inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Tommaso F. Cercavo il Notaio che costa meno in assoluto e senza capire che in effetti risparmiare 100 euro non cambia la ...
Saverio M. Alla ricerca Online di informazioni sulla separazione dei beni vi ho trovato.. Ho richiesto un preventivo ed o ...
Nunzia G. Non avevo idea di quanto fosse la parcella del Notaio, grazie al sito ho ricevuto i preventivi ed ora so final ...
Mattia G. Mia zia mi ha venduto una proprietà perché voglio costruire una nuova casa per me e la mia famiglia. La zia ...
Alberto P. Buongiorno, esprimo il mio apprezzamento per il servizio che considero eccellente. Nel giro di 48 ore ho ricev ...
Simone L. Devo trovare un notaio a Padova economico! Detto, fatto! ...
Simone La. Dopo la morte di mio padre io e i miei fratelli ci siamo trovati in difficoltà a gestire tutte le pratiche pe ...
Felice T. Posso dire che grazie a voi ho risparmiato.. Ho scelto un vostro notaio ma per poco non cedevo ai pressanti co ...
Michele R. Cercavo un Notaio che mi facesse un prezzo scontato visto che in questo momento le spese sono tante, effettiva ...
Enzo C. Preliminare.. Compromesso che fare? Registrarlo o andare direttamente all'atto. Ho fatto questa domanda nella ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Divisione con testamento o divisione tra eredi?

Divisione con testamento o divisione tra eredi

Come lasciare il patrimonio agli eredi

Uno dei quesiti più ricorrenti, che viene esposto al notaio in sede di colloquio, è come dividere i beni del proprio patrimonio in favore dei cari nel modo più economico e meno problematico possibile.

Le strade percorribili sono diverse: c’è chi sceglie di pianificare il patrimonio in vita mediante degli atti di donazione dal notaio e chi invece ricorre al testamento.

Quest’ultimo rappresenta l’unico strumento a disposizione di chi non intende intestare i beni quando è ancora in vita in favore di altre persone, attendendo quindi la propria morte per la produzione degli effetti. Vediamo come è possibile procedere e cosa c’è da sapere.

Testamento dal notaio

Il testamento è un atto unilaterale, ossia un atto che può essere compiuto da una sola persona, la cui manifestazione di volontà non può e non deve essere influenzata da altre persone né dal punto di vista materiale, nè morale.

Con il testamento la persona esprime le sue ultime volontà circa la divisione del patrimonio e l’attribuzione dei beni che la compongono, ma può anche manifestare volontà che non abbiano carattere patrimoniale.

Tipi di testamento per dividere il patrimonio

Quando si parla di testamento, spesso non si hanno le conoscenze giuste per comprenderne le differenze. La legge consente di esprimere le proprie ultime volontà mediante diverse tipologie di testamento, come il pubblico, l’olografo, il segreto, l’internazionale e lo speciale. Le ultime due sono meno diffuse rispetto alle prime tre, ma ognuna di loro ha delle proprie peculiarità e caratteristiche che potrebbero fare al proprio caso.

Qual è il testamento migliore per dividere il patrimonio?

Molte persone di recano dal notaio con numerose perplessità circa la possibilità di redigere un testamento di proprio pugno (testamento olografo) senza avere una piena consapevolezza degli effetti giuridici conseguenziali.

Tuttavia è opportuno sapere che non esiste una forma testamentaria più importante dell’altra, ossia che abbia un maggior valore o un’importanza superiore, proprio perché tutti i tipi di testamento, dal punto di vista giuridico, si equivalgono purchè redatti secondo quanto prescritto dalla legge.

Ciò nonostante è sempre preferibile affidarsi a un notaio o per un testamento pubblico o almeno per una consulenza notarile, per capire le chance che si possono avere e un’idea più chiara delle possibili soluzioni giuridiche da adottare nel proprio atto di ultima volontà.

Anche qualora si abbia la necessità di preservare la segretezza del contenuto del testamento, il notaio saprà illustrare come procedere per agire in totale sicurezza senza dover temere alcun ostacolo.

Divisione patrimonio con testamento

Una delle modalità più diffuse è quella di dividere interamente il proprio patrimonio con il testamento mediante divisione dei beni e assegnazione diretta in favore delle persone che si desidera beneficiare.

La divisione testamentaria si presenta una soluzione molto apprezzata proprio perché consente di non dover ricorrere al momento di apertura della successione, alla divisione tra gli eredi, risparmiando così anche il costo di un ulteriore atto.

Con la divisione effettuata dal testatore al momento dell’apertura della successione bisognerà pagare l’imposta di successione e accettare l’eredità, procedendo naturalmente alla pubblicazione del testamento: in virtù dell’assegnazione diretta effettuata dal testatore i beni saranno intestati a coloro che siano stati designati con il testamento e abbiano accettato l’eredità.

Come dividere i beni con il testamento

Il testatore potrebbe anche non scegliere di procedere all’assegnazione diretta con il testamento dei beni facenti parte del suo patrimonio, ma potrebbe anche solo dettare degli ordini diretti o indiretti, procedimentali, impliciti o espliciti finalizzati alla divisione del patrimonio.

Queste norme sarebbero vincolanti per gli eredi e quindi questi ultimi dovrebbero attenersi, al momento dell’apertura della successione, quando si deciderà di dividere il patrimonio, con l’atto di divisione dal notaio, a quanto stabilito dal testatore.

Divisione beni tra gli eredi dal notaio

Altra chance per il testatore è quella di fare testamento, ma di nominare solo gli eredi, scegliendo quindi soltanto le persone adatte ad ereditare il proprio patrimonio senza procedere alla divisione testamentaria e all’assegnazione diretta dei beni.

In questo modo ciascuno dei chiamati all’eredità sarà titolare di una quota dell’eredità e per diventare pieno ed esclusivo proprietario dei singoli beni facenti parte del patrimonio, dovrà necessariamente procedere alla divisione del patrimonio con la partecipazione degli altri condividenti che dovranno esprimere il consenso, mediante atto pubblico dal notaio.

Questa procedura, al momento dell’apertura della successione, rispetto alla divisione ereditaria, implica un costo maggiore, proprio perché dovrà compiersi un altro atto che è proprio quello di divisione, oltre al pagamento dell’imposta di successione e all’accettazione dell’eredità (tacita o espressa)

Preventivo notarile divisione o testamento

Avere un’idea dei costi da dover sostenere sia nel caso in cui si decida di fare una donazione in vita dal notaio anticipando la successione, sia nel caso in cui si debba fare testamento o ci si trovi in uno step successivo, dovuto all’apertura della successione, è importante per poter pianificare la tempistica, ma anche il budget a disposizione.

Grazie al sito di NotaioFacile è possibile richiedere gratis senza impegno un preventivo notarile gratuito in pochi semplici passaggi compilando il form offerto dalla piattaforma: tale servizio consente di entrare in contatto diretto con il notaio della zona di Italia in cui si preferisce, senza avere a che fare con intermediari, come dottori di studio o collaboratori notarili.

In breve tempo si potrà avere una risposta in modo da poter affrontare questo passo con maggiore consapevolezza senza dover perdere tempo nella ricerca di un notaio nella zona più vicina e spendere denaro per effettuare spostamenti.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio