 2 architetti e avevamo bisogno un notaio per rogito multiproprieta per dei nostri clienti che ci hanno c ...
Tsjana D. Complimenti per vostro sito e una idea gieniale buon lavoro e aspeto la vostra risposta e vostro preventivo ma ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Conviene comprare casa per fittarla?

Conviene comprare casa per fittarla

Comprare casa per fittarla

Comprare una casa dal notaio è sicuramente una delle scelte più delicate da intraprendere quando si ha intenzione di metterla a reddito e quindi di trarne un profitto offrendola in fitto. Numerose sono le valutazioni da fare prima di compiere questo passo: innanzitutto i costi da sostenere sia per il rogito notarile che per le tasse patrimoniali di mantenimento.

In secondo luogo bisognerà trovare una zona che sia particolarmente proficua e che possa rappresentare un investimento sicuro e non rischioso dal punto di vista economico. Vediamo quali sono i fattori da considerare per evitare di commettere errori.

Quando conviene comprare casa dal notaio

Non esiste il momento perfetto per decidere di investire e di comprare casa dal notaio in quanto ci sarà sempre un aspetto che potrebbe essere migliorato dal punto di vista economico, tuttavia vi sono degli elementi che è opportuno considerare: ad esempio avere dei risparmi da parte potrebbe essere utile nel bloccare l’affare e dare un acconto per il caso in cui non si abbia l’intera somma a disposizione sin dall’inizio.

Nel caso in cui il prezzo risulti più alto rispetto alle proprie aspettative si potrà anche ricorrere alla richiesta di un mutuo ad una banca e a un istituto di credito che naturalmente richiederà la concessione di una garanzia della restituzione della somma data in prestito: questa garanzia è rappresentata dall’iscrizione dell’ipoteca sulla casa comprata.

Come funziona il mutuo

Prima di stipulare l’atto pubblico di vendita e quindi anche il mutuo, bisognerà trovare una Banca che offra delle convenienti condizioni contrattuali, come ad esempio un basso tasso di interesse. Infatti quando si riceve un mutuo non solo si dovrà restituirsi la somma di denaro ricevuta in prestito, ma bisognerà anche pagare una percentuale di interessi.

Una volta trovata la banca, quest’ultima chiederà al notaio una relazione preliminare notarile sulla casa da comprare: questa relazione ha la funzione di descrivere la casa, con tutti i dati catastali e in particolare tutti i passaggi di proprietà avvenuti negli ultimi vent’anni; per la banca è anche importante sapere che la casa non abbia problemi e che non vi siano ipoteche, pignoramenti o altri pesi.

Dove conviene comprare casa per fittarla

Quando si decide di comprare una casa dal notaio come investimento immobiliare è importante anche avere le idee ben chiare su dove voler investire: il problema sorge quando non si conosce bene il territorio e si ricada in luoghi comuni come l’acquisto casa in zone turistiche stagionali.

Questo tipo di investimento, al contrario di quel che si immagina, non sempre potrebbe essere conveniente in quanto, sebbene possa assicurare in determinati periodi dell’anno un’entrata certa (si pensi al caso dell’acquisto caso in località balneari) in alcuni mesi potrebbe non portare alcun tipo di profitto.

È proprio per questo che talvolta comprare casa in città in zone universitarie o anche nel centro storico può rivelarsi un’ottima soluzione in quanto nel corso dell’intero anno si potrà usufruire della possibilità di avere un’entrata extra.

Comprare una seconda casa dal notaio

Il notaio sin dalla fase delle trattative riveste un ruolo fondamentale in quanto è in grado di offrire un quadro chiaro sull’investimento: grazie alla consulenza notarile è possibile scoprire ogni dettaglio sulla casa, che va dalla data di costruzione, alla prestazione energetica, alla eventuale presenza di ipoteche, pignoramenti e giudizi in corso.

I controlli del notaio definiti anche come due diligence immobiliare, sono estremamente importanti e consentono di acquistare in sicurezza senza commettere errori e soprattutto evitando di sostenere delle spese che potrebbe essere evitate.

Cosa accade se non si voglia più fittare la casa?

Qualora si decidesse di cambiare idea in qualsiasi momento di potrebbe decidere di porre fine all’attività commerciale e trasformare la casa in un’abitazione dove trascorrere le proprie vacanze; altra idea potrebbe essere quella di intestare la casa a un figlio per garantirgli un tetto per il suo futuro.

Comprare quindi una seconda casa può essere un investimento immobiliare che può avere diversi tipi di utilità che possono anche variare nel corso del tempo. Grazie all’ausilio di un notaio fin dall’inizio si potrà avere un’idea della potenzialità dell’immobile senza rischiare di avere brutte sorprese dopo qualche anno o anche dopo poco tempo dall’acquisto.

Quanto costa comprare una seconda casa dal notaio

Quando si decide di comprare una seconda casa dal notaio devono tenersi in considerazione non solo le spese che dovranno essere affrontare per il rogito notarile, ma anche quelle per il mantenimento dell’abitazione.

Per il rogito notarile l’acquisto di una seconda casa è più impegnativo, non per l’onorario del notaio, ma per le imposte che dovranno essere versate all’erario nelle mani del notaio.

Il notaio, infatti, è un sostituto d’imposta. Che vuol dire? Significa che al momento del rogito tutte le spese, tasse e imposte dovranno essere pagate proprio al notaio che successivamente provvederà a versare allo Stato.

A differenza dell’acquisto prima casa dal notaio in cui è possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali al ricorrere di determinati requisiti e presupposti, quando si compra la seconda casa le spese sono purtroppo superiori. Vediamo perché.

Imposte e tasse seconda casa

La prima cosa importante da sapere è che quando si decide di comprare una seconda casa, avendone una già intestata non sarà possibile usufruire delle agevolazioni fiscali.

In generale, al di là delle altre tasse e imposte, quando l’acquisto avviene da venditore privato, è previsto il pagamento dell’imposta di registro che non sarà più pari al 2%, ma sarà pari al 9%: questa quindi rappresenta una delle principali differenze che fa crescere il costo dell’investimento.

Condividi questo articolo

Autore: Redazione NF questo articolo è stato realizzato con cura e attenzione da un essere umano ed è coperto dal diritto d'autore.
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio