inizio commenti notaio facile

Cosa Pensa chi ha utilizzato NotaioFacile?

Paola C. Porgo i miei complimenti per un servizio on-line eccellente, ringrazio anticipatamente Paola C. ...
Tsjana D. Complimenti per vostro sito e una idea gieniale buon lavoro e aspeto la vostra risposta e vostro preventivo ma ...
Felice T. Posso dire che grazie a voi ho risparmiato.. Ho scelto un vostro notaio ma per poco non cedevo ai pressanti co ...
Luca V. Il prezzo del notaio varia molto da professionista a professionista, per questo ho chiesto un preventivo che m ...
Nicoletta C. Non sapendo a chi rivolgermi grazie a voi ho fissato un appuntamento con il Notaio per avere una consulenza gr ...
Cecilia M. Consulenza Notarile in tempi rapidi, gratuita ed altamente professionale. Utile iniziativa, che permette la c ...
Monica S. Ottimo Sito! Compimenti Monica S. ...
Rosalba D. Ma quanto costano questi Notai! Sto comprando la mia prima casa e dopo la proposta "accettata" l'agente immobi ...
Mirko P. Volevo proprio farvi i complimenti e ringraziarvi. Ho provato ad effettuare una richiesta di preventivo su Not ...
Lorenzo C. Siamo 2 architetti e avevamo bisogno un notaio per rogito multiproprieta per dei nostri clienti che ci hanno c ...
Leggi tutti i commenti...
fine commenti notaio facile

Alternative all’acquisto della casa dal Notaio: quali sono le più convenienti?

Alternative all’acquisto della casa dal Notaio

Come avere casa senza comprarla dal Notaio

Non sempre comprare casa è la scelta più conveniente da fare e le motivazioni sono le più disparate, prima tra tutte, considerando che si tratta di un grande investimento potrebbe non essere conveniente per la propria situazione finanziaria, se non si dispone di tutte le somme per poter pagare, dovendo necessariamente ricorrere alla concessione di un mutuo da parte di un istituto bancario, il che aumenterebbe ancor di più il costo di acquisto dovuto ai tassi di interesse del finanziamento.

Tra le motivazioni per cui potrebbe non essere la scelta giusta comprare casa vi è quella della assenza di flessibilità, sia per chi non è sicuro di voler rimanere a lungo in quella determinata località sia per chi magari al momento ha intenzione di acquistare in un condominio per poi allargare la famiglia e scegliere di spostarsi in una casa indipendente o in una villa, in quanto una volta effettuato l’acquisto non ci si potrà ritrasferire così velocemente dati i tempi, non sempre brevi, che occorrono per rivendere casa.

Per venire incontro a tali esigenze, ma anche a quelle di chi non è sicuro di fare tale investimento volendo prima provare a vivere in un determinato posto prima di acquistare, vi sono diverse alternative all’acquisto di una casa che consentono di accontentare tutti sia chi non dispone di tutte le somme per poter comprare casa sia per chi non è sicuro di voler rimanere in quella casa a lungo, vediamo insieme di cosa si tratta.

Fare un leasing immobiliare dal Notaio

La prima soluzione ideale per chi non dispone di tutte le somme per poter comprare una casa dal Notaio è data dal contratto di leasing immobiliare.

Si tratta dell’istituto in virtù del quale a comprare la casa è l’istituto bancario o un intermediario dall’attuale proprietario, per poi offrire l’immobile al privato che era interessato all’abitazione, dietro il pagamento di un canone mensile per un periodo di tempo stabilito nel contratto di leasing medesimo.

Quindi in tal caso si è in presenza di due contratti: il primo tra la Banca ed il proprietario della casa che è un vero e proprio contratto di compravendita, ed il secondo che è il contratto che sottoscrive il soggetto privato interessato alla casa ma che, ad esempio, non dispone di tutte le somme per poter pagare l’acquisto, e che ottiene la casa in leasing dalla Banca acquirente.

Tale ultimo contratto è quello di leasing immobiliare con cui viene concessa in godimento la casa al privato, definito utilizzatore, da parte della Banca, definita concedente, per una determinata durata, con la possibilità, alla scadenza del contratto in oggetto di restituire la casa o di riscattarla, acquistandone la proprietà ad un prezzo ridotto.

Perché conviene stipulare un contratto di leasing immobiliare?

Tendenzialmente il leasing immobiliare è una sorta di affitto proprio perché, come abbiamo visto, il privato ne ottiene l’immediato godimento, ma sebbene al pari di un normale contratto di affitto, l’utilizzatore possa scegliere di rinnovare il contratto oppure di restituire il bene al proprietario, esso se ne differenzia per la possibilità di riscattare l’immobile divenendone proprietario dopo che si ha avuto la possibilità di vivere in quella casa per anni, riscattando la residua parte del valore dell’immobile e scontando il canone versato.

C’è da aggiungere che, rispetto ad un comune contratto di affitto, il leasing immobiliare ha una durata minima di otto anni e si sostanzia per il pagamento di un canone mensile più alto del normale, con la previsione della corresponsione di una maxi rata finale più elevata nel caso di esercizio del riscatto.

Nonostante il canone più elevato, il leasing immobiliare presenta numerosi vantaggi, consente l’uso immediato della casa da parte dell’utilizzatore che ha ampia scelta sul come procedere alla scadenza dello stesso, in caso di difficoltà nel pagare le rate è inoltre possibile sospendere il pagamento, per una sola volta e per massimo dodici mesi. Inoltre, rappresenta un’opzione alla compravendita molto vantaggiose perché consente, nel caso in cui si decida di esercitare il diritto di riscatto di scomputare dal prezzo dell’immobile i canoni sino a quel momento corrisposti, di modo che la somma da pagare sia di molto inferiore a quella che invece si dovrebbe corrispondere se si decidesse di comprare direttamente la casa.

Comprare casa dal Notaio lasciando che il venditore si riservi la proprietà

Un’altra alternativa alla scelta di comprare casa dal Notaio, se non si dispone di tutte le somme per pagare l’acquisto e non si vuole accendere un mutuo presso una Banca, è quella di sottoscrivere dal Notaio un contratto di vendita con riserva di proprietà.

In tal caso, rispetto ad una normale compravendita in cui l’intero prezzo deve essere pagato contestualmente al rogito notarile, il soggetto acquirente non deve pagare tutto subito ma si impegna a versare, secondo le scadenze prefissate all’interno del contratto, le rate del prezzo, che sono dovute secondo la volontà del venditore, di contro l’acquirente, invece di ottenere a seguito della sottoscrizione il trasferimento della piena proprietà, ne ottiene solo il godimento, rimanendo a tutti gli effetti il vero proprietario ancora il venditore.

Perché conviene sottoscrivere un contratto di vendita con riserva di proprietà?

Il principale vantaggio, come si può ben immaginare, è che nel caso di sottoscrizione di un contratto di vendita con riserva di proprietà l’acquirente non deve corrispondere subito l’intera somma dovuta per il pagamento del prezzo ma può avvalersi della corresponsione delle rate, nelle forme e con le modalità stabilite dal venditore nel contratto, ma ciò rappresenta comunque una somma di molto inferiore se commisurata a quella dell’intero prezzo.

Ulteriore vantaggio è quello di poter avere il godimento immediato della casa come se ne fosse il proprietario, sebbene tale qualifica verrà da lui assunta solo con il pagamento dell’ultima rata del prezzo che determina il trasferimento del diritto dal venditore all’acquirente.

È bene precisare che nel caso in cui quest’ultimo dovesse divenire inadempiente per un importo superiore al limite di legge per cui il pagamento di una rata si intende rilevante, il venditore ha diritto a richiedere la risoluzione e dovrà restituire all’acquirente le rate pagate, salvo il diritto ad ottenere un indennizzo.

Sottoscrivere un contratto di affitto con riscatto

Un’ulteriore alternativa alla sottoscrizione di un contratto di compravendita è rappresentata dal contratto di affitto con riscatto, meglio noto come rent to buy, con cui se si è a corto di liquidità si può ottenere la casa in affitto per poi poterla riscattare alla scadenza del termine di locazione. Dunque, quando si parla di rent to buy si fa riferimento ad un contratto di locazione che prevede per il soggetto locatario di avere il godimento del bene, vivendoci all’interno come affittuario per tutta la durata del contratto, con la possibilità alla scadenza di riscattare la casa acquistandola e divenendone proprietario.

Tendenzialmente ciò comporta il pagamento di un canone più elevato perché costituirà il deposito per la compravendita futura, nel caso in cui si decida di esercitare il riscatto, ma ha il vantaggio di consentire l’immediata disponibilità dell’immobile pagando solo il canone mensile e non l’intero prezzo, ferma restando la possibilità di non comprare una volta scaduto il termine della locazione.

Condividi questo articolo

Autore: Notai Online articolo realizzato personalmente dall'autore e coperto da copyright ©
richiesta preventivo notaio online
Potrebbe interessarti:
richiesta al notaio