inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Stefania G. Ottimo sito, a volte noi contribuenti ci troviamo di fronte ad infiniti dubbi soprattutto quando l'argomento t ...
Giacomo S. Sono Giacomo e dopo aver deciso di fare il grande passo con la mia ragazza, abbiamo prima deciso di andare a c ...
Mauro M. Trovare un notaio economico a Milano non è cosa facile.. Tutto sommato sono riuscito nel mio intento e sono s ...
Gianca B. Ho trovato il Notaio con un click.. SUPER! Solo una parola :) SUPER Non mi sembra utile aggiungere altro per ...
Gianni T. Che dire.. È proprio vero che chi fa da sé fa per tre! E in questo caso risparmia!! Per natura sono diffiden ...
Alberto P. Buongiorno, esprimo il mio apprezzamento per il servizio che considero eccellente. Nel giro di 48 ore ho ricev ...
Federico De. Ho inviato una richiesta di preventivo al notaio per modifica di una società. Ho avuto diverse valutazioni. D ...
Fabio R. La parcella di un notaio si paga "volentieri" solo se il notaio ha fatto un buon lavoro. Così ho chiesto dei ...
Renato C. Se la risposta arriva celermente il servizio è ottimo, grazie ...
Matteo O. Ho trovato un piccolo casolare che vorrei adibire ad agriturismo. Volevo consultare un notaio per l'atto di mu ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Quante volte è possibile usufruire delle agevolazioni prima casa?

Quante volte è possibile usufruire delle agevolazioni prima casa

Le agevolazioni prima casa quando si compra dal Notaio

Il bonus prima casa, o più precisamente le agevolazioni per l’acquisto della prima casa, consentono di accedere a dei benefici fiscali e ad una serie di incentivi, come imposte ridotte e tassi di interesse più vantaggiosi, in caso di compravendita dell’immobile da destinare ad abitazione principale.

Tendenzialmente, il compratore, per avere diritto alle agevolazioni prima casa, non deve essere proprietario di un’altra abitazione acquistata con tale beneficio o, se la possiede, deve venderla entro 12 mesi dal nuovo acquisto agevolato.

Di norma, si ha diritto all’agevolazione prima casa a condizione che l’immobile che si compra dal Notaio sia ubicato nel territorio del Comune in cui l’acquirente ha o stabilisca, entro diciotto mesi dall’acquisto, la propria residenza.

Secondo la normativa, questa misura può essere richiesta una sola volta, ma in alcuni casi specifici è possibile utilizzare il bonus prima casa per due volte.

Gli immobili che possono essere acquistati con le agevolazioni prima casa

A beneficiare del bonus prima casa sono specifici immobili appartenenti a determinate categorie catastali, non essendo possibile comprare sempre una prima casa con tali sgravi fiscali, in quanto la casa da destinare ad abitazione principale deve avere determinate caratteristiche.

In linea di massima è possibile usufruire dei benefici fiscali in oggetto per comprare dal Notaio un immobile appartenente alle seguenti categorie: abitazioni di tipo civile (A/2), abitazioni di tipo economico(A/3); abitazioni di tipo popolare(A/4), abitazione di tipo ultra popolare(A/5), abitazione di tipo rurale (A/6), abitazioni in villini (A/7) e abitazioni e alloggi tipici dei luoghi (A/11).

Ad essere esclusi, invece, sono tutti gli immobili di lusso appartenenti alle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio storico e artistico).

Il bonus prima casa per comprare più di una pertinenza dal Notaio

È possibile usufruire del bonus prima casa anche per comprare le pertinenze della prima casa, purché esse siano classificabili nelle categorie catastali C/2 (magazzini e locali di deposito), C/6 (rimesse e autorimesse) e C/7 (tettorie chiuse o aperte).

Se ci si chiede quante pertinenze possono essere comprate con il bonus prima casa è bene evidenziare che in tale ultimo caso deve trattarsi di una pertinenza per ciascuna categoria catastale e la stessa deve essere destinata in modo durevole a servizio dell’abitazione principale acquistata beneficiando dell’agevolazione.

Si può usufruire più volte delle agevolazioni fiscali prima casa quando si conclude una compravendita dal Notaio?

Sebbene tra le condizioni per poter avvalersi del bonus prima casa vi sia il limite secondo cui il compratore di un nuovo immobile non deve essere titolare dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su un’altra casa acquistata con il bonus prima casa, esistono delle ipotesi in cui le agevolazioni fiscali in oggetto possono essere richieste più volte.

La richiesta del bonus prima casa due volte fa in modo da tutelare gli interessi di quei compratori che, per via di circostanze non dipendenti dalla loro volontà, si trovano ad affrontare una situazione totalmente nuova e diversa rispetto al precedente contesto in cui hanno comprato la prima casa.

Le condizioni per poter utilizzare il bonus prima casa più di una volta

Tendenzialmente il bonus prima casa può essere utilizzato più di una volta e nello specifico due volte quando sussistono alcune circostanze.

Ad esempio, si può ottenere l’agevolazioni fiscale prima casa più di una volta quando sopraggiunge la necessità di cambiare casa, in quanto l’immobile non è più adatto a ospitare una famiglia, o perché distrutto o danneggiato da un terremoto, o ancora nell’ipotesi in cui esso sia stato sottoposto ad un ordine di ristrutturazione del Comune.

Altra circostanza che consente di avvalersi delle agevolazioni fiscali una seconda volta è la nascita di figli, che comporta la necessità di trovare una soluzione abitativa più ampia, che sia in grado di ospitare adeguatamente tutta la famiglia.

Tendenzialmente, tra le ipotesi per cui è possibile usufruire del bonus prima casa più di una volta vi rientra anche la fattispecie in cui il compratore, già proprietario di un immobile comprato con le agevolazioni in oggetto, decida di acquistare un immobile adiacente al primo per poter creare un’unica soluzione abitativa, abbattendo le pareti divisorie per crearne uno più ampio che è verrà poi accatastato come unico immobile.

Le altre condizioni da rispettare per avere il bonus prima casa due volte quando si acquista dal Notaio

Per ottenere l’agevolazione fiscale sull’acquisto della prima casa, è necessario che però vengano rispettate anche altre condizioni.

Nello specifico la residenza dell’acquirente deve coincidere con il Comune in cui si trova l’immobile oppure qualora essa non corrisponda, il compratore ha 18 mesi dall’atto di acquisto per modificarla.

Altresì, l’immobile oggetto del bonus prima casa non va ceduto prima di 5 anni dal rogito, ad eccezione che non venga acquistato un altro immobile da adibire a prima casa e non deve rientrare nelle categorie A1/ A/8 o A/9.

Richiesta di nuove agevolazioni prima casa se la casa precedentemente acquistata viene trasformata in un immobile diverso

Ebbene le agevolazioni per acquisto prima casa possono essere richieste più di una volta dal proprietario di un immobile, ma per una struttura diversa.

Ad esempio, se la casa acquistata con le agevolazioni fiscali in oggetto, dopo il rogito viene modificata in una struttura diversa, mutando la destinazione d’uso della casa già comprata in precedenza da abitazione ad ufficio, il nuovo acquisto è pienamente soggetto agli sgravi fiscali, in quanto, al momento del nuovo rogito il compratore non avrebbe alcuna casa di abitazione e, ferma restando la sussistenza di tutte le altre condizioni, può usufruire delle agevolazioni fiscali prima casa per il nuovo acquisto.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio