inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Rocco A. Spero che questo servizio aiuti altre persone che come mè erano alla ricerca del Notaio, Complimenti e buon l ...
Giovanni R. Cercando informazioni per una cessione di quote ho trovato questo sito e subito dopo aver inviato la richiesta ...
Girolamo G. Egregio Signori, Il vostro servizio è estremamente utile alla gente comune che di questi tempi è alle prese ...
Ezio L. Grazie Notaio Facile!!! Consiglio a tutti di utilizzare questo servizio è un esempio di come anche in Italia ...
Davide N. Notaio vicino a casa per comprare immobile sito in un'altra provincia o regione buongiorno, gradivo ringrazi ...
Roberta S. Semplici passaggi per un servizio eccellente, da a noi privati la possibilità di risparmiare .complimenti. ...
Ilaria Di. Ho consultato questo sito per trovare il minor costo per il notaio, effettivamente c'è differenza tra i notai ...
Stefano I. Ho bisogno un notaio che mi segua per la costituzione di una nuova società, ma volevo ridurre le spese di sta ...
Claudio E. Volevo ringraziarvi perché ho ricevuto finalmente! Un Preventivo Notarile Analitico, con tutte le voci dei co ...
Minia T. Mia mamma purtroppo si muove con grande fatica e vuole vendere la casa. Per questo ho inviato una richiesta di ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Ritrovati due testamenti: ecco cosa ho fatto dal notaio

Testamenti di mio nonno

Ritrovati due testamenti ecco cosa ho fatto dal notaioSei mesi fa circa è venuto a mancare nostro nonno dopo una lunga malattia. Mio nonno lasciava solo due nipoti: mio fratello ed io, nessun altro membro della famiglia purtroppo. Dopo aver provato a metabolizzare il dolore della perdita, decidemmo di occuparci del suo patrimonio. Poco prima di lasciarci ci aveva raccomandato di onorare ed esaudire le sue ultime volontà che aveva espresso in due diversi momenti.

Ben 10 anni prima si era recato dal notaio per disporre del suo patrimonio con testamento pubblico. Dopo il testamento pubblico dal notaio, aveva ereditato dalla moglie, deceduta qualche anno fa, una casa in campagna. Quindi il suo patrimonio si era ampliato. Per tali ragioni decise di scrivere un nuovo testamento di suo pugno. Non riuscì a recarsi dal notaio in quanto la malattia era ormai in stadio avanzato e preferiva scriverlo a casa.

Per essere certo che avesse disposto sempre in favore mio e di mio fratello, ci consegnò delle fotocopie del testamento: un gesto per rassicurare noi nipoti, ma anche per avere la serenità che tutto fosse eseguito secondo le sue volontà.

Il testamento pubblico di mio nonno dal notaio

Decidemmo di rivolgerci ad un notaio per avere informazioni in merito e comprendere al meglio cosa ci aspettasse, anche dal punto di vista economico. Eravamo particolarmente spaventati dalle spese a cui andavamo incontro, in quanto il testamento pubblico non era l’unico atto con cui il nonno aveva disposto del suo patrimonio. Quest’ultimo era conservato presso lo studio principale del notaio.

Il testamento scritto di pugno dal nonno

Il nonno aveva lasciato anche un altro testamento scritto di suo pugno, che ritrovammo nascosto in un cassetto, in cui raccoglieva tutti i ricordi e i documenti di famiglia. Ancora affranti dal dolore leggere le sue parole scritte pochi giorni prima di lasciarci fu un’emozione indescrivibile. Il nonno aveva precisato che, ai suoi occhi, i nipoti fossero tutti uguali e che avendo disposto della residenza familiare in favore di mio fratello con il testamento pubblico, ora finalmente poteva anche accontentare me, con l’assegnazione della casa in mio favore.

La pubblicazione dei testamenti

Ritornammo così dal notaio con l’originale del testamento scritto dal nostro caro nonno, su un piccolo foglio a righe, dotato di data e firma. In poche settimane riuscimmo a pubblicare sia il testamento ricevuto dal notaio (il testamento pubblico) sia il testamento scritto da nostro nonno (testamento olografo).

Cosa contiene il testamento pubblico

Con il testamento pubblico mio nonno lasciò la sua residenza familiare a mio fratello ed i gioielli di famiglia, ereditati dalla nonna, in mio favore.

Naturalmente se ci fosse stato solo questo testamento sarei stato penalizzato, in quanto il valore della residenza familiare era di gran lunga superiore rispetto a quello dei gioielli. Ciò nonostante non avrei mai agito in giudizio o contattato un avvocato, anche solo per una consulenza, per far valere i miei diritti. L’unico mio desiderio era che le volontà del mio amato nonno fossero esaudite.

Cosa contiene il testamento olografo

Nel secondo testamento, invece, mio nonno decise di confermare quanto aveva già stabilito nel primo testamento pubblico davanti al notaio, ma di prevedere altresì l’assegnazione della casa in campagna in mio favore. In questo caso tra me e mio fratello non sussisteva più una differenza relativa ai valori delle assegnazioni. Eravamo stati entrambi accontentati e ciascuno di noi avrebbe potuto godere delle case assegnate.

Documenti necessari per la pubblicazione del testamento di mio nonno

Prima di procedere al rogito notarile di pubblicazione di entrambi i testamenti, è stato necessario raccogliere alcuni documenti per la stipula, tra cui l’estratto di morte e naturalmente i nostri documenti di identità. Comprendemmo che entrambi i testamenti dovevano essere pubblicati e che l’uno non escludesse l’altro. Non avendo alcuna conoscenza sul punto pensavamo che valesse solo l’ultimo testamento, ma invece non essendoci volontà contraddittorie tra il primo e il secondo, entrambe potevano essere realizzate. Quindi con il secondo testamento semplicemente veniva integrata la volontà di mio nonno, che diventava più completa.

L’estratto di morte per la pubblicazione del testamento

L’estratto di morte è un documento che certifica la data, ossia il giorno e l’ora del decesso di nostro nonno. È necessario in quanto viene allegato all’atto di stipula di pubblicazione del testamento dal notaio. Non sapevamo cosa fosse, né come reperirlo, ma la questione fu più semplice del previsto in quanto bastava recarsi al Comune dell’ultimo domicilio di mio nonno e richiederlo all’Ufficio competente. La reperibilità dell’estratto fu facilissima e riuscimmo a concludere queste operazioni preliminari in pochissimo tempo senza nessun tipo di problema.

Il giorno della stipula dal notaio

Il giorno della stipula dal notaio fu particolarmente emozionante in quanto scoprimmo che nel testamento pubblico erano contenute anche altre disposizioni che non avevano un contenuto patrimoniale, ossia non prevedevano solo un’assegnazione di un bene in mio favore. Il nonno aveva semplicemente ribadito l’affetto che nutriva nei nostri confronti e che avrebbe tanto voluto accompagnarci per tutta la vita se fosse stato possibile. Capimmo così che il testamento poteva contenere anche delle disposizioni di natura diversa e quindi non essere utilizzato solo ed esclusivamente per dividere il patrimonio. Nostro nonno aveva ben pensato di ricordarci ancora una volta come fosse importante il valore della famiglia.

Questa esperienza ci ha insegnato che rivolgersi a un professionista come il notaio è la soluzione necessaria per capire come procedere per realizzare ed esaudire tutti i desideri dei nostri cari. Non immaginavamo che la stipula dal notaio di pubblicazione si trasformasse in un momento così solenne ed emozionante.

Condividi questo articolo

richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio